>

Libri per pensare: Un Nuovo Mondo di E. Tolle

Eckhart Tol­le… uno degli ulti­mi gran­di di que­sti tem­pi fol­li. Uno dei pochi che par­la per rea­liz­za­zio­ne e non per dare aria ai den­ti. Un illu­mi­na­to? Non saprei. Rea­liz­za­to sicu­ra­men­te, pre­sen­te… alme­no da quel­lo che dice nei suoi libri.

“Un nuo­vo mon­do” (Ed. Mon­da­do­ri) è un lavo­ro del 2005 ma lo riten­go quan­to mai attua­le. Sco­po del libro, mes­so subi­to in chia­ro, è sve­glia­re il let­to­re. Quan­to­me­no provarci.

Tol­le per­cor­re rapi­da­men­te i mag­gio­ri pro­ble­mi e pun­ti dei nostri tem­pi, dal­l’i­den­ti­fi­ca­zio­ne al pos­ses­so, dal­la bra­mo­sia all’e­go, e pas­sa parec­chi capi­to­li a par­la­re di que­st’ul­ti­mo descri­ven­do­lo nei mini­mi par­ti­co­la­ri, soprat­tut­to nei mec­ca­ni­smi, nel­la strut­tu­ra intrinseca.

Ma quel­lo che più con­ta è che, oltre a quan­to det­to pri­ma, in que­sto libro ven­go­no for­ni­ti stru­men­ti: men­ta­li, cogni­ti­vi, espe­rien­zia­li, sot­to for­ma di sug­ge­ri­men­ti per l’azione.

Non è un libro che par­la di Tol­le, e nep­pu­re uno di que­gli auto­ce­le­bra­ti­vi sag­gi che van­no tan­to di moda oggi. Non è nep­pu­re un’ac­coz­za­glia di sco­piaz­za­men­ti pre­si di qua e di là, e pas­sa­ti per pro­pri, come acca­de in alcu­ni cosid­det­ti “sag­gi”, che affo­ga­no due o tre con­cet­ti a mala­pe­na uti­li in mez­zo a ton­nel­la­te di nozio­ni ruba­te a destra e a manca.

Nos­si­gno­ri: que­sto è un libro uti­le, anzi… estre­ma­men­te efficace.

Se lo leg­ge­te, dif­fi­cil­men­te rimar­re­te ugua­li a voi stessi.

Con­di­vi­di