>

Talebani del Dharma. Inconsapevole non significa idiota.

Ricer­ca­to­ri, si, ok. Ma non è che se sei un ricer­ca­to­re allo­ra sei auto­riz­za­to a pen­sa­re di esse­re l’unto del signo­re: sei uno come tut­ti gli altri.

Maga­ri avrai capi­to un po’ di più, maga­ri sarai un po’ più con­sa­pe­vo­le (ho det­to: “maga­ri”) di alcu­ni aspet­ti del­la vita… ma que­sto non ti ren­de spe­cia­le; tan­to meno agli occhi di dio.

E’ un feno­me­no che si vede ogni tan­to, nei grup­pi che si dedi­ca­no alla ricer­ca del­la veri­tà: con­fon­de­re l’in­con­sa­pe­vo­lez­za con l’idiozia.

Con­sa­pe­vo­lez­za ed intel­li­gen­za non sono diret­ta­men­te pro­por­zio­na­li: esi­sto­no i san­ti idio­ti e, per con­tro, i geni incon­sa­pe­vo­li. Anzi, que­sti ulti­mi sono la stra­gran­de maggioranza.

Tesla ha rega­la­to all’u­ma­ni­tà la cor­ren­te alter­na­ta. Eppu­re non era (alme­no non cre­do) una per­so­na par­ti­co­lar­men­te con­sa­pe­vo­le del pro­prio interiore.

Quel­lo che ha costrui­to l’au­to su cui mi spo­sto non era di cer­to par­ti­co­lar­men­te con­sa­pe­vo­le, però mi per­met­te di spo­sta­re il mio culo di qui e di là e ha fat­to i miliar­di, per­met­ten­do a miglia­ia di per­so­ne come me di spo­sta­re in giro il loro, di culo.

Mur­dock non mi pare un lam­po di san­ti­tà, però è una del­le per­so­ne con mag­gior pote­re in que­sto mon­do del cazzo.

Tesla, Mur­dock, Ford… tut­ti idio­ti, vero? Ma sen­za anda­re a pren­de­re esem­pi così lam­pan­ti, basta vede­re quan­te cen­ti­na­ia di milio­ni di per­so­ne si dan­no da fare ogni gior­no per eccel­le­re nel pro­prio lavo­ro: diri­gen­ti, tec­ni­ci, pub­bli­ci­ta­ri. E uscen­do dal mon­do del lavo­ro: edu­ca­to­ri, pit­to­ri, madri e padri per non par­la­re di stu­den­ti o anche per­so­ne nor­ma­lis­si­me che però guar­da­no al mon­do con intelligenza.

E’ pur vero che se la con­sa­pe­vo­lez­za aumen­ta allo­ra la capa­ci­tà di visio­ne segue. Ma que­sto non auto­riz­za nes­su­no a non rispet­ta­re chi gli sta intor­no per quel­lo che è.

Un atteg­gia­men­to tipi­co inve­ce di quel­li che io chia­mo “Tale­ba­ni Del Dhar­ma”; una raz­za di idio­ti straor­di­na­ri che, rite­nen­do­si supe­rio­ri a chiun­que per­chè, aven­do avu­to la for­tu­na di inciam­pa­re in una via o addi­rit­tu­ra in qual­cu­no che la tra­smet­te, si sen­to­no supe­rio­ri al resto dell’umanità.

Schiat­ta di idio­ti dav­ve­ro sopraf­fi­ni, guar­da­no al resto del mon­do dal­l’al­to del­la loro “rea­liz­za­zio­ne”, com­pa­ten­do­ne l’in­con­sa­pe­vo­lez­za, sen­za rispet­to, sen­za com­pas­sio­ne e, il più del­le vol­te, sen­ten­do­si auto­riz­za­ti a qua­lun­que por­ca­ta nei con­fron­ti del pros­si­mo, che vie­ne visto come un idio­ta solo per­chè non fa par­te del­lo stes­so gruppo.

Che poi, a que­sti per­so­nag­gi baste­reb­be guar­dar­si un atti­mo allo spec­chio per capi­re che qual­co­sa in loro non va; disar­mo­ni­ci, pedan­ti e dog­ma­ti­ci nel­l’e­spres­sio­ne voca­le, arci­gni ed aggrot­ta­ti nel vol­to, vio­len­ti e sprez­zan­ti nel­lo sguar­do, il più del­le vol­te som­ma­men­te igno­ran­ti in qua­lun­que cam­po del­lo sci­bi­le che esu­li dal pic­co­lo orti­cel­lo del­le loro, oltre­tut­to limi­ta­tis­si­me, esperienze.

Inca­pa­ci di ascol­ta­re, di sta­re in pie­di da soli, di ave­re e mani­fe­sta­re una qua­lun­que digni­tà, que­sti bra­chi­ce­fa­li ipo­sen­zien­ti ren­do­no ben mise­ro ono­re a qua­lun­que via dica­no di seguire.

Per­chè il fat­to è pro­prio que­sto: qua­lun­que sia la via, dico­no di seguir­la; ne sono maga­ri anche fer­ma­men­te convinti.

Ma i risul­ta­ti li smen­ti­sco­no implacabilmente.

Con­di­vi­di

5 Comments

  1. Michele ha detto:

    Quel­lo di non guar­dar­si allo spec­chio è un vizio che abbia­mo in mol­ti (cre­do la mag­gior parte).

    Pau­ra ed ego sono brut­tis­si­me com­pa­gnie che abbia­mo il vizio di fre­quen­ta­re; quan­do fan­no comu­nel­la tra loro poi…

    Buo­na giornata.
    Michele

  2. Luna ha detto:

    Buon­gior­no Franz ^^ sono silen­te ma ci sono sempre ^^

    Mi ha col­pi­to tan­tis­si­mo la tua fra­se: “Ma que­sto non auto­riz­za nes­su­no a non rispet­ta­re chi gli sta intor­no per quel­lo che è.”

    Ognu­no ha il suo per­cor­so… e se il tuo non è come il mio non vuol dire che tu sei un idio­ta e io un illu­mi­na­to, e soprat­tut­to non mi auto­riz­za a ten­ta­re di cam­biar­ti in ciò che io con­si­de­ro un esse­re illuminato.
    Pen­sa se sba­glias­si che casi­no potrei com­bi­na­re! E per che cosa? Per supponenza…

    Gra­zie!

  3. jackll ha detto:

    Bal­lis­si­mo post !
    Per­so­nal­men­te riten­go che il vero illu­mi­na­to o colui che che ha tro­va­to la via deb­ba esse­re il più umi­le in asso­lu­to e con dol­cez­za ed esem­pio aiu­ta­re i meno for­tu­na­ti ver­so la via del­l’l­lu­mi­na­zio­ne, altri­men­ti sono solo sterco !

  4. Mario ha detto:

    Buon pome­rig­gio.
    I,miei com­men­ti su di voi sono sem­re posi­ti­vi, mi pia­ce tut­to cio’ che scri­ve­te. :ham­mer: :par­ty:

  5. Fabio ha detto:

    San­te, San­te, San­te Parole

    .…un’en­ne­si­ma mani­fe­sta­zio­ne dell’ego.…