>

I Sussurri del Lama: Karma e destino

La leg­ge del kar­ma è cono­sciu­ta in tut­to il mon­do, ma con mol­te varia­zio­ni. In real­tà que­sta leg­ge è cono­sciu­ta da mol­to tem­po; pres­so alcu­ne popo­la­zio­ni orien­ta­li essa è vista per quel­lo che è. Pres­so mol­te altre è sta­ta alterata.

Per­si­no nel­la reli­gio­ne cat­to­li­ca se ne tro­va trac­cia in quel “chie­de­te e vi sarà dato”. Così come in mol­te tra­di­zio­ni e cul­tu­re popolari.

Per mol­ti il kar­ma coin­ci­de con una sor­ta di leg­ge su “azio­ne e rea­zio­ne”. In par­te è così, natu­ral­men­te. Ma la leg­ge è mol­to più com­ples­sa e pro­fon­da. Non riguar­da infat­ti sola­men­te la con­se­guen­za del­le nostre azio­ni, ma anche il lega­me che si vie­ne a sta­bi­li­re tra diver­si esseri.

Mol­to spes­so si tie­ne pre­sen­te solo il lato riguar­dan­te il rap­por­to di cau­sa effet­to lega­to agli atti, dimen­ti­can­do che ne esi­sto­no di altret­tan­to impor­tan­ti che riguar­da­no il lega­me tra le persone.

E’ que­sto il vero signi­fi­ca­to del­le “affi­ni­tà elet­ti­ve”. Il kar­ma, il cui effet­to rego­la il rap­por­to che si rei­te­ra di incar­na­zio­ne in incar­na­zio­ne tra due o più per­so­ne che lo con­di­vi­do­no o che han­no con­di­vi­so espe­rien­ze simili.

Per que­sto, una vol­ta incro­cia­ta la stra­da di un Mae­stro, se ne subi­rà la traen­za anche nel­le incar­na­zio­ni a veni­re, ten­den­do a seguir­lo se nel suo per­cor­so deci­de­rà di cal­pe­sta­re nuo­va­men­te le stes­se ter­re che ci competono.

Per lo stes­so moti­vo, per­so­ne che si incon­tra­no per la pri­ma vol­ta, sen­to­no spon­ta­nea­men­te che la loro sto­ria è mol­to più anti­ca. Per que­sto, spes­so, rap­por­ti d’a­mo­re non si esau­ri­sco­no nel­l’ar­co di una sola vita, ma pro­se­guo­no per tem­pi anche mol­to lun­ghi. A vol­te anche per millenni.

Ed è mera­vi­glio­so vede­re due per­so­ne rein­con­trar­si in que­sta esi­sten­za dopo esser­si fre­quen­ta­ti in altre. Si vede dai loro occhi, dal­la loro aura che istan­ta­nea­men­te avvam­pa in rea­zio­ne all’in­con­tro, tan­te vol­te con una sen­sa­zio­ne così for­te di Deja Vu da far bar­col­la­re le per­so­ne stesse.

Il Kar­ma non è una leg­ge che rego­la solo cau­se ed effet­ti. Per esten­sio­ne rego­la com­ple­ta­men­te la vita stessa.

E quan­do si diven­ta con­sa­pe­vo­li di que­sto, quel­lo che è pos­si­bi­le vede­re è a vol­te così mera­vi­glio­so da ren­de­re la vita quel­la infi­ni­ta, bel­lis­si­ma avven­tu­ra che è.

Con­di­vi­di

3 Comments

  1. Giuseppe ha detto:

    “…ed è mera­vi­glio­so vede­re due per­so­ne rein­con­trar­si in que­sta esi­sten­za dopo esser­si fre­quen­ta­te in altre…”…mi fa pen­sa­re alla sto­ria del libro di Franz, Kesa.
    E’ vera­men­te bel­lo e con­so­lan­te sape­re che un amo­re o un’a­mi­ci­zia non si esau­ri­sco­no nel bre­ve arco di una vita.

  2. Fede ha detto:

    Ciao T !
    Ti risul­ta che il Kar­ma abbia un suo Gover­na­to­re? Se sai di ciò, ce ne par­li per favore?!

  3. Fede ha detto:

    :hea­dout: