>

1.000.000 di visite… direi che si può festeggiare

franz-blog-million-hitsFran­z’s Blog nasce­va nel 2008, in un Feb­bra­io che dif­fi­cil­men­te si can­cel­le­rà dal­la mia memo­ria, per sva­ria­ti moti­vi. Da allo­ra mol­ta acqua è pas­sa­ta sot­to ai pon­ti, e altret­tan­ta, direi, sopra.

E due gior­ni fa abbia­mo pas­sa­to una boa impor­tan­te nel­la vita di una pub­bli­ca­zio­ne vir­tua­le, supe­ran­do il milio­ne di visi­te. Sono d’ac­cor­do, non è nul­la se con­fron­ta­to ai nume­ri dei blog che vera­men­te “fan­no traf­fi­co”. Ma è pur sem­pre un discre­to risul­ta­to, soprat­tut­to con­si­de­ra­ti i contenuti.

In tut­ti que­sti anni, comun­que, que­sto blog mi ha per­mes­so di espri­me­re quel­lo che sen­to, di met­te­re ordi­ne nei miei pen­sie­ri, di impa­ra­re, di dare spa­zio ad altre per­so­ne e, a vol­te, anche di ave­re la for­tu­na di dar voce a chi altri­men­ti non ne avreb­be potu­ta avere.

Ci sono sta­ti momen­ti in cui, per nume­ro di visi­te, era nei pri­mi 100 blog ita­lia­ni. Oggi non è più così, come può tran­quil­la­men­te suc­ce­de­re quan­do si ope­ra una cer­ta “scel­ta del tar­get” come direb­be­ro gli esper­ti di Marketing.

Ho scel­to di par­la­re di alcu­ne cose, di espri­me­re alcu­ni pen­sie­ri e di far­lo in alcu­ni modi spes­so non orto­dos­si: era con­se­guen­za natu­ra­le che i let­to­ri seguis­se­ro lo stes­so percorso.

Oggi Fran­z’s Blog rara­men­te supe­ra i 300 visi­ta­to­ri sin­go­li al gior­no ma, con­si­de­ra­ti gli argo­men­ti che trat­ta… non mi sem­bra male come risultato

Col pas­sa­re degli anni sia­mo arri­va­ti alla for­ma attua­le, in cui rac­co­glie anche gli arti­co­li scrit­ti sugli altri nodi di que­sto pic­co­lo “per­so­nal net­work” che alla fine trat­ta di ricer­ca, luci­di­tà (lad­do­ve pos­si­bi­le) e soprat­tut­to, di cose fat­te col cuore.

Ed è pro­prio con tut­to il cuo­re che rin­gra­zio chi in que­sti anni ha con­ti­nua­to a segui­re que­sto blog, chi si è aggiun­to nel tem­po e chi vor­rà aggiun­ger­si col tempo.

E vi par­rà stra­no, ma rin­gra­zio di cuo­re anche colo­ro che que­sto blog non seguo­no più.

D’al­tron­de, quan­do uno ti fa un favo­re, è sem­pre buo­na edu­ca­zio­ne ringraziare.

Con­di­vi­di