>

I Sussurri del Lama: costruire la determinazione

“La deter­mi­na­zio­ne si costrui­sce nel­l’a­zio­ne. Pri­ma del­l’at­to si par­la solo di sentire.”

Con que­sta fra­se un gior­no il mio Mae­stro mi apo­stro­fò, di fron­te al mio enne­si­mo insuc­ces­so in una cer­ta pra­ti­ca medi­ta­ti­va. Qua­lun­que fos­se il mio sfor­zo, la mia con­cen­tra­zio­ne, non arri­va­vo mai a sta­bi­liz­zar­mi nel­lo sta­to che sape­vo esse­re la cor­ret­ta con­se­guen­za di quel­la pratica.

Lui dis­se que­sta fra­se e poi se ne andò, come se nul­la fos­se acca­du­to. Impie­gai mol­to tem­po a com­pren­de­re qua­le fos­se sta­to il signi­fi­ca­to del­le sue paro­le ma poi, un gior­no, di col­po rea­liz­zai cosa aves­se inte­so dire.

Suc­ces­se quan­do, abban­do­na­ta ogni spe­ran­za, affron­tai ogni minu­to del­la pra­ti­ca con la sola volon­tà di por­tar­lo a ter­mi­ne nel miglior modo pos­si­bi­le. Allo­ra mi accor­si che, con il pas­sa­re del tem­po, la mia volon­tà si raf­for­za­va, diven­tan­do più effi­ca­ce ad ogni respiro.

Quan­do la mia men­te si tro­vò di col­po immer­sa nel silen­zio, final­men­te com­pre­si quan­to le paro­le del mio Mae­stro fos­se­ro sta­te vere.

La deter­mi­na­zio­ne l’a­ve­vo rag­giun­ta median­te lo sfor­zo. Non il con­tra­rio. Il risul­ta­to non era giun­to gra­zie alla volon­tà ma gra­zie allo sfor­zo. E anche la deter­mi­na­zio­ne, che potrem­mo defi­ni­re a tut­ti gli effet­ti uno sta­to di coscien­za, era giun­ta al ter­mi­ne del­lo sfor­zo. Anzi, potrei dire che il risul­ta­to di quel­la pra­ti­ca fu pro­prio la costru­zio­ne del­la deter­mi­na­zio­ne, anzi che lo sta­to di coscien­za in cui final­men­te ven­ni a trovarmi.

In real­tà, rea­liz­zai, pri­ma di com­pie­re lo sfor­zo cor­ret­to si ha solo una traen­za, un sen­ti­re che ci por­ta a pro­dur­re uno sfor­zo. Quan­do lo sfor­zo vie­ne pro­dot­to in modo cor­ret­to, allo­ra la deter­mi­na­zio­ne lo segue, esat­ta­men­te come il risultato.

Non è deter­mi­na­to colui che intra­pren­de l’a­zio­ne, ma colui che non la inter­rom­pe. E que­sta qua­li­tà si crea solo dopo il com­pi­men­to com­ple­to dell’azione.

La deter­mi­na­zio­ne non è il mez­zo, ma il risultato.

Con­di­vi­di

5 Comments

  1. Giuseppe ha detto:

    A vol­te poche righe val­go­no più di un inte­ro trattato.
    Gra­zie mil­le Lama T.

  2. valentina petrova ha detto:

    Gra­zie !

  3. Donatilla ha detto:

    Gra­zie di Cuore…

  4. sandra ha detto:

    Dopo una gior­na­ta deci­sa­men­te dif­fi­ci­le, tor­na­vo a casa e pas­so dopo pas­so mi chie­de­vo di cosa ave­vo biso­gno, poi, infi­lan­do la chia­ve nel­la top­pa ecco…si…determinazione! Ora davan­ti a que­sto scritto
    sor­ri­do per le pic­co­le magie che la vita ci rega­la, non mi resta che rileg­ger­lo 300 vol­te, poi anco­ra seder­mi lì, sul mio ama­to cuscino.…Grazie! 😛

  5. thank you ha detto:

    Thank you Lama, we want to know you!!!!!!!