>

Bagnasco e la liberalizzazione della domenica

Ci sono del­le vol­te (come que­sta), che ini­zio a scri­ve­re un post alme­no ven­ti vol­te di segui­to e altret­tan­te rico­min­cio, per­chè le paro­le (anche quel­le poco ripe­ti­bi­li) mi si affol­la­no sul­le dita, ansio­se di esse­re scritte.

Leg­ge­te que­sto arti­co­lo di Repub­bli­ca. Ma se non ne ave­te voglia, ve ne rias­su­mo i pun­ti salienti:

1) La dome­ni­ca non si deve lavo­ra­re (bisgna dedi­car­la alla fami­glia): quin­di even­tua­li ulte­rio­ri libe­ra­liz­za­zio­ni non dovreb­be­ro esse­re fatte.

2) La Chie­sa non chie­de esen­zio­ni par­ti­co­la­ri per i suoi immo­bi­li, solo di esse­re trat­ta­ta come le altre Onlus.

3) L’e­va­sio­ne è un peccato.

E’ un arti­co­lo dav­ve­ro da leg­ge­re, per­chè ti fa ren­de­re con­to del­l’in­cre­di­bi­le, asso­lu­ta capa­ci­tà di attac­car­si a qua­lun­que cosa pur di riba­di­re il pro­prio pote­re da par­te del­la Chiesa.

Pun­to 1) La dome­ni­ca non si deve lavorare.

Ma non per­chè non dovreb­be esse­re neces­sa­rio far­lo, o per­chè una vita in cui non fai altro che lavo­ra­re, lavo­ra­re, lavo­ra­re, non ha asso­lu­ta­men­te alcun sen­so. No! Non sia mai! Per­chè la dome­ni­ca la devi dedi­ca­re alla fami­glia (per l’a­mor di Dio.… pren­der­si del tem­po per se’ stes­si non è nem­me­no con­si­de­ra­to, vero?)

Ma que­sto potreb­be anche pas­sa­re, se non fos­se che la Chie­sa, per boc­ca di Bagna­sco, anco­ra una vol­ta si arro­ga il dirit­to di impor­re alle per­so­ne che ne han­no biso­gno (gra­zie anche a loro, mi ver­reb­be da dire…) di non lavo­ra­re in quel gior­no in cui maga­ri, appro­fit­tan­do del­le vasche dome­ni­ca­li, potreb­be­ro tirar su due euro in più con cui, maga­ri, paga­re il mutuo. Ma tan­to a lui che glie­ne fre­ga? A lui la casa non glie­la tol­go­no di certo!

Pun­to 2) La Chie­sa non chie­de esen­zio­ni particolari,

Nooooo! Ma quan­do mai… pec­ca­to che solo con­si­de­ran­do l’im­men­so patri­mo­nio immo­bi­lia­re di cui è pro­prie­ta­ria, anche chie­de­re un trat­ta­men­to pari­ta­rio alle altre Onlus non sia altro che una richie­sta mol­to… ma mol­to particolare!

Pun­to 3) L’e­va­sio­ne un peccato

Ecco, si… giu­sto! Per­chè die­ci non bastavano!

E il peg­gio è che a cose come que­ste vie­ne dato un fia­to, un ven­to, un’en­fa­si spet­ta­co­la­re, sen­za che un solo gior­na­li­sta alzi la mano anche solo per un semplicissimo:

“A Bagna’.… ”

Con­di­vi­di

4 Comments

  1. Blushaft / wfal ha detto:

    A Bagna’.…che stia­mo qui a schiac­cia­re i pun­ti neri alle coccinelle !!!!!

  2. Jackill ha detto:

    Per­chè ti arrb­bi Franz ! Sai bene che il vati­ca­no è un par­ti­to poli­ti­co mol­to influen­te e che non cen­troa nul­la con la reli­gio­ne, ma solo a sot­to­met­te­re le menti.
    Quin­di det­to ciò, l’u­ni­ca dif­fe­ren­za tra i poli­ti­ci e il vati­ca­no è che l’ul­ti­mo non và ad ele­zio­ni ma regna inpe­ri­tu­ro sul nostro buco del culo!
    l’u­ni­co modo per toglir­se­li dai coglio­ni è non cagar­li più !

  3. manu ha detto:

    :devil: Stò viven­do nel pec­ca­to da tut­ta la vita secon­do bagna­sciu­ga li hahahaa!!!!!!
    La cer­tez­za è che sicu­ra­men­te ne ripar­le­re­mo …in video chia­ma­ta dal cal­do dell’inferno!!!!

  4. valentina petrova ha detto:

    UN pro­ver­bio dice:“Non è paz­zo colui che man­gia la tor­ta ma,colui che glie­la porge!”