>

Aetherial: un suono per Soli

Par­lo spes­so del suo­no “U”. Come per mol­ti altri suo­ni (e Man­tra), la real­tà è che la qua­li­tà di quel suo­no può cam­bia­re a secon­da del­la dispo­si­zio­ne inte­rio­re con cui vie­ne pro­dot­to. Il suo­no è un vet­to­re di ener­gia, alla stes­sa stre­gua di altre vibra­zio­ni, qua­li ad esem­pio le onde radio.

In que­sta ese­cu­zio­ne, la qua­li­tà è quel­la di una pre­pa­ra­zio­ne ad un silen­zio anch’es­so vet­to­re di un sen­so par­ti­co­la­re, quel­lo del­la soli­tu­di­ne, non inte­sa come iso­la­men­to ma come “con­cen­tra­zio­ne all’in­ter­no di sé”.

Il con­cet­to for­se può sem­bra­re stra­no ma cre­do che, ascol­tan­do il bra­no, non sia così dif­fi­ci­le da cogliere.

[fwdrap preset_id=“7” playlist_id=“0”]

Buon ascol­to!

Con­di­vi­di