>

I guardiani del destino: molto gradevole

Pro­ba­bil­men­te se non ci fos­se sta­ta la zam­pa di Phi­lip K. Dick, non sareb­be sta­to un film altret­tan­to pia­ce­vo­le. Ma, altret­tan­to con pro­ba­bi­li­tà, anche sen­za quel­la di Geor­ge Noli, che ha sapu­to crea­re un’at­mo­sfe­ra per­fet­ta­men­te adeguata.

Trat­to dal roman­zo bre­ve “Adjust­ment Team” del 1954, que­sto Adjust­ment Bureau (reso in manie­ra osce­na in ita­lia­no con “I guar­dia­ni del desti­no”… voglio dire… non c’en­tra pro­prio un caz­zo! Ma chi è quel demen­te che ha scel­to il tito­lo?), il film è, a parer mio, dav­ve­ro bel­lo; action sen­za tru­cu­len­za, suspan­ce sen­za bot­ti, effet­ti spe­cia­li pochi ma ecce­zio­na­li… insom­ma il mix per­fet­to per il film che non vede­vi da tempo.

Sto­ria velo­ce: esi­ste un Pre­si­den­te non meglio spe­ci­fi­ca­to che deci­de il Pia­no che tut­ti gli uomi­ni seguo­no, ed esi­sto­no i suoi atten­den­ti (ange­li?) che si dan­no da fare per­chè il sud­det­to pia­no ven­ga segui­to alla lettera.

Solo che a vol­te il Pia­no cam­bia e… suc­ce­do­no i casini.

Come nel nostro caso in cui Matt Damon inter­pre­ta David Nor­ris, can­di­da­to al sena­to che incon­tra Eli­se (Emi­ly Blunt) e se ne inna­mo­ra sul col­po. Ci pro­ve­ran­no in tut­ti i modi a sepa­rar­li, ma lui e lei sono tal­men­te testo­ni che alla fine… non vi dico nul­la per non rovi­nar­vi la (pia­ce­vo­le) sorpresa.

Sul­l’on­da dei film che esal­ta­no l’in­di­vi­duo e la liber­tà indi­vi­dua­le, que­st’o­pe­ra non fa ecce­zio­ne, por­tan­do alto il ves­sil­lo del­l’im­por­tan­za di segui­re il pro­prio sen­ti­re in culo a tut­to l’u­ni­ver­so (Pre­si­den­te compreso).

Ben reci­ta­to da tut­to il cast, van­ta alcu­ne pre­sen­ze ecce­zio­na­li come quel­la di Teren­ce Stamp (che come al soli­to inter­pre­ta il più stron­zo di tut­ti), e si dila­ta rapi­da­men­te in una tra­ma fit­ta fit­ta ma mai fre­ne­ti­ca, inten­sa ma non den­sa, iro­ni­ca ma non buffona.

Da vede­re.

Con­di­vi­di

3 Comments

  1. rey ha detto:

    bel­lo il fina­le del­l’ar­ti­co­lo ;).…..ma voi, anzi tu, Franz, che ne pen­si del segui­re il sen­ti­re in culo a tut­to l’Universo?

  2. Fede ha detto:

    :devil: