>

Pensiero Lucido: il riconoscimento formale come causa della meccanicità

Il nostro mera­vi­glio­so cer­vel­lo è in gra­do di estra­po­la­re in pochi secon­di uno sche­ma anche nel­le con­di­zio­ni più dif­fi­ci­li. Una capa­ci­tà che ci con­sen­te di rico­no­sce­re la natu­ra del­le cose sot­to altre spoglie.

Ma al con­tem­po è anche un siste­ma alla base del­l’in­ca­pa­ci­tà di osser­va­re in modo distac­ca­to la vita ed i suoi even­ti, sen­za ten­ta­re, il più del­le vol­te in modo com­ple­ta­men­te auto­ma­ti­co, di adat­ta­re la real­tà al pic­co­lo e ridot­to orti­cel­lo del­la nostra esperienza.

Il rico­no­sci­men­to for­ma­le potreb­be esse­re una bene­di­zio­ne, ma sen­za un uso con­sa­pe­vo­le diven­ta una condanna…

Leg­gi il resto del­l’ar­ti­co­lo su Pen­sie­ro Lucido

Con­di­vi­di