>

Tutto il mondo blocca i beni di Gheddafi. E l’Italia?

Staremo a vede­re set­ti­ma­na pros­si­ma cosa suc­ce­de­rà, quan­do dovreb­be entra­re in vigo­re il bloc­co dei beni di Gheddafi.

In Italia infat­ti il coin­vol­gi­men­to finan­zia­rio del lea­der libi­co è piut­to­sto ingen­te: Bank of Lybia detie­ne più del 7% di Unicredit (che ricor­do per l’en­ne­si­ma vol­ta esse­re uno dei soci di mag­gio­ran­za in Banca d’Italia), e il dena­ro libi­co, tra­mi­te la finan­zia­ria LAFICO è pre­sen­te in una marea di altre situa­zio­ni, tra cui ENI (si pre­su­me il 2%), Retelit (cir­ca il 15%) e Juventus (7%), per non par­la­re di Finmeccanica (2%) e, ovvia­men­te non pote­va man­ca­re, Impregilo (non cono­sco la percentuale).

Insomma, Gheddafi si è com­pra­to una bel­la fet­ta di indu­stria ita­lia­na, per cui, cono­scen­do i miei pol­li, ci scom­met­to che l’Italia ci andrà con la mano mor­ta nei con­fron­ti del dit­ta­to­re libi­co. Quantomento fino a che non ver­rà pri­va­to del suo status.

D’altronde la cosa non mi stu­pi­sce, visti i tempi.

Tempi in cui un ter­zo dei gio­va­ni è disoc­cu­pa­to (men­tre in Germania, dove han­no un gover­no che lavo­ra inve­ce che pas­sa­re la gior­na­ta a discu­te­re di gos­sip, la per­cen­tua­le è cir­ca del die­ci per cento).

Tempi in cui chi gover­na è trop­po occu­pa­to a dire caz­za­te e quin­di non ha il tem­po mate­ria­le per fare i lpro­prio lavo­ro, in cui si distrug­ge un siste­ma sco­la­sti­co per mio­pia gestio­na­le e politica.

Tempi in cui l’oppo­si­zio­ne è tal­men­te fuo­ri da ogni para­me­tro che non solo non si oppo­ne, ma non sa nem­me­no più con­tro chi dovreb­be farlo.

Tempi in cui un Presidente del Consiglio si per­met­te di dire quel­lo che ha det­to dome­ni­ca sul­la scuo­la e sui gay, sal­vo poi soste­ne­re che “è sta­to tra­vi­sa­to” (ecchec­caz­zo, tut­te le vol­te che par­la lo tra­vi­sa­no… ma sta­re zit­to, no?).

Tempi in cui un Papa anco­ra sta­zio­na sul ter­ri­to­rio ita­lia­no e per que­sto si sen­te legit­ti­ma­to ad inter­fe­ri­re appe­na può con il nostro siste­ma legislativo.

Tempi di mer­da, in buo­na sostanza!

Condividi

2 Comments

  1. Ilia ha detto:

    Quanto hai ragio­ne Franz… e la gran par­te degli ita­lia­ni con­ti­nua­no a dor­mi­re profondamente!

    :shit:

  2. jackll ha detto:

    Credo che non abbia­mo anco­ra visto il meglio!