>

La strana correlazione tra Sole e radioattività

Un feno­me­no noto dal 2010 ma che anco­ra non tro­va una spie­ga­zio­ne sod­di­fa­cen­te. Innanzitutto un bre­vis­si­mo spie­got­to: le sostan­ze radioat­ti­ve, pro­prio a cau­sa del­la loro atti­vi­tà, ten­do­no nel tem­po a tra­sfor­mar­si in altre sostan­ze, inter­ti o meno radioat­ti­ve. Il tem­po in cui avvie­ne que­sta tra­sfor­ma­zio­ne vie­ne defi­ni­to “tem­po di deca­di­men­to”, e la sua dura­ta dipen­de da ogni sostanza.

In real­tà sareb­be meglio par­la­re di “emi­vi­ta”. Ovvero di quan­to tem­po è neces­sa­rio per­chè una mas­sa di una data sostan­za dimez­zi la sua com­po­nen­te radioattiva.

Ad ogni modo il tem­po di deca­di­men­to o emi­vi­ta che dir si voglia è una carat­te­ri­sti­ca estre­ma­men­te sta­bi­le negli iso­to­pi radioat­ti­vi, tan­to che alcu­ni di essi, come il cele­ber­ri­mo car­bo­nio 14, sono usa­ti per la data­zio­ne di perio­di sto­ri­ci pro­prio per­chè è noto il loro tem­po di decadimento.

Orbene, dal 2010 que­sta cer­tez­za non è più così pre­ci­sa. Diversi scien­zia­ti han­no infat­ti nota­to che vi era una stra­na flut­tua­zio­ne dei tem­pi di deca­di­men­to di diver­se sostan­ze che sta­va­no maneg­gian­do in quel momen­to nel cor­so dei loro esperimenti.

Tali flut­tua­zio­ni, gira che ti rigi­ra, sono risul­ta­te in stret­ta cor­re­la­zio­ne con il Sole e con l’at­ti­vi­tà del nucleo sola­re, anche se, a tut­ti gli effet­ti, nes­su­no ha anco­ra capi­to in che modo avven­ga que­sta interazione.

L’unica spie­ga­zio­ne che si sono dati è una pos­si­bi­le anche se inspie­ga­bi­le inte­ra­zio­ne con i mate­ria­li fis­si­li da par­te di flus­si di neu­tri­ni. La cosa risul­ta par­ti­co­lar­men­te stra­na, in quan­to il neu­tri­no sem­bra­va fino­ra esse­re la par­ti­cel­la più snob di tut­te, ovve­ro quel­la che la mate­ria qua­si non la caga man­co di striscio.

E infat­ti, il Dott. Jenkins, uno dei pri­mi a nota­re il feno­me­no ha com­men­ta­to pro­sai­ca­men­te: “Quello che stia­mo dicen­do è che qual­co­sa che non inte­ra­gi­sce pra­ti­ca­men­te con nien­te e per nul­la, sta sostan­zial­men­te cam­bian­do qual­co­sa che non dovreb­be poter cam­bia­re”.

La noti­zia, del tut­to igno­ra­ta dai media euro­pei, non deve sem­bra­re così poco signi­fi­ca­ti­va. Innanzitutto per­chè, quan­do ver­rà con­fer­ma­ta, potreb­be man­da­re all’a­ria tut­ti i siste­mi di data­zio­ne basa­ti sul car­bo­nio e iso­to­pi vari, sia nel­le inda­gi­ni sto­ri­che che in quel­le giu­ri­di­che (il carbonio14 vie­ne uti­liz­za­to per data­re cada­ve­ri, ad esempio).

E secon­da­ria­men­te per­chè si par­la di un’in­te­ra­zio­ne del Sole con il nostro pia­ne­ta di cui anco­ra nes­su­no (o quan­to­me­no pochi) si era reso con­to, un’in­te­ra­zio­ne comun­que abba­stan­za poten­te da cam­bia­re addi­rit­tu­ra il tem­po in cui un mate­ria­le si tra­sfor­ma in un altro.

Non mi pare roba da poco, no?

Condividi

4 Comments

  1. valentina petrova ha detto:

    Molto interessante.Secondo il dr.Jenkins“è sta­to costatata,l’esistenza di “qual­co­sa” (sostanza,materia,energia…)emanata dal Sole,che non inte­ra­gi­sce con nien­te e per nulla,eppure!è in gra­do di cam­bia­re …pra­ti­ca­men­te TUTTO nel­la vita fisi­ca e non solo,di tut­ti noi del pia­ne­ta Terra?!E poi,quando vie­ne uffi­cial­men­te con­fer­ma­ta la costa­ta­zio­ne scientifica(io per­so­nal­men­te sono sicu­ra che il pro­ces­so è gia un dato di fat­to negli ambien­ti scientifici),secondo la mia immaginazione,sara cam­bia­to non solo il meto­do di datazione;la par­te giuridica,la hro­no­lo­gia etc.(sempre fat­ti impor­tan­ti) ma,il Tempo stes­so e la materia.Nel sen­so-for­se sare­mo testi­mo­ni di nuo­ve capa­ci­tà del­la mate­ria di tra­sfor­mar­si e di con­se­guen­za ‚di cam­bia­re e dimo­stra­re diver­se ener­gie… inclu­so gli orga­ni­smi nostri e di ogni altra for­ma vivente…Aspettero i com­men­ti di altri lettori(sperando che qual­cu­no sia alme­no un fisi­co nuclea­re per spie­gar­ci qual­co­sa di piu con­cre­to e dettagliato)perche a me personalmente,questa notizia,e spe­cial­men­te ‚quell modo ‚un po mistico,di esprimersi,da par­te del­lo scien­zia­to dr.Jenkins,mi ha impres­sio­na­to moltissimo.Buona gior­na­ta a tut­ti e ‚gra­zie Franz.

  2. daniele ha detto:

    Ciao Franz! Curioso que­sto arti­co­lo, non ave­vo mai sen­ti­to par­la­re di que­sto feno­me­no… vedrò di docu­men­tar­mi un po’! gra­zie per lo spun­to e buo­ne cose,
    Dany

    • Franz ha detto:

      Ti aspet­to… a tito­lo di aggiunta…la cosa è sta­ta resa nota da Stanford per boc­ca di Ephraim Fischbach e dal­la Purdue University.
      Se non vado erra­to la pri­ma osser­va­zio­ne è sta­ta fat­ta su man­ga­ne­se-54, che deca­de a mo’ di lip­pa. Poi han­no nota­to la stes­sa flut­tua­zio­ne sia su Cesio 137 che su Silicone 32 e Radio 226.
      Il pri­mo arti­co­lo sul­l’ar­go­men­to è sta­to pub­bli­ca­to su Astroparticle Physics, Nuclear Instruments and Methods in Physics Research e su Space Science Reviews.
      L’articolo ori­gi­na­le che ho cita­to nel post inve­ce è pub­bli­ca­to da Science Daily. :bye:

      • daniele ha detto:

        oK! Vedo cosa rie­sco a tro­va­re e ti farò sape­re… 🙂 a presto!