>

Tecnologia interiore: il suono dell’oro. Mantra “U”.

Recen­te­men­te, LamaT ha nar­ra­to di una sua espe­rien­za in un post in cui ha par­la­to di un man­tra in cui la sil­la­ba pro­nun­cia­ta era la “U”. Qual­che tem­po fa, duran­te una pra­ti­ca, ricor­do di ave­re spe­ri­men­ta­to qual­co­sa di mol­to simile.

Ho per­ce­pi­to una lun­ga “U”, che por­ta­va diret­ta­men­te al cuo­re. Se doves­si descri­ve­re il colo­re di quel suo­no, direi che era oro puro. Da quel gior­no, ogni vol­ta che lo ripro­du­co al mio inter­no, mi è mol­to sem­pli­ce entra­re in uno spa­zio dav­ve­ro par­ti­co­la­re, lega­to pro­prio all’o­ro ed al cuore.

Il suo­no che sen­to è, all’in­cir­ca, quel­lo che ho pro­va­to a ripro­dur­re in que­sto man­tra. A dif­fe­ren­za di altre regi­stra­zio­ni, qui le trac­ce sovrap­po­ste sono sola­men­te due. A cau­sa del­l’e­spi­ro par­ti­co­lar­men­te pro­lun­ga­to il volu­me di regi­stra­zio­ne è lie­ve­men­te più bas­so del solito.

Tut­ta­via, per quel­lo che ho potu­to per­ce­pi­re, que­sto suo­no dovreb­be esse­re vis­su­to in modo par­ti­co­lar­men­te deli­ca­to, ose­rei dire intimo.

Entra­re nel cuo­re dovreb­be sem­pre esse­re un atto inti­mo. Non c’è un cuo­re distin­to dagli altri, così come non c’è una vita distin­ta dal­le altre.

Non so se lo pos­sia­te iden­ti­fi­ca­re come un rega­lo ma, in ogni modo, que­sto man­tra è, come sem­pre, a vostra disposizione.

Pote­te ascol­tar­lo QUI

Con­di­vi­di

8 Comments

  1. Giuseppe ha detto:

    E’ un rega­lo, ecco­me! Gra­zie Franz.

  2. LamaT ha detto:

    You got it per­fec­tly. It’s the exact sound! Expe­cial­ly in the second part! All of my appreciation!

    • Franz ha detto:

      Thank you thank you thank you, LamaT. You don’t know how much this makes me happy!

  3. lucia ha detto:

    gra­zie Franz!

  4. WinterWren ha detto:

    Da bri­vi­di a dir poco…
    Un qual­co­sa che par­te da den­tro e si espan­de a tut­to il cor­po… come quan­do si get­ta un sas­so nell’acqua…

    Sin­ce­ra­men­te… Namastè

    Win­ter­W­ren