>

Senza fare un cazzo non cambia un cazzo!

In più di un’oc­ca­sio­ne nel­l’ul­ti­mo anno ho avu­to modo di con­fron­tar­mi con altre per­so­ne che ten­ta­no di con­di­vi­de­re qual­co­sa del­la pro­pria espe­rien­za, qual­co­sa che ha con­sen­ti­to loro di cam­bia­re (ovvia­men­te in meglio) loro stes­si e la pro­pria vita.

Tutti indi­stan­te­men­te abbia­mo nota­to quan­to le per­so­ne cre­da­no di poter cam­bia­re la pro­pria vita con atti “pas­si­vi”, ovve­ro andan­do ad ascol­ta­re con­fe­ren­ze, tra­mi­te col­lo­qui, fil­ma­ti, video cor­si… e chi più ne ha ne met­ta, oppu­re par­te­ci­pan­do a “cose” che le fan­no sen­ti­re emo­ti­va­men­te appagate.

Tutto bel­lis­si­mo, per l’a­mor del cie­lo e tut­to mol­to uti­le… ma sol­tan­to se poi si FA qual­co­sa. Pretendere di cam­bia­re la pro­pria vita sen­za FARE qual­co­sa in pra­ti­ca non ha alcun senso.

Anzi, signi­fi­ca solo affon­da­re anco­ra di più nel­l’il­lu­sio­ne di pro­dur­re un cam­bia­men­to che non ha alcu­na cor­ri­spon­den­za nel­la real­tà, per­chè avvie­ne esclu­si­va­men­te a livel­lo di pen­sie­ro (nem­me­no mentale).

Oggi come oggi, sem­pre più per­so­ne dico­no di cer­ca­re una solu­zio­ne ai pro­pri pro­ble­mi ma, quan­do ne tro­va­no una, non la met­to­no mai in pratica.

Occorre pra­ti­ca­re, met­te­re in pra­ti­ca! Sentirsi sol­le­va­ti per­chè qual­cu­no vi ha par­la­to di qual­che miste­rio­ro mon­do non mate­ria­le, non cam­bie­rà la vostra vita di una sola vir­go­la, se non in peg­gio, a meno che a segui­to di que­ste paro­le non vi met­tia­te OPERATIVAMENTE al lavo­ro (su voi stessi).

E’ come pen­sa­re di dima­gri­re stan­do sedu­ti sul diva­no guar­dan­do alla TV uno che cor­re, o defi­nir­si spor­ti­vi per­chè si guar­da il gran pre­mio alla dome­ni­ca, oppu­re defi­nir­si scien­zia­ti per­chè non si è mai per­sa una pun­ta­ta di Piero Angela.

E’ come pen­sa­re di esse­re illu­mi­na­ti per­chè si sono let­ti dei libri di cui abbia­mo capi­to qualcosa.

E via dicendo.

In buo­na sostan­za, lascia­te­ve­lo dire: sen­za fare un caz­zo non cam­bia un cazzo!

Condividi