>

Il sangue per le trasfusioni potrebbe essere a rischio HIV e altro?

Leg­ge­te que­sto arti­co­lo su “La Repub­bli­ca”. Ecco cosa dice: esi­ste un’a­zien­da, la Kedrion, che è mono­po­li­sta in Ita­lia per la distri­bu­zio­ne degli emo­de­ri­va­ti alle strut­tu­re pub­bli­che. In altre paro­le qua­lun­que biso­gno di san­gue o di pro­dot­to da esso deri­va­to vie­ne obbli­ga­to­ria­men­te da que­sta ditta.

L’AIFA (l’or­ga­no ita­lia­no di far­ma­co­vi­gi­lan­za), chia­ma­ta due mesi fa a dare a que­sta azien­da l’au­to­riz­za­zio­ne alla mes­sa in com­mer­cio euro­pea dei pro­dot­ti (euro­pea, per­chè in Ita­lia già ven­go­no distri­bui­ti), ana­liz­za la docu­men­ta­zio­ne pre­sen­ta­ta dal­la Kedrion, sco­pren­do che, a quan­to pare, la dit­ta EFFETTUA SOLO IL TEST CONTRO L’EPATITE C E TRALASCIA TUTTI GLI ALTRI TRA CUI AIDS E EPATITE B.

Ovvia­men­te l’AI­FA chie­de l’im­me­dia­to seque­stro e riti­ro di que­sti pro­dot­ti, ma l’I­STI­TU­TO SUPERIORE DI SANITA’ nel­le vesti di ENRICO GARACI, pre­si­den­te, inve­ce si oppo­ne, soste­nen­do che il rischio è mol­to bas­so per cui il gio­co vale la can­de­la (secon­do loro la pro­ba­bi­li­tà sareb­be di 1 su un milio­ne) per­chè in caso di riti­ro gli ospe­da­li rima­reb­be­ro sen­za scor­te e sen­za pos­si­bi­li­tà alter­na­ti­va, dato che le Kedrion è monopolista.

Secon­do l’ISS il san­gue vie­ne già ana­liz­za­to a suf­fi­cien­za alla fon­te e il rischio, pur non essen­do pari a zero, è comun­que tra­scu­ra­bi­le, con­si­de­ra­to che si abbas­sa ulte­rior­men­te duran­te le varie lavo­ra­zio­ni. Ades­so l’ISS e l’AI­FA stan­no facen­do la guer­ra sul riti­ro di que­sti pro­dot­ti che però, nel frat­tem­po, riman­go­no sul mercato.

Que­sto in sin­te­si il con­te­nu­to dell’articolo.

A par­te ogni com­men­to, che a que­sto pun­to mi pare per­fet­ta­men­te super­fluo, la mia doman­da è: se il rischio è vera­men­te tra­scu­ra­bi­le come soster­reb­be GARACI, come mai la Kedrion effet­tua il test sul­l’e­pa­ti­te C? Se c’è il rischio di quel­la, c’è il rischio anche del­le altre infe­zio­ni, mi pare.

O sono sce­mo io?

Con­di­vi­di

2 Comments

  1. matrox ha detto:

    Non è che sei sce­mo, tut­t’al­tro, sei solo poco infor­ma­to in mate­ria. Fac­cio nota­re che la Kedrion for­ni­sce deri­va­ti del pla­sma e non san­gue. Se c’è biso­gno di san­gue ci sono i cen­tri di racolta.

    • franz ha detto:

      Pur­trop­po non è che alla kedrion rac­con­ti­no a tut­ti i fat­ti loro. Nono­stan­te sul loro sito dica­no che il loro core busi­ness sia­no i deri­va­ti (e non il san­gue in toto, in que­sto hai ragio­ne, mi ha trat­to in ingan­no l’ar­ti­co­lo). Comun­que mi pare che tut­to ciò spo­sti ma non modi­fi­chi la pro­spet­ti­va… sta di fat­to che il deri­va­to del san­gue, per quan­to la lavo­ra­zio­ne atte­nui il rischio, non vie­ne sot­to­po­sto a test se non per l’e­pa­ti­te C. Il che mi lascia con il dub­bio di pri­ma, purtroppo.
      Però ti rin­gra­zio per la pre­ci­sa­zio­ne (UND per il commento!)