>

Nasce franzblog.tv, il canale video e podcast. Il primo video è su Pensiero Lucido





Puoi ascol­ta­re diret­ta­men­te il PODCAST qui sotto:

COSA SIGNIFICA PENSIERO LUCIDO

Franzblog.tv: un domi­nio ma anche un’i­dea, per aggiun­ge­re la dimen­sio­ne video e pod­ca­st a Fran­z’s Blog. Qui a fian­co tro­va­te infat­ti il video ma in fon­do al post, tro­va­te anche il pod­ca­st, che pote­te ascol­ta­re o sca­ri­ca­re sen­za pro­ble­mi. Pote­te anche iscri­ver­vi al cana­le iTu­nes o aggan­cia­re di ret­ta­men­te i feed.

Comin­cia­mo la serie con una bre­ve descri­zio­ne di ciò che si inten­de per “pen­sie­ro luci­do”.

Pri­ma anco­ra che di luci­di­tà, è il caso di capi­re di cosa stia­mo par­lan­do quan­do nomi­nia­mo il ter­mi­ne pen­sie­ro. Abbia­mo det­to tan­te vol­te, ma comun­que è un fat­to­re noto a tut­ti, che il pen­sie­ro, come ordi­na­ria­men­te vie­ne spe­ri­men­ta­to, è nel­la mag­gior par­te dei casi un feno­me­no del tut­to mec­ca­ni­co o comun­que sul qua­le è pra­ti­ca­men­te impos­si­bi­le intervenire.

La carat­te­ri­sti­ca di ciò che riflet­te, in gene­re, è quel­la di esse­re un mate­ria­le più o meno luci­do; la luci­di­tà è infat­ti la con­di­zio­ne neces­sa­ria per­ché in qual­che modo pos­sa avve­ni­re un rifles­so. Meno luci­da è la super­fi­cie che riflet­te meno ciò che vie­ne rifles­so sarà fede­le all’o­ri­gi­na­le. Allo stes­so modo la nostra men­te svol­ge un ruo­lo fon­da­men­ta­le nel­l’in­ter­pre­ta­zio­ne del­la real­tà, distor­cen­do­la in con­ti­nua­zio­ne in tut­ti i modi pos­si­bi­li e imma­gi­na­bi­li, in quan­to asso­lu­ta­men­te non luci­da per defi­ni­zio­ne, se non in pre­sen­za di un adde­stra­men­to appo­si­ta­men­te strut­tu­ra­to; è così che la luci­di­tà fa sem­pre meno par­te del cor­re­do degli stru­men­ti cogni­ti­vi in pos­ses­so del­l’uo­mo moderno.

Per pen­sie­ro luci­do, si inten­de quin­di quel­la capa­ci­tà di riflet­te­re in modo sem­pre più ogget­ti­vo la vera natu­ra del­la real­tà in modo da espe­ri­re livel­li di ogget­ti­vi­tà sem­pre mag­gio­ri all’in­ter­no del­la nostra vita percettiva.

Buo­na visio­ne, ascol­to o lettura!

Con­di­vi­di