>

In amore anche un pizzico d’ego può rovinare la frittata… By Giuseppe

Un gior­no un Esse­re e la sua Per­so­na­li­tà si incon­tra­ro­no (fat­to raris­si­mo nel­la vita). Nac­que così que­sta curio­sa storiella.

Esse­re – Che ne dici di pre­pa­ra­re una gran­de frit­ta­ta da offri­re ai “bim­bi sperduti”?.

Per­so­na­li­tà – Che idea magni­fi­ca. E come la chiamiamo?

Esse­re – Frit­ta­ta dell’amore.

Per­so­na­li­tà – Mi pia­ce. Gli ingre­dien­ti li met­to io.

Esse­re – E io met­to la mia lun­ga esperienza.

Per­so­na­li­tà (men­tre tira fuo­ri tut­ti gli ingre­dien­ti) – Allo­ra che mettiamo?

Esse­re – 50 uova, 100gr di for­mag­gio, una spruz­za­ta di olio, due cuc­chiai di sale, anche un cuc­chia­io di lat­te non ci sta male (la ammor­bi­di­sce), del prez­ze­mo­lo, 1 kg di amo­re, ½ kg di passione…anzi, no, abbon­dia­mo, met­tia­mo­ci tan­ta, tan­ta pas­sio­ne; poi 300 gr di cono­scen­za, 3 cuc­chiai di pia­ce­re di con­di­vi­de­re, mol­ta esperienza…

(Men­tre l’Essere par­la, la Per­so­na­li­tà si dà un gran da fare. La frit­ta­ta è ormai sul fuo­co e sta uscen­do pro­prio bene…)

Per­so­na­li­tà – E ora un piz­zi­co di ego.

Esse­re – No, quel­lo no!

Per­so­na­li­tà – Per­ché no?

Esse­re – Per­ché in que­sto gene­re di “affa­ri” l’ego ne deve sta­re fuori.

Per­so­na­li­tà – Ma io l’ho sem­pre usa­to per me stes­so, e ti assi­cu­ro che ha dato un sapo­re spe­cia­le a tut­te le mie preparazioni.

Esse­re – Sì, e hai fat­to bene! Ma non va bene per que­sta pre­pa­ra­zio­ne. Qui è in bal­lo il dare sen­za tor­na­con­to e sen­za gra­ti­fi­ca­zio­ne personale.

Per­so­na­li­tà – E io lo metto!

Esse­re – No!

Per­so­na­li­tà – Sì!

No!

Sì!

Noooo!

Sìiii!…e aggiun­ge il “piz­zi­co” di ego…… (Subi­to si sen­to­no rumo­ri sini­stri: frrrr, sghrrrmf, splack)….

Per­so­na­li­tà (timi­da­men­te) – Chhh…che è successo?

Esse­re – E’ suc­ces­so che ora è imman­gia­bi­le. Assaggia.

Per­so­na­li­tà (assag­gian­do cau­ta­men­te e spu­tan­do subi­to tut­to) – pfff…che schi­fez­za!.. Mi spiace…è una cosa grave?

Esse­re – Non pre­oc­cu­par­ti, va avan­ti così sin dal­la not­te dei tem­pi. Ricor­da solo: quan­do fai una cosa per te allo­ra ci può anche star bene una “spruz­za­ta di ego”, anche a ton­nel­la­te, se vuoi, ma se lo fai per gli altri è pro­prio “quel­lo” che sicu­ra­men­te rovi­ne­rà tut­to. Ciao…al pros­si­mo incontro.

Per­so­na­li­tà – E mi lasci così? Dim­mi alme­no qualcosa…

Esse­reMa và a cagare!

Con­di­vi­di

3 Comments

  1. Donatilla ha detto:

    Bel­lis­si­ma sto­ria, il fina­le :muah: :muah: :muah:

  2. Fede ha detto:

    inge­gno­so

  3. Giuseppe ha detto:

    Gra­zie Fede. 😉