>

Lotta contro il cancro? Di certo non così…

Quan­te vol­te abbia­mo sen­ti­to que­sta fra­se? Io la tro­vo estre­ma­men­te fuor­vian­te. Come se l’uo­mo si met­tes­se a pren­de­re a sber­le le cel­lu­le tumorali.

No, la lot­ta in real­tà è con­tro gli effet­ti col­la­te­ra­li del­la che­mio, del­la radio, e di tut­ti i far­ma­ci con cui ven­go­no bom­bar­da­te le per­so­ne che pur­trop­po ven­go­no col­pi­te da que­sta patologia.

Non ho nes­su­na voglia di entra­re nel­la dia­tri­ba “che­mio uti­le / che­mio inu­ti­le”: la mia per­so­na­le opi­nio­ne è che, sal­vo limi­ta­tis­si­mi casi, la che­mio fac­cia solo anco­ra più dan­ni, ren­den­do la vita di chi sof­fre di tumo­re anco­ra più infer­na­le di quan­to non sareb­be di per sé, sen­za allun­ga­re signi­fi­ca­ti­va­men­te i ter­mi­ni di sopravvivenza.

I fat­ti però… di quel­li pos­sia­mo parlare.

I far­ma­ci che­mio­te­ra­pi­ci sono rico­no­sciu­ta­men­te can­ce­ro­ge­ni (e que­sto può esse­re como­da­men­te con­trol­la­to sui bugiar­di­ni, fogliet­ti illu­stra­ti­vi e sche­de tec­ni­che, come per esem­pio quel­lo del Cispla­ti­no che tro­va­te qui).

Cito diret­ta­men­te dal­la sche­da far­ma­co­lo­gi­ca del Carboplatino:
“Il car­bo­pla­ti­no ha dimo­stra­to di esse­re embrio­tos­si­co e tera­to­ge­no nei rat­ti. È muta­ge­no in vivo e in vitro e seb­be­ne il poten­zia­le can­ce­ro­ge­no del car­bo­pla­ti­no non sia sta­to stu­dia­to, sostan­ze con mec­ca­ni­smo d’azione e muta­ge­ni­ci­tà simi­li han­no dimo­stra­to di esse­re can­ce­ro­ge­ne.” (ori­gi­na­le qui). Come sareb­be a dire che non ne è sta­to stu­dia­to il poten­zia­le can­ce­ro­ge­no? E che caz­zo… date in giro un far­ma­co per cura­re i tumo­ri sen­za sape­re se li pro­vo­ca a sua vol­ta? Ma bra­vi! Complimenti!

Per la Cita­ra­bi­na vale lo stes­so discor­so: oltre ad esse­re incre­di­bil­men­te tos­si­ca e a pro­dur­re distru­zio­ne del midol­lo, è cancerogena.

La Cape­ci­ta­bi­na, oltre a tut­to il resto, può pro­vo­ca­re infar­to. Uti­le, ten­tan­do di eli­mi­na­re il can­cro fan­no sal­ta­re il cuo­re del pazien­te.

Il Mito­xan­tro­ne è can­ce­ro­ge­no ma non san­no dire quan­to: il che di per sé è già da paura.

Alcu­ni far­ma­ci indu­co­no muta­zio­ni cel­lu­la­ri impre­ve­di­bi­li (come nel caso del Meto­tre­xa­te), il che equi­va­le a dire che, ammes­so che tali muta­zio­ni non sia­no can­ce­ro­ge­ne, comun­que indu­co­no cam­bia­men­ti fisi­ci sen­za controllo.

Se vole­te con­ti­nua­re, fate­lo da voi: qui tro­va­te un esau­sti­vo elen­co dei che­mio­te­ra­pi­ci attual­men­te sul mer­ca­to. Poi vi anda­te a cer­ca­re la sche­da tec­ni­ca del far­ma­co se volete.

Ades­so però vie­ne il bel­lo: pro­va­te a tro­va­re dati scien­ti­fi­ci che met­ta­no a con­fron­to lo soprav­vi­ven­za di pazien­ti onco­lo­gi­ci trat­ta­ti con che­mio­te­ra­pia con la soprav­vi­ven­za di quel­li non trat­ta­ti: Non li tro­ve­re­te mai! E se li tro­va­te con­trol­la­te i nume­ri: sono ridi­co­li (16 pazien­ti, 10, 5…). Uni­ca ecce­zio­ne: que­sto docu­men­to, pub­bli­ca­to nel 2004 da Else­vier Ltd, in cui Il Royal Col­le­ge of Radio­lo­gists affer­ma sen­za mez­zi ter­mi­ni che la che­mio­te­ra­pia appor­ta una per­cen­tua­le di soprav­vi­ven­za a 5 anni del tut­to marginale.

Capi­te per­chè non tro­va­te sta­ti­sti­che di que­sto tipo? Per­chè oggi se un medi­co non pre­scri­ve la che­mio­te­ra­pia ad un mala­to di can­cro (sal­vo quei raris­si­mi casi in cui le linee gui­da la scon­si­glia­no), cor­re il rischio di esse­re denun­cia­to e radia­to dal­l’or­di­ne dei medi­ci per con­dot­ta non pro­fes­sio­na­le e altro.

Quin­di que­sta sta­ti­sti­ca esi­ste solo per un nume­ro di casi così bas­so da non ave­re sostan­zial­men­te il mini­mo significato.

Capi­te dove sta la fac­cen­da? Sia­mo arri­va­ti al pun­to che il pazien­te è obbli­ga­to a sot­to­por­si alla che­mio, per­chè nes­su­no gli dirà che mol­to pro­ba­bil­men­te non ser­ve a un caz­zo, se non a far­lo sta­re anco­ra peg­gio di quan­to potreb­be nel poco o tan­to tem­po che gli rima­ne da vivere.

Quan­do la soprav­vi­ven­za a 5 anni dei mala­ti di can­cro al pol­mo­ne è di media sot­to il 10% come fai a dire che quel­li che soprav­vi­vo­no lo fan­no per­chè han­no fat­to la che­mio? E il restan­te 90% che l’ha fat­ta ma è mor­to lo stes­so? Era­no brut­ti e cat­ti­vi? O for­se la che­mio non ser­ve asso­lu­ta­men­te a nien­te se non a peg­gio­ra­re le cose?

Cer­to, quan­do uno sta per mori­re le pro­va tut­te. Pro­va qua­lun­que cosa per ten­ta­re di soprav­vi­ve­re. Ma se stai per mori­re, spa­rar­si un col­po in testa non può aiu­tar­ti, mi pare… o no? E qui sta il pro­ble­ma: ti dico­no che con la che­mio hai qual­che spe­ran­za in più, ma non si sa se è vero. Anzi, a vede­re dai nume­ri, è mol­to pro­ba­bi­le che non lo sia affatto!

L’ul­ti­ma doman­da che mi sov­vie­ne è: ma per­chè dovreb­be­ro gio­ca­re così con la salu­te del­le per­so­ne? La rispo­sta è sem­pli­ce: denaro.

Sape­te quan­to costa allo Sta­to un trat­ta­men­to che­mio­te­ra­pi­co di un mese? No? Nem­me­no io. Però ho tro­va­to in rete alcu­ne cifre.

Ad esem­pio, sul sito del­la USL di Empo­li c’è un inter­vi­sta al Dott. Pani in cui lo stes­so spie­ga che UN CICLO DI CHEMIOTERAPIA nel­la “cura” del tumo­re cuta­neo costa al S.S.N. qual­co­sa come… tene­te­vi for­te: 57.000 euro!

Inol­tre si tro­va­no vari arti­co­li che por­ta­no tut­ti alla stes­sa fon­te, peral­tro non lin­ka­ta del Gior­na­le Ita­lia­no di Far­ma­cia Cli­ni­ca del 21 Gen­na­io 2007, secon­do cui un ciclo di che­mio­te­ra­pia com­bi­na­ta (e ce ne voglio­no parec­chi, di soli­to) costa media­men­te qual­co­sa come 4.500 euro (par­lia­mo comun­que, nel caso l’ar­ti­co­lo cita­to esi­sta dav­ve­ro) di costi di oltre 6 anni fa…

Capi­to cui pro­de­st la che­mio? Altro che lot­ta al cancro!

Avver­ten­za: que­sto arti­co­lo vuo­le por­ta­re all’at­ten­zio­ne del­le per­so­ne alcu­ni fat­ti abi­tual­men­te igno­ra­ti. A me non fre­ga per­so­nal­men­te un caz­zo di come vole­te curar­vi. Basta che lascia­te agli altri la liber­tà di curar­si come pare a loro. Quin­di, per gli even­tua­li (pra­ti­ca­men­te cer­ti) com­men­ta­to­ri incaz­za­ti: evi­ta­te per favo­re di por­re com­men­ti aggres­si­vi. Se vole­te con­fu­ta­re l’ar­ti­co­lo no pro­blem, ma fate­lo nel­lo stes­so modo in cui è sta­to scrit­to: por­ta­te valo­re aggiun­to, non solo nega­zio­ne, e pos­si­bil­men­te docu­men­ta­zio­ne. Altri­men­ti anda­te a cagare!

Alcu­ni links uti­li per approfondimenti:

Usl Tosca­na 11

Natu­re

Natu­re (2)

Affa­ri Italiani

Mednat.org

Mednat.org (2)

Can­cer­que­st

Tor­ri­no Medica

Con­di­vi­di

7 Comments

  1. Valentina Petrova ha detto:

    la moti­va­zio­ne di dire “la mia” riguar­do il con­te­nu­to nel­l’ar­ti­co­lo di sopra è:la pau­ra per me stes­sa e per l’uo­mo in generale.Si ‚dico,me ne accor­go ‚in qual­che maniera,che mi inte­res­sa il ‚cosi chia­ma­to “prossimo“chi chessia,il vici­no di casa opp.il tur­co a Istanbul…perche i miei cari,li ho gia persi,esattamente per­che ave­va­no bec­ca­to le varie for­me di cancro!ed erano,naturalmente trattate,no!erano mal­trat­ta­te con la chemio…poverini,non sono riu­sci­ti di arri­va­re alla radio, che di soli­to segue la chemio…metto i pun­ti­ni dopo que­sti ter­mi­ni per­che mi vien dif­fi­ci­le asse­gnar­li la desi­nen­za – terapie.Dopo que­sta premessa,aggiungo solo due cose:l’autore del­l’ar­ti­co­lo ha asso­lu­ta­men­te ragio­ne nel­l’af­fer­ma­re ‚citan­do i fatti!che la lot­ta del can­cro e le armi che usa­no in que­sta inven­ta­ta spu­do­ra­ta­men­te lotta,sono una fol­lia psi­co­pa­ti­ca per giu­sti­fi­ca­re il gran scor­re­re di fiu­mi di dena­ro e…avere ‚comun­que …posto di lavoro(quest’ultimo riguar­da i cosi chia­ma­ti medi­ci );la secon­da – èd è que­sta mia osser­va­zio­ne e dedu­zio­ne che mi fa sta­re davvero,a dir poco,male!-le per­so­ne ‚gli uma­ni in genere,non voglio­no esse­re curati,non è che non vogliono…non san­no per­che devo­no esse­re curati…perche non han­no la sen­sa­zio­ne di esse­re vivi!non è poi cosi para­dos­sa­le com­pren­de­re quel­lo che dico,lo dimo­stra la real­tà del­la vita che conduciamo…altrimenti ‚per­che mai mi sot­to­por­rei coscien­te­men­te a trat­ta­men­ti hitleriani?!sapendo che è un orrore,una spe­ri­men­ta­zio­ne vera e pro­pria ‚una gigan­te­sca bugia…che nes­su­no ci è mai nascosto!si,nessun medi­co per quan­to ne so è arri­va­to a dire che…la che­mio e compagnia…curano qua­lun­que cosa!Allora,la deci­sio­ne è sem­pre nostra…ma,si è per­sa la digni­tà e la respon­sa­bi­li­tà di deci­de­re (potendo),come morire,come dice Francesco,se sto per mori­re e vor­rei aiutarmi,non mi spa­ro alla testa!…

  2. Paolo Ruffini ha detto:

    Com­pli­men­ti! Sta­se­ra ho cono­sciu­to il tuo blog, note­vo­le. Sono d’ac­cor­do con te. Ciao

    • Franz ha detto:

      Ti rin­gra­zio. Mia moglie ha usa­to in pas­sa­to il tuo meto­do con suc­ces­so per cura­re una fasti­dio­sa mico­si cuta­nea c. Per que­sto ave­vo sen­ti­to par­la­re di te. Sono con­ten­to del fat­to che tu abbia let­to l’ar­ti­co­lo ma soprat­tut­to che ti sia pia­ciu­to. Gra­zie mille!

  3. vincenzo simonetta ha detto:

    Franz ti rin­gra­zio a nome di tut­ti i mala­ti onco­lo­gi­ci per aver scrit­to l’ar­ti­co­lo, vor­rei chie­de­re a tut­ti gli onco­lo­gi che pre­scri­vo­no i cosid­det­ti pro­to­col­li, come si sen­to­no quan­do vedo­no il tra­sfor­mar­si dei pazien­ti in zom­bi, come si sen­to­no quan­do non vedo­no più pazien­ti in cura per­chè pas­sa­ti ad altra vita, come si sen­to­no quan­do ai con­trol­li (PET o TAC) vedo­no il male aumen­ta­re o pro­li­fe­ra­re. Vor­rei chie­de­re a que­sti lumi­na­re se a un loro fami­lia­re, col­pi­to da tumo­re, pra­ti­che­reb­be­ro che­mio e radio, sicu­ra­men­te la rispo­sta non sareb­be né veri­tie­ra né sin­ce­ra. A chi decan­ta la nostra costi­tu­zio­ne come la più bel­la del mon­do vor­rei dire che è vero solo se fos­se pie­na­men­te appli­ca­ta, vedi l’art. 32.

  4. Paola ha detto:

    sono dac­cor­do con lei , pur­trop­po oggi non è pos­si­bi­le esse­re dac­cor­do con la medi­ci­na in quan­to ci accor­gia­mo che la stes­sa non è a ser­vi­zio di chi sta male, ma di chi sa pro­dur­la in manie­ra mira­ta a far­la ren­de­re il più pos­si­bi­le. Le fac­cio un es: medi­ci­na pre­ven­ti­va, la regio­ne deci­de di stan­zia­re tot per uno scree­ning vasto sul ter­ri­to­rio. Tut­te le per­so­ne sopra i 60 ven­go­no invi­ta­te a fare una mam­mo­gra­fia …risul­ta­to è chia­ro che non può che esser­ci un risul­ta­to altri­men­ti il pros­si­mo anno sal­ta il finan­zia­men­to (que­sto il mio pensiero)…tot per­so­ne ven­go­no cura­te e gua­ri­te per­chè sco­per­to in tem­po il can­cro alla mamel­la. La cura :ope­ra­zio­ne, che­mio bre­ve ciclo, con­trol­li periodici…Ho un dub­bio, mi rima­ne den­tro un dubbio…non basta pros­si­mo esa­me esa­me del­le feci per can­cro colon, idem come sopra… Maria fuo­ri dal cam­pio­ne scree­ning deve asso­lu­ta­men­te fare una mam­mo­gra­fia o un esa­me alle feci per distur­bi seri che le met­to­no ansia…attesa 1 anno il pri­mo e mesi il secon­do, cer­to sal­vo che il medi­co sot­to la sua respon­sa­bi­li­tà non dica che sei Urgen­te, ma rara­men­te lo fa, per­chè a te nes­su­no crede…sei fuo­ri cam­pio­na­tu­ra etc…so sono sta­ta appros­si­ma­ti­va nel­lo spie­ga­re, ma è tut­to vero pro­vi a chie­de­re e vedrà. P

    • franz ha detto:

      Cara Pao­la, nes­su­na con­fu­sio­ne, anzi… la tua spie­ga­zio­ne è sta­ta chia­ra! Non ho biso­gno di con­trol­la­re per­chè pur­trop­po que­ste logi­che assur­de mi sono per­fet­ta­men­te note. E’ incre­di­bi­le come il nostro siste­ma nazio­na­le sia detur­ba­to da esi­gen­ze uni­ca­men­te com­mer­cia­li. Gra­zie del pas­sag­gio e del commento!