>

La Preghiera senza forma

La reli­gio­ne cat­to­li­ca, ma anche le altre, ci han­no sem­pre inse­gna­to a pre­ga­re con qual­che for­mu­la e per qual­cu­no o qual­co­sa. La pre­ghie­ra è sem­pre asso­cia­ta alla pro­nun­cia di una for­mu­la ritua­le, di un man­tra, di una litania.

Ma la pre­ghie­ra può anche esse­re silen­zio­sa, sen­za for­ma, sen­za parola.

La pre­ghie­ra può anche esse­re… entra­re in uno sta­to di desi­de­rio sen­za ogget­to. Un puro sta­to del cuore.

Uno sta­to in cui esi­ste solo il desi­de­rio e nul­l’al­tro. Non il desi­de­rio “per” o “di”.

Sem­pli­ce­men­te il desiderio.

Una pre­ghie­ra, appunto.

Non saprei come altro defi­ni­re quel pun­to in cui può con­cen­trar­si il cuo­re, in un pome­rig­gio qual­sia­si di un gior­no qual­sia­si, in cui un’e­mo­zio­ne cal­da, dol­ce, sca­te­na all’in­ter­no una richiesta.

Muta, silen­zio­sa, sen­za ogget­to ne for­ma, sen­za fine e sen­za inizio.

E’ come immer­ger­si nel­l’ac­qua di un fiu­me che pas­sa, da sem­pre e per sem­pre, e lasciar­si por­ta­re dal­la corrente.

Può esse­re per un lun­go trat­to, maga­ri fino al mare, o per pochi istan­ti; non importa.

Per­chè il tem­po, per quel tem­po, ces­sa sem­pli­ce­men­te di esistere.

Con­di­vi­di

7 Comments

  1. Giuseppe ha detto:

    Che bel­lo!

  2. Pirata ha detto:

    Mol­to bel­lo e inte­res­san­te, anke per­kè mi capi­ta di spe­ri­men­ta­re quel­lo sta­to ma, sino ad ades­so, ho sem­pre cer­ca­to un ‘ogget­to’ di desi­de­rio: ades­so, tra­mi­te di tuo Franz, ho capi­to che con­vie­ne ‘resta­re’ in quel­lo sta­to che chis­sà dove può por­ta­re: gra­zie ami­co caro.

  3. Andrea ha detto:

    Sem­pli­ce. Puro. Diret­to. Sin­ce­ro. Silen­zio­sa­men­te commovente.
    Gra­zie Franz.

  4. Donatilla ha detto:

    Gra­zie Franz, anche per me la vera pre­ghie­ra è entra­re in un silen­zio pro­fon­do e inti­mo. :embra­ce:

  5. White Knight ha detto:

    Con­cor­do pre­ga­re o medi­ta­re (la Medi­ta­zio­ne è la VERA pre­ghie­ra) per otte­ne­re qual­co­sa o con un qual­sia­si fine non è pre­ghie­ra ecco spie­ga­to per­ché San­t’An­to­nio nun te fa vin­ce a SESALLA!!! :mrgreen: