>

I Sussurri del Lama: quando inizia la via del Cuore

Nel sen­tie­ro blu, come vie­ne spes­so indi­ca­to per il colo­re del cuo­re, la via è indi­ca­ta da una serie di pas­sag­gi. Sono pas­sag­gi obbli­ga­ti, sequen­zia­li; si pos­so­no pas­sa­re in rapi­di­tà al pun­to da pen­sa­re che alcu­ni di essi sia­no evi­ta­bi­li, ma la real­tà non è così.

Il mio ado­ra­to Maestro me ne fece par­te mol­to tem­po fa, e quel sin­go­lo momen­to non mi si è mai can­cel­la­to dal­la men­te. Ora che l’e­tà aumen­ta que­sto non cam­bia, anzi, aumen­ta. Come se la pre­gnan­za del­le Sue paro­le fos­se sem­pre mag­gio­re, al pas­sa­re del tempo.

Era not­te, sta­vo dor­men­do, quan­do lo spa­zio fron­ta­le acqui­stò vita, una ter­za dimen­sio­ne fat­ta di gran­de profondità.

Tutto era nero ma, ugual­men­te, pote­vo per­ce­pi­re la pro­fon­di­tà davan­ti ai miei occhi, per quan­to chiusi.

Poi un luco­re ini­ziò a pren­de­re for­ma al cen­tro di quel­lo spa­zio, fino a ren­der­si luce e ad avvi­ci­nar­si a me. Il colo­re di quel­la luce era un blu elet­tri­co can­gian­te, a trat­ti così for­te da sem­bra­re bian­co, a trat­ti così vio­la da pare­re del nero più profondo.

Quindi com­par­ve Lui, il Maestro che, con un sor­ri­so, sem­brò dar­mi il Suo ben­ve­nu­to in quel­la dimen­sio­ne sconosciuta.

“E’ così, T. Questa dimen­sio­ne ti è pro­fon­da­men­te sco­no­sciu­ta, ma non tan­to quan­to tu cre­di. Questo è il moti­vo per cui hai pre­so un cor­po uma­no, il vero sen­so di quel­lo che dovrai fare.

Osserva atten­ta­men­te que­sti colo­ri, per­chè atten­go­no diret­ta­men­te ad un cuo­re, il tuo! Ed altret­tan­to atten­go­no ad una via, un per­cor­so, un sen­tie­ro che por­ta attra­ver­so un cana­le mol­to stret­to. Guarda!”

Così dicen­do il Maestro fece un gesto. Nel buio del mio scher­mo men­ta­le vidi crear­si una gran­dis­si­ma sfe­ra blu, al cui cen­tro affe­ri­va dal bas­so un sot­ti­le ramo di ener­gia altret­tan­to blu, così sot­ti­le da pare­re un capel­lo, in con­fron­to all’e­nor­mi­tà del­la sfera.

“Quello che stai veden­do, T, è il cana­le sot­ti­le che acce­de al cuo­re e che per­met­te la tra­sfor­ma­zio­ne alche­mi­ca del­la sof­fe­ren­za e di tut­te le altre ener­gie gros­so­la­ne nel­l’e­ner­gia del Cuore. Osserva cosa acca­de quan­do un cari­co di dolo­re lo attraversa!”

E io vidi. Vidi il dolo­re, sot­to for­ma di una sfe­ra color ros­so san­gue, anda­re a “chiu­de­re” il cana­le sot­ti­lis­si­mo dal­la par­te infe­rio­re. Istantaneamente la gran­de sfe­ra blu par­ve con­trar­si, qua­si col­las­sa­re, men­tre il sot­ti­le cana­le sem­bra­va entra­re in azio­ne. Lentamente, con una pul­sa­zio­ne cal­ma, ma inar­re­sta­bi­le, il cana­le ini­ziò ad assor­bi­re il con­te­nu­to ros­so del­la sof­fe­ren­za, tra­sfor­man­do­lo e vivi­fi­can­do­lo tra­mi­te qual­co­sa che, dal­la sfe­ra più gran­de, inter­ve­ni­va per­chè ciò avve­nis­se. E men­tre que­sto pro­ces­so pro­se­gui­va, una luce mera­vi­glio­sa si spar­ge­va all’in­tor­no. Al ter­mi­ne del pro­ces­so, la sfe­ra ros­sa non esi­ste­va più: era dive­nu­ta del­lo stes­so colo­re blu del gran­de cuo­re sopra di essa.

“Quello che stai osser­van­do è un cuo­re di Compassione, che tra­mi­te l’Amore tra­sfor­ma la sof­fe­ren­za in Luce. E’ l’al­chi­mia del mira­co­lo, la vera Via del Cuore. ”

La visio­ne sva­nì com’e­ra venu­ta, e rima­se solo l’im­ma­gi­ne del mio Maestro a parlarmi.

“La Via del Cuore ini­zia dal­la capa­ci­tà di ascol­ta­re. Dall’ascolto segue la Comprensione. Fino a qui vi è ritor­no; puoi anco­ra tor­na­re, la via non è così stretta.

Ma se deci­di di anda­re oltre, la stra­da diven­ta a sen­so uni­co, per­chè poi segue la Compassione. Da lì non vi è ritor­no, non si può rinun­cia­re alla Compassione, capi­sci? Una vol­ta imboc­ca­ta quel­la Via, quel­la del Bodhisattva, solo avan­ti si può pro­ce­de­re. Da quel momen­to ini­zia la vera via Blu, la Via del Cuore. Non l’u­ni­ca, sicu­ra­men­te, e non la più sem­pli­ce. Ma for­se la più nobile.

A te la scel­ta, quan­do ver­rà il momento!”

Condividi

3 Comments

  1. Jackill ha detto:

    Bellissimo ma per noi poco pra­ti­ca­bi­le, se non qua­si impossibile !

    • Franz ha detto:

      Ciao Jackill… non è impos­si­bi­le, cre­di­mi. Basta ini­zia­re dal pri­mo pas­so e far­ne sem­pre uno dopo l’al­tro, a vol­te ci si fer­ma, sem­bra di esse­re anda­ti a sbat­te­re con­tro un muro… ma poi, se Dio vuo­le, si ritor­na a cam­mi­na­re, Sempre un pas­so dopo l’altro.
      E que­sto te lo pos­so dire anch’io. Magari Lama T vor­rà aggiun­ge­re qual­co­sa di suo.
      Buona sera­ta! :bye:

  2. LamaT ha detto:

    Thank you Jackill, and thank you Franz.
    Both of you are right. But it only depends on what real­ly mat­ters for you. You see, times are chan­ging. Things are dif­fe­rent now. People are chan­ging their inner DNA. Everything, in spi­te of what is hap­pe­ning, is faceing towards LOVE. And Love can only be found insi­de our heart.
    That’s it. Nothing more, nothing less!
    God bless you both!