>

Chi dorme rincoglionisce anche te: digli di smettere

Dicia­mo che è una di quel­le cose che ti ven­go­no in men­te, ad esem­pio, in una tran­quil­la mat­ti­na­ta qual­sia­si, quan­do ti tro­vi inchio­da­to nel traf­fi­co di una cit­tà di pro­vin­cia qual­sia­si, in cui tut­ti sem­bra­no muo­ver­si al rallentatore.

Per­chè tu puoi anche esse­re bel­lo sve­glio e pie­no di ener­gie, ma se tut­ti intor­no a te han­no il culo immer­so nel­la melas­sa, il tuo sta­to di veglia, da un pun­to di vista pra­ti­co, spes­so con­ta poco.

E que­sto, se per il traf­fi­co è una con­di­zio­ne da cui è dif­fi­ci­le esu­la­re, dovreb­be far pen­sa­re. Sia­mo tut­ti nel­la stes­sa bar­ca. Per­ciò, se per un qual­che moti­vo ti tro­vi ad esse­re più sve­glio di altri, inve­ce di tirar­te­la è meglio se ti dai da fare. E non solo per un van­tag­gio altrui ma anche per quel­lo tuo personale.

E poi, come logi­ca con­se­guen­za, vale anche il per­cor­so con­tra­rio: se pas­si la tua vita in mez­zo a gen­te che dor­me, è faci­lis­si­mo che ti addor­men­ti anche tu! Quin­di, ogni tan­to, ricor­da­ti di con­trol­la­re se sei anco­ra sve­glio o se stai sognan­do di esser­lo, per­chè pas­sa­re da uno sta­to all’al­tro non è così difficile.

Per non par­la­re del fat­to che… sei pro­prio sicu­ro di esse­re tu quel­lo sve­glio? Maga­ri appun­to lo sei sta­to per qual­che istan­te ma poi ti sei di nuo­vo rin­co­glio­ni­to e ades­so vivi nel ricor­do di quei quat­tro secon­di di luci­di­tà, come se fos­se­ro anco­ra reali.

Insom­ma…

Muo­vi quel culo!

Scu­sa­te la sin­te­si… vado di fret­ta che ho lascia­to il gas acceso!

Con­di­vi­di