>

Attenzione a chi vi cambia gli occhiali: sta puntando dritto al vostro culo!

Al mon­do ci sono un sac­co di per­so­ne, di ogni tipo, gene­re e raz­za. Tut­ta­via, a ben guar­da­re, i tipi gene­ri­ci di per­so­ne non sono così tan­ti. Ad ogni tipo cor­ri­spon­de un’in­cli­na­zio­ne del­la per­so­na­li­tà, una qua­li­tà gene­ri­ca e, ovvia­men­te, una linea di pen­sie­ro. Il tut­to con le dovu­te dif­fe­ren­ze e modi­fi­che (da cui non ce n’è uno ugua­le all’altro).

C’è però un cer­to gene­re da cui, per­so­nal­men­te, mi ten­go mol­to alla lar­ga. Non per­chè le tema, quan­to per­chè odio spre­ca­re tem­po, quel tem­po che, come non mi stu­fe­rò mai di dire, alla fine è l’u­ni­ca vera valu­ta di cui sia­mo in possesso.

Sono quel­li che pri­ma ti fan­no vede­re quan­to è cat­ti­vo il mon­do, poi ti dico­no che pri­ma non te n’e­ri accor­to per­chè lo guar­da­vi (il mon­do, inten­do) attra­ver­so un fil­tro, una sor­ta di occhia­le che ti impe­di­va di veder­lo per quel­lo che è in real­tà, dopo di che, con mol­ta gra­zia, anzi che aiu­tar­ti a toglier­ti gli occhia­li… sem­pli­ce­men­te te li cam­bia­no con una mar­ca che, a dir loro, ti farà inve­ce vede­re il mon­do esat­ta­men­te per quel­lo che è.

Ovvio che, a quel pun­to, gli occhia­li che ti offro­no non fan­no altro che far­ti vede­re le cose come loro voglio­no che tu le veda. In altre paro­le, ti pren­do­no dal­la padel­la e ti met­to­no il culo a diret­to con­tat­to con la brace.

Ce ne sono tan­ti così. Ordi­na­ria­men­te sono per­so­ne mol­to intel­li­gen­ti, dal­la capa­ci­tà di ragio­na­men­to sopraf­fi­na, direi. Ma soprat­tut­to han­no un con­trol­lo emo­ti­vo spet­ta­co­la­re. Nel sen­so che le emo­zio­ni per loro, inter­na­men­te, non sono altro che un cam­po di gio­co in cui far raz­zo­la­re i mal­ca­pi­ta­ti che depon­go­no in loro la pro­pria fidu­cia, attrat­ti un po’ dal fasci­no del miste­ro, un po’ da quel­l’au­ra leg­ger­men­te zoz­za ma comun­que stra­na ma soprat­tut­to dal­l’ap­pa­ren­te disin­te­res­se di que­ste persone.

Per­so­ne che sem­bra che fac­cia­no tut­to per te, sal­vo poi sco­pri­re che non solo non lo fan­no per aiu­ta­re gli altri ma lo fan­no PER UN LORO TORNACONTO CHE NON SI CAPISCE IN COSA CONSISTA.

Il pro­ble­ma infat­ti è che spes­so non è faci­le capi­re di qua­le tor­na­con­to si trat­ti e que­sto per­chè que­ste per­so­ne fan­no di tut­to per tener­lo segre­to. E, dato che sono tut­t’al­tro che idio­ti e san­no per­fet­ta­men­te come gesti­re il pro­prio emo­ti­vo (e quin­di anche quel­lo altrui), di soli­to ci rie­sco­no perfettamente.

Il pove­rac­cio che gli capi­ta tra le mani quin­di, dap­pri­ma vie­ne por­ta­to a cre­de­re di ave­re incon­tra­to una per­so­na fuo­ri del­l’or­di­na­rio (cosa peral­tro vera), poi di aver tro­va­to un men­to­re e una gui­da, e media­men­te è qui che il mal­ca­pi­ta­to lo pren­de vera­men­te nel culo.

Per­chè nel pas­sag­gio da una fase all’al­tra (da per­so­na fuo­ri del­l’or­di­na­rio a gui­da), c’è sta­to il gio­chet­to di pre­sti­gio: via i pri­mi occhia­li, su i secondi.

Peri­co­lo! Peri­co­lo! Se qual­cu­no ci dice che non stia­mo veden­do le cose per come sono, ammes­so che noi non si sia degli illu­mi­na­ti, ci sta facen­do un gros­so favo­re ma se ci offre i suoi occhia­li per vede­re il mon­do “vero”… beh… allo­ra occhio alle pen­ne, per­chè stia­mo per rimettercele.

E’ ora di sve­gliar­ci e di smet­te­re di cre­de­re al mon­do dei puf­fi. Nes­su­no qui neghe­rà mail l’e­si­sten­za di gui­de, mae­stri che pos­so­no dav­ve­ro con­dur­re chi lo desi­de­ri ad uno sta­to di veglia, liber­tà e luce e io lo pos­so testi­mo­nia­re direttamente.

Quel­lo che occor­re capi­re è che ci sono mol­ti, deci­sa­men­te trop­pi per­so­nag­gi che stan­no com­ple­ta­men­te da tut­t’al­tra par­te ma, facen­do leva pro­prio sugli stes­si pre­con­cet­ti e con­di­zio­na­men­ti che dico­no di voler com­bat­te­re, in real­tà non pun­ta­no ad altro che ad avo­ca­re a sè la liber­tà e l’a­ni­ma altrui!

In ter­mi­ni meno obli­qui: a met­ter­ce­lo nel culo.

Con­di­vi­di

17 Comments

  1. White Knight ha detto:

    Assa­n­je, David Hike, Sai Baba… ad esempio? 🙄

  2. Baldassare ha detto:

    Per NoN pren­der­la nel Fon­do­schie­na e sopra­tut­to per NoN restar­ci male, io sem­pli­ce­men­te NON mi aspet­to nien­te da nes­su­no .. cre­do che NON biso­gna far­si aspet­ta­ti­ve dal­le per­so­ne.. e poi biso­gne­reb­be mostra­re in alcu­ni casi anche la più tota­le indif­fe­ren­za a quel­lo che pos­so­no dire alcu­ne per­so­ne un pò superficiali …
    Cioè voglio dire, alla fine tut­ti tro­via­mo un modo per vive­re semi-tran­quil­li su que­sta ter­ra, no? 

    PS:
    Ma si può sape­re con che tipo di per­so­ne hai dovu­to ad ave­re a che fare?
    (Se non sono trop­po indi­scre­to.. ciao Franz) 😀

    • Franz ha detto:

      Il pro­ble­ma è pro­prio quel­lo di cer­ca­re di vive­re tran­quil­li… la tran­quil­li­tà è per i tem­pi di pace. Non per questi.
      Per rispon­de­re alla tua doman­da… come ricer­ca­to­re ne ho incon­tra­ti di ogni tipo, spe­cie e “spon­da”. C’è solo l’im­ba­raz­zo del­la scel­ta. Come det­to nel­l’ar­ti­co­lo, però, ne ho anche incon­tra­ti di auten­ti­ca­men­te luminosi.

  3. Pirata ha detto:

    a che mi è dato sape­re da fon­ti cer­te, sai baba è un prin­ci­pio oscuro…

  4. Michele ha detto:

    Tut­to vero; ulti­ma­men­te i rete ed in tele­vi­sio­ne è un con­ti­nuo fio­ri­re di per­so­nag­gi simili.
    La cosa più disar­man­te, però, e l’e­nor­me quan­ti­tà di per­so­ne dispo­sta a “far­si cam­bia­re gli occhia­li” come dici tu.
    Anche in assen­za di qual­si­vo­glia pro­va. Spes­so più le teo­rie risul­ta­no com­ples­se e non com­pro­va­bi­li più ven­go­no assun­te per “vere.

    Pos­si­bi­le che così poche per­so­ne abbia­no voglia di met­te­re in moto il cervello?

    • Franz ha detto:

      La doman­da è un’al­tra. Per met­te­re in moto il cer­vel­lo occor­re far­si del­le doman­de. Per far­si del­le doman­de occor­re pri­ma far­si veni­re un dub­bio (vedi il mot­to del blog), per far­si veni­re un dub­bio biso­gna col­le­ga­re i neuroni.
      In altre paro­le, se non ti accor­gi di esse­re addor­men­ta­to, non puoi fare nul­la per sve­gliar­ti. E tut­to in que­sta socie­tà ope­ra per con­vin­cer­ti che sei già sveglio.
      E’ il modo miglio­re per evi­ta­re che le per­so­ne si sve­gli­no dav­ve­ro. :bye:

  5. Valeria ha detto:

    Ho un’obiezione, o meglio un dub­bio, Franz:
    sto pen­san­do all’ultimo arti­co­lo di Lama T. Il medi­co che visi­tò l’invalido gli tol­se la car­roz­zi­na (il paio di occhia­li) ma non gli die­de un’alternativa vali­da lascian­do quell’uomo inca­pa­ce di rimet­ter­si in piedi.
    Il Mae­stro di Lama T gli for­nì inve­ce l’alternativa, l’ipnosi, che però si trat­ta pur sem­pre di un nuo­vo paio di occhiali.
    Ma quel Mae­stro, che evi­den­te­men­te era vera­men­te tale, in un secon­do momen­to tol­se lui anche il secon­do paio di occhia­li, libe­ran­do l’invalido del­le sue pri­gio­ni mentali.
    Il pro­ble­ma secon­do me è che, se noi non stia­mo già “veden­do le cose per come sono” (cosa che repu­to assai rara ed impro­ba­bi­le), incon­tre­re­mo mil­le medi­ci, men­to­ri, gui­de, mae­stri, ami­ci, psi­ca­na­li­sti, sag­gi, che ci indi­che­ran­no la “via”. E cia­scu­no cer­che­rà di tra­sci­nar­ci dal­la sua parte.
    Ma, non veden­do noi le cose per come sono, non sare­mo in gra­do di rico­no­sce­re a prio­ri Chi potrà aiu­tar­ci vera­men­te a com­pie­re quel pas­so e chi inve­ce sta men­ten­do, maga­ri sola­men­te a se stes­so pri­ma che agli altri.
    Se poi ci aggiun­gi che dif­fi­cil­men­te un Mae­stro indi­ca la via 2 vol­te men­tre un impo­sto­re di soli­to è instan­ca­bil­men­te insi­sten­te… a que­sto pun­to, io sarò per mia natu­ra una pes­si­mi­sta cosmi­ca, ma tro­vo che più che abi­li­tà nel non far­se­lo met­te­re “in quel posto”, sia neces­sa­rio ave­re un kulo gran­de come una casa per tro­va­re l’Essere che non lo farà, e che ci libererà.

    • White Knight ha detto:

      Il Kulo come lo chia­mi tu ovve­ro la for­tu­na ce la costruia­mo noi ergo la miglior cosa che puoi fare è affi­na­re la capa­ci­tà di “ASCOLTARE TE STESSA”, cosa non sem­pli­ce mi ren­do con­to, ma pro­prio per­ché sia­mo noi i pri­mi a fare chias­so men­ta­le ci cre­do che è assai dif­fi­ci­le entra­re in una “DIMENSIONE DI ASCOLTO”…
      Però piac­cia o meno que­sta è la Via, altri­men­ti ci potrà sem­pre esse­re chi potreb­be usa­re la tua buo­na fede per il suo tor­na conto…
      E poi chi meglio di te può cono­sce­re ciò che SENTE? e come se tu chie­des­si a qual­cun altro se sei inna­mo­ra­ta o no di qual­cu­no, ma come può chi è “altro da te” cono­sce­re ciò che è “in te”?
      Dovrem­mo per­de­re que­sta cat­ti­va abi­tu­di­ne “PASSIVA” di aspet­ta­re sem­pre che qual­cu­no o qual­co­sa fuo­ri di noi deter­mi­ni per e del­la nostra vita… mi ren­do con­to che è l’an­daz­zo comu­ne di que­sti tem­pi in seno alla raz­za uma­na, tut­ta­via lo con­si­de­ro sem­pli­ce­men­te “RIDICOLO”!!!
      Noi sia­mo qui per ESSERE espres­sio­ne di ciò che sia­mo e nien­t’al­tro… a pre­scin­de­re da chiun­que altro!!! :war­rior:

      • Valeria ha detto:

        Scu­sa Whi­te Knight ma l’articolo di Franz non face­va rife­ri­men­to al sce­glie­re per se, auto­no­ma­men­te, ma al saper indi­vi­dua­re la fre­ga­tu­ra quan­do qual­cu­no ci pro­po­ne di cam­bia­re occhiali.
        La mia obie­zio­ne par­te dall’ipotesi che, a mio avvi­so, non sem­pre il nuo­vo paio di occhia­li è indi­ce di fre­ga­tu­ra. Potrem­mo tro­var­ci di fron­te ad un vali­do insegnamento/aiuto ma non lo sap­pia­mo riconoscere.
        Solo una dose di ecces­si­va sup­po­nen­za può far­ci cre­de­re che pos­sia­mo fare sem­pre tut­to da soli, che è suf­fi­cien­te saper­si ascol­ta­re ed il gio­co è fat­to, che di inse­gna­men­ti (o di aiu­ti) non abbia­mo mai biso­gno, che basta entra­re in una dimen­sio­ne di ascol­to per saper distin­gue­re fra un bra­vo medi­co e un ciar­la­ta­no (per rima­ne­re nel­la meta­fo­ra). Ma pur­trop­po, se non sia­mo medi­ci a nostra vol­ta, pos­sia­mo ascol­tar­ci fin­ché vuoi ma non sapre­mo valu­ta­re ogget­ti­va­men­te la sua pre­pa­ra­zio­ne pro­fes­sio­na­le. E tut­ta­via, se ci amma­lia­mo, abbia­mo comun­que biso­gno di uno spe­cia­li­sta. In altre paro­le, dovre­mo met­ter­ci nel­le mani di qual­cu­no che ci curi…
        Insom­ma, con­si­de­ro le tue paro­le un’ottima argo­men­ta­zio­ne (anche secon­do me la pas­si­vi­tà è un atteg­gia­men­to rinun­cia­ta­rio e dele­te­rio) ma un tan­ti­no fuo­ri tema rispet­to al con­te­sto in cui si col­lo­ca la mia perplessità.
        Buo­na serata

        • White Knight ha detto:

          D’ac­cor­do per que­sto è neces­sa­rio spe­ri­men­ta­re dato che non si cono­sce tut­to a prio­ri, ma d’al­tron­de se uno si fa fre­ga­re signi­fi­ca che for­se non era anco­ra pron­to per fare altrimenti.
          Poi nel per­cor­so di ogni uno anche l’in­con­tro con esse­ri non illu­mi­na­ti ci può for­ni­re comun­que qual­co­sa di uti­le, ovve­ro ti sarà capi­ta­to di accor­ger­ti che la fre­quen­ta­re una per­so­na può dar­ti del­le cose uti­li, ma se ad un trat­to ti ren­di con­to che di più non può dar­ti allo­ra ti rivol­ge­rai altro­ve e rico­min­ce­rai a cer­ca­re, dun­que… tut­to som­ma­to non c’è pro­ble­ma! :ham­mer:

          • Valeria ha detto:

            D’ac­cor­do su tut­ta la linea!
            Ciao! :ham­mer:

          • franz ha detto:

            Sai Whi­te, se guar­di tut­to quel­lo che ho scrit­to in que­sti anni, cre­do che dif­fi­cil­men­te tro­ve­rai affer­ma­zio­ni così cate­go­ri­che come quel­le in cui abi­tual­men­te ti proponi.
            Non voglio dire che sba­gli, ma… cosa ti ren­de così sicu­ro dei con­te­nu­ti in cui ti imbar­chi? Li hai spe­ri­men­ta­ti personalmente?
            Pura curio­si­tà, ovvio!

            • White Knight ha detto:

              In par­te frut­to di spe­ri­men­ta­zio­ne diret­ta ed in par­te di intui­zio­ne inte­sa come ascol­to del pro­prio istin­to, ad esem­pio, per resta­re in tema, la que­stio­ne di Assa­n­je… a me d’i­stin­to tut­ta la fac­cen­da di Wiki Leaks mi puz­zo un po fin dal prin­ci­pio, ma non per par­ti­to pre­so si trat­ta­va di una “sen­sa­zio­ne” se così la voglia­mo defi­ni­re, tan­to è vero che poi sul medio ter­mi­ne non si era rive­la­ta così infon­da­ta, ne hai scrit­to per fino tu ergo…
              Quan­do affer­mo qual­co­sa non inten­do per que­sto giu­di­ca­re neces­sa­ria­men­te qual­cu­no, ma solo espri­me­re le mie impres­sio­ni che sono il frut­to del­le mie osser­va­zio­ni (per come rie­sco a coglie­re la real­tà al mio sta­to attua­le di evo­lu­zio­ne, si inten­de); ti sarà capi­ta­to posto di fron­te a cer­te situa­zio­ni in cui tut­ti sono con­vin­ti del­l’im­pos­si­bi­li­tà di qual­co­sa di aver “sen­ti­to” den­tro di te la sen­sa­zio­ne che si sba­glia­no per­ché non è così, anche se in quel momen­to si trat­ta solo di una sen­sa­zio­ne e nul­la di più.
              Ad esem­pio quan­do ho posto la que­stio­ne di dove va a fini­re l’e­ner­gia pro­dot­ta da 1000 per­so­ne che han­no guar­da­to un film nel­l’ar­co di una gior­na­ta e che, pre­su­mi­bil­men­te dovreb­be rima­ne­re in quel­l’am­bien­te alme­no fino al gior­no seguen­te, l’ho fat­to pro­prio per­ché mi era venu­to un dub­bio in meri­to e ho volu­to con­di­vi­der­lo tut­to qui, non inten­de­vo neces­sa­ria­men­te che tu doves­si dar­mi una risposta.
              La cosa impor­tan­te è che ogni uno dia il suo con­tri­bu­to per miglio­ra­re e miglio­rar­si (in base alle pro­prie pos­si­bi­li­tà), poi il resto ver­rà da se se dovrà veni­re, in fon­do non si può esse­re “sim­pa­ti­ci” a tut­ti e for­se va bene che sia così… :ham­mer:

              • Artos ha detto:

                Ciao, io pen­so che quel­le ener­gie van­no su gri­glie ter­re­stri e ven­go­no con­vo­glia­te su pun­ti in cui poi ven­go­no ampli­fi­ca­te tipo spec­chi o ripe­ti­to­ri. E ridi­stri­bui­te. Pen­so che sia così anche per­chè sui siti ho tro­va­to che sono sta­te cam­bia­te tra­mi­te geo­me­tria occul­ta l’an­no scorso.

    • Franz ha detto:

      Vale, sei così sicu­ra che usa­re l’ip­no­si per toglie­re un’il­lu­sio­ne crea­ta dal­la men­te sia equi­va­len­te a cam­bia­re gli occhiali?

      • Valeria ha detto:

        No Franz, se è vera­men­te usa­ta per toglie­re un’il­lu­sio­ne… Ma può esse­re usa­ta per crea­re altre illu­sio­ni… Chi è ogget­to di ipno­si è nel­le mani del­l’ip­no­tiz­za­to­re… In quel momen­to non ha con­trol­lo su di se… Si sta affi­dan­do inte­gral­men­te e com­ple­ta­men­te a qual­cun altro… Duran­te l’ip­no­si si ha addos­so ben più che un paio di len­ti colo­ra­te. Inten­de­vo dire que­sto :bye:

        • franz ha detto:

          Duran­te l’ip­no­si si pos­so­no ave­re addos­so mol­te len­ti. Ma se ne pos­so­no anche ave­re meno del soli­to. Come, riten­go, nel caso del rac­con­to di LamaT