>

La moda degli Angeli, parte II: indovina chi viene a cena? (Channeling e simili)

So già che que­sto arti­co­lo potreb­be sol­le­va­re com­men­ti e dia­tri­be, quin­di una pre­mes­sa: non veni­te a com­men­ta­re in modo aggres­si­vo. Com­men­ti pole­mi­ci, aggres­si­vi e che non por­ta­no valo­re aggiun­to alla discus­sio­ne ver­ran­no cas­sa­ti con estre­mo pregiudizio.

Det­to que­sto, chia­ria­mo innan­zi­tut­to cos’è il “chan­ne­ling” (o “tun­ne­ling”). Si trat­ta di un’at­ti­vi­tà che rien­tra nel cam­po del­la media­ni­ca. Vale a dire che vi è un sog­get­to uma­no che, dota­to di per­ce­zio­ni extra­sen­so­ria­li, rie­sce a per­ce­pi­re in qual­che modo i mon­di non mate­ria­li e “si fa cana­le” (da qui il ter­mi­ne) tra que­sti ulti­mi ed i pia­ni materiali.

Al di là di quel­lo che qual­cu­no può cre­de­re o no, si trat­ta di qual­co­sa di mol­to anti­co. Le per­so­ne dota­te di pos­si­bi­li­tà di per­ce­zio­ne sot­ti­le sono sem­pre esi­sti­te e sem­pre esi­ste­ran­no. Si può nega­re la pro­va stru­men­ta­le, ma la real­tà, for­tu­na­ta­men­te, non dipen­de dal­la stru­men­ta­zio­ne a dispo­si­zio­ne del­la cosid­det­ta “scien­za” ufficiale.

Ergo, par­tia­mo dal­la defi­ni­zio­ne di “sot­ti­le”. Per sot­ti­le inten­dia­mo tut­to ciò che non è mate­ria­le. Dal pun­to di vista più comu­ne, il pen­sie­ro e le emo­zio­ni rien­tra­no in que­sto cam­po. Il cam­po sot­ti­le però è mol­to este­so e in esso tro­va­no posto mon­di a vibra­zio­ne sem­pre più ele­va­ta, fino al pun­to che, per fare un esem­pio, la mate­ria non vie­ne nep­pu­re percepita.

In que­sto immen­so spa­zio non mate­ria­le, tro­va­no posto diver­si gene­ri di esse­ri, che pos­so­no esse­re dav­ve­ro di ogni raz­za, tipo e pro­ve­nien­za. Anche ridu­cen­do il cam­po ai soli esse­ri “tra­pas­sa­ti” dal nostro pia­ne­ta e in atte­sa di incar­na­zio­ne, il bai­lam­me è notevole.

Quel­lo che spes­so non si con­si­de­ra è che chi ope­ra il col­le­ga­men­to, ammes­so che sia dav­ve­ro in gra­do di far­lo e che, soprat­tut­to, sia in buo­na fede, non ha la ben­ché mini­ma pos­si­bi­li­tà di con­trol­la­re chi lo con­tat­ta. Solo pochis­si­mi medium rie­sco­no a “sele­zio­na­re” i pro­pri inter­lo­cu­to­ri e a coglier­ne la veridicità.

Altra cosa che non si con­si­de­ra è che dai pia­ni sot­ti­li, il nostro emo­ti­vo è visi­bi­le quan­to il nostro cor­po nel pia­no mate­ria­le. E dato che la memo­ria ha la sua sede fisi­ca in par­te nel cer­vel­lo in par­te nel­l’ad­do­me ma soprat­tut­to ha una sua col­lo­ca­zio­ne sot­ti­le pro­prio nel cam­po emo­ti­vo, ecco che da un pia­no non mate­ria­le i nostri pen­sie­ri, desi­de­ri, ricor­di ed emo­zio­ni sono leg­gi­bi­li come un libro aper­to. Il che signi­fi­ca in buo­na sostan­za che chiun­que stia in un pia­no sot­ti­le può “leg­ge­re” i nostri ricor­di con faci­li­tà e dare di con­se­guen­za le rispo­ste cor­ret­te alle doman­de di con­trol­lo più insidiose.

Ecco quin­di che quan­do ci si rivol­ge a qual­cu­no che fa chan­ne­ling, sem­pre ammes­so e non con­ces­so che sia in buo­na fede, non abbia­mo la mini­ma pos­si­bi­lià di capi­re se quel­lo che ci dice è frut­to del­le paro­le di qual­cu­no dav­ve­ro ele­va­to oppu­re di un qual­sia­si bur­lo­ne (quan­do va bene) che ha deci­so di diver­tir­si un po’ alle nostre spal­le. Ipo­te­si que­st’ul­ti­ma deci­sa­men­te più probabile.

Dul­cis in fun­do, ammes­so che il chan­nel­ler non sia un imbro­glio­ne e che dal­l’al­tra par­te non ci sia un bur­lo­ne, c’è da con­si­de­ra­re la leva­tu­ra inte­rio­re di chi sta nel pia­no immateriale.

Non è che quan­do tra­pas­sia­mo diven­tia­mo di col­po degli illu­mi­na­ti. Chia­ro che in pia­ni sot­ti­li la visio­ne è mol­to più dila­ta­ta ed il tem­po stes­so può esse­re in qual­che misu­ra “addo­me­sti­ca­to”, ma anche lì la capa­ci­tà di visio­ne ogget­ti­va dipen­de dal­l’e­vo­lu­zio­ne del­l’es­se­re. E dato che, più un esse­re è evo­lu­to, più “lon­ta­no” se ne va da un pun­to di vista vibra­to­rio al momen­to del­la dipar­ti­ta dal cor­po fisi­co, ecco che la pro­ba­bi­li­tà che chi ci par­la abbia dav­ve­ro una visio­ne spi­ri­tua­le ele­va­ta, diven­ta minima.

Ergo, pri­ma di pen­sa­re che ci sia­no legio­ni di esse­ri ange­li­ci, arcan­ge­li­ci o comun­que spi­ri­tual­men­te ele­va­ti che fan­no a bot­te per aiu­ta­re noi “mor­ta­li”, pen­sia­mo­ci due vol­te e cer­chia­mo di capi­re, chi sia, per così dire, “venu­to a cena”.

Con­di­vi­di

2 Comments

  1. francesco ha detto:

    indub­bia­men­te le cana­liz­za­zio­ni non sono affa­re facile…diciamo che mol­ti sono attrat­ti per­chè è più con­ve­nien­te cer­ca­re qual­co­sa fuo­ri di noi che ci dica cosa è meglio da fare piut­to­sto che lavo­ra­re su di sè…però cre­do che in qual­che raro caso si pos­sa­no effet­ti­va­men­te veri­fi­ca­re dei casi in cui una comu­ni­ca­zio­ne tra esse­ri evo­lu­ti di altre dimen­sio­ni si atti­va e di casi ce ne sono sta­ti parec­chi nel­la storia.

    • Franz ha detto:

      Cer­ta­men­te. E infat­ti ho mes­so qual­che distin­guo. La pos­si­bi­li­tà di cana­liz­za­zio­ne non è affat­to in discus­sio­ne. Quel­lo di cui dubi­to è del 99% di colo­ro che, in buo­na o cat­ti­va fede, sosten­go­no di esse­re in con­tat­to con enti­tà spi­ri­tual­men­te elevatissime.