>

Nokia sta a Microsoft come Italia sta a X

Non mol­to tem­po fa scris­si un post in cui evi­den­zia­vo come la deci­sio­ne di Nokia di spo­sa­re il siste­ma ope­ra­ti­vo Win­do­ws Pho­ne anzi che Android per i suoi cel­lu­la­ri fos­se una deci­sio­ne spie­ga­bi­le solo con la stu­pi­di­tà (vedi anche ego) o con qual­co­sa che non si cono­sce­va anco­ra, tipo un accor­do con Microsoft.

Un gio­chet­to che in pochi mesi avreb­be decre­ta­to la fine di una pre­sen­za seco­la­re nel mer­ca­to dei ter­mi­na­li tele­fo­ni­ci Hi-Tech, cosa che si è pun­tual­men­te avve­ra­ta. Dato che non sono un genio mi pare­va evi­den­te che ci fos­se sot­to ben altro che una for­ma di idio­zia gestionale.

E infat­ti, un anno dopo, guar­da caso chi si è com­pra­to Nokia ad un prez­zo che, se para­go­na­to al valo­re di un tem­po del­le quo­te fin­lan­de­si è qua­si ridi­co­lo? Micro­soft, ovviamente!

Quin­di nien­te idio­zia, nono­stan­te le appa­ren­ze, anzi tan­ta evi­den­te pre­me­di­ta­zio­ne per abbas­sa­re al mini­mo il prez­zo di ven­di­ta ma sen­za fare, alme­no in appa­ren­za, cose illegali.

Ora.… pren­dia­mo l’I­ta­lia. Anche qui sem­bra che al gover­no sia­no com­ple­ta­men­te par­ti­ti per la tan­gen­te, che anche un idio­ta sapreb­be fare meglio per usci­re dal­la crisi.

Ma guar­da… la stes­sa cosa che si dice­va di Nokia.

Le deci­sio­ni pre­se dal gover­no stan­no affon­dan­do l’in­du­stria e il com­mer­cio e, in gene­ra­le, abbat­ten­do il valo­re di qual­sia­si assett in pos­ses­so del nostro paese.

Pro­prio come è suc­ces­so a Nokia…

Quin­di ora la doman­da è: chi è l’acquirente?

Beh… per pro­se­gui­re con la simi­li­tu­di­ne occor­re­reb­be capi­re a qua­le mer­ca­to vie­ne fat­to asso­mi­glia­re quel­lo ita­lia­no con le ulti­me pro­dez­ze eco­no­mi­co-socia­li. Io non ci arri­vo del tut­to ma… così di pri­mo acchi­to mi ven­go­no in men­te i movi­men­ti di cer­ta par­te poli­ti­ca in tema di immigrazione.

Sia mai che ci sve­glia­mo col muez­zin al posto del­le cam­pa­ne? (Repe­ti­ta juvant…)

Con­di­vi­di