>

La presunzione dell’AGCOM: ancora una volta abbiamo 24 ore per farci sentire.

Il Par­la­men­to ha comin­cia­to a rimet­te­re al suo posto l’A­G­COM, pro­prio citan­do i 60.000 mes­sag­gi che sono arri­va­ti ai sena­to­ri nel­le 24 ore pre­ce­den­ti la scor­sa audi­zio­ne di Calabrò.

La rispo­sta del pre­si­den­te del­l’A­G­COM, col­ma di gra­ve sup­po­nen­za e indi­ce di una man­can­za di rispet­to per gli ita­lia­ni dav­ve­ro pre­oc­cu­pan­te, è stata:

sono solo “cin­guet­tii e gri­da” in dife­sa del “Far Web”!

Que­sto deve far capi­re che l’A­G­COM deve asso­lu­ta­men­te esse­re rimes­sa al suo posto e il pote­re rimes­so nel­le mani del­l’u­ni­co orga­no cui la nostra demo­cra­zia lo con­ce­da: il Parlamento.

Par­la­men­to che, per una vol­ta, si è dimo­stra­to sen­si­bi­le ai segna­li pro­ve­nien­ti dal­la popo­la­zio­ne, dal­la gente.

Com­bat­tia­mo quin­di una vol­ta in più per la liber­tà del­la rete in Ita­lia, per­chè non è inu­ti­le: i fat­ti lo dimo­stra­no. Ma occor­re pro­dur­re azio­ni reali.

Visi­tan­do que­sta pagi­na sul sito di Avaaz, potre­te invia­re un vostro mes­sag­gio che ver­rò ripor­ta­to diret­ta­men­te al Par­la­men­to doma­ni. Potre­te anche uti­liz­za­re Twit­ter e Face­book per testi­mo­nia­re la vostra volon­tà e la vostra deter­mi­na­zio­ne a che la Rete resti libera.

Abbia­mo 24 ore per inon­da­re il Par­la­men­to con la nostra volon­tà: cer­chia­mo di non dormire!

Con­di­vi­di

3 Comments

  1. Luca ha detto:

    Insi­sta­no pure. Un gior­no o l’al­tro faran­no la fine di Jose­ph Goeb­bels, gerar­ca nazi­sta che pri­ma scris­se i Prin­ci­pi del­la Pro­pa­gan­da, poi li mise in pra­ti­ca, infi­ne si spa­ro’ un col­po alla tem­pia per non fini­re nel­le mani del­le trup­pe sovie­ti­che, rin­ta­na­to nel bun­ker del­la Can­cel­le­ria di Berlino.

    I nodi del­la Sto­ria, pri­ma o poi, ven­go­no sem­pre al pettine.

  2. roberto ha detto:

    è nostro dirit­to ave­re liber­tà di paro­la e scam­bio cul­tu­ra­le. la sto­ria inse­gna. miglia­ia di dit­ta­to­ri han­no fal­li­to in miglia­ia di anni e c’è anco­ra qual­cu­no che ci prova?

  3. jackll ha detto:

    Fat­to !