>

Ghost Rider 2: da evitare come la peste

Trama ine­si­sten­te, se non come con­cen­tra­to di tut­ti i peg­gio­ri luo­ghi comu­ni sul male e affi­ni. 3D pie­no di gho­sting, mal­fat­to, che toglie luce a qua­lun­que inqua­dra­tu­ra, ren­den­do la sce­na insop­por­ta­bil­men­te buia, inu­ti­le ed esa­spe­ran­te. Dialoghi peg­gio­ri del­la più infi­ma soap ope­ra venezuelana.

Il nuo­vo epi­so­dio del Rider sareb­be già un film dei peg­gio­ri anche così.

Ma non basta: quel­lo che a parer mio più con­ta è la vei­co­la­zio­ne in ogni sce­na di una qua­li­tà putri­da, inu­til­men­te vio­len­ta e insop­por­ta­bil­men­te oscu­ra: a par­ti­re dal­la ghi­gna di Cage, gon­fio, visci­do e schi­fo­so, per fini­re con un gho­st rider che non ha nem­me­no più la digni­tà di una costo­let­ta d’a­gnel­lo rosic­chia­ta allo stremo.

Inquadrature che indu­gia­no sen­za moti­vo (appa­ren­te) sul­le sce­ne più vio­len­te, giu­sto per far­ti entra­re la scim­mia sot­to pel­le, tra­sfor­ma­zio­ni del­l’uo­mo in spi­ri­to del male che dura­no un’e­ter­ni­tà, accom­pa­gna­te da musi­ca nep­pu­re degna di esse­re chia­ma­ta tale.

Ma soprat­tut­to, come det­to pri­ma, una vei­co­la­zio­ne di qua­li­tà putri­de, emo­zio­ni tal­men­te den­se da ren­de­re l’e­sor­ci­sta un roman­zo rosa. Il tut­to sen­za alcun sen­so, sen­za alcu­na ragion d’es­se­re; nes­su­na atti­nen­za con il per­so­nag­gio ori­gi­na­le, con lo spi­ri­to con cui ven­ne crea­to Ghost Rider.

Più pro­ba­bil­men­te una sem­pli­ce scu­sa per la regia per mani­fe­sta­re tut­te le brut­tu­re di cui è riu­sci­ta a far esperienza.

Da evi­ta­re come la peste!

Condividi

2 Comments

  1. maurizio ha detto:

    mi spin­ge­rei oltre.” con­si­glie­rei alle per­so­ne “sane“di mente,di evi­ta­re tut­ti i film del “macho“nicolas cage.visto che è l’i­do­lo del mio papino,che con i suoi 81 anni,ha sem­pre ammi­ra­to un sac­co ‚i vari john wayne,charles bron­son, texas rangers.e vai cos’ì. con­si­glie­rei inve­ce “viva­men­te” di rive­de­re varie volte,l’eccezzionale tri­lo­gia di matrix. un salu­to­ne all’es­se­re chia­ma­to franz. :swim:

  2. Roberto Rini ha detto:

    nota­vo , io ma non solo io, che da un pò di tem­po nico­las cage è pre­sen­te in pro­get­ti oscu­ri , lega­ti alle tema­ti­che del male..alle for­ze oscu­re, e spes­so in modo del tut­to inu­ti­le.. e sareb­be pure un buon atto­re, sopra­tut­to nel­le commedie..ma tra elo­gi del­la mas­so­ne­ria (ne ha fat­ti alme­no tre così) ed elo­gi alle ener­gie più bas­se, vie­ne il sospet­to che la cosa non sia casua­le, che la sua pre­sen­za in que­sti pro­get­ti abbia moti­va­zio­ni che van­no bel oltre la que­stio­ne-con­to in ban­ca. i com­plot­ti­sti lo vedo­no ormai come un atto­re in mano alle major oscu­re, quel­le che vei­co­le­reb­be­ro i mes­sag­gi subli­mi­na­li degli “illu­mi­na­ti” (NWO ecc.. ammes­so che esi­sta na cosa del gene­re), ma anche sen­za dar cre­di­to a trop­pe die­tro­lo­gie, io dico che i suoi par­ruc­chi­ni e il cero­ne al viso per rin­gio­va­ni­re abbia­no qual­co­sa di sata­ni­co :unbe­lie­ve: 😈 :unbe­lie­ve: