>

Pastori sardi bloccati a Civitavecchia: che cazzo sta succedendo qui?

Come ha scrit­to Don Fran­ce­sco Bar­be­ro… “pro­ve tec­ni­che di regi­me”; anch’io non saprei come altro defi­ni­re ciò che sareb­be acca­du­to a Civi­ta­vec­chia, dove, a quan­to pare, una dele­ga­zio­ne di pasto­ri sar­di, diret­ti a Roma per mani­fe­sta­re paci­fi­ca­men­te e richia­ma­re l’at­ten­zio­ne del pub­bli­co sul pro­ble­ma del­la loro clas­se, sareb­be­ro sta­ti bloc­ca­ti da un con­tin­gen­te di for­ze di Poli­zia, che avreb­be­ro loro impe­di­to di proseguire.

La mani­fe­sta­zio­ne non era anco­ra in atto, nes­su­no ave­va armi pro­prie o impro­prie, nes­su­na leg­ge era anco­ra sta­ta violata.

Cio­no­no­stan­te i pasto­ri sareb­be­ro sta­ti bloc­ca­ti, i loro pull­man seque­stra­ti e loro stes­si costret­ti a ritor­na­re in Sar­de­gna a for­za. In più, a quan­to pare, qual­cu­no (un ragaz­zi­no) sareb­be pure sta­to pre­so a manganellate.

Il tut­to con la scu­sa che la mani­fe­sta­zio­ne che vole­va­no met­te­re in atto non era autorizzata.

Ma che caz­zo van­no dicen­do? Un con­to è fer­ma­re una mani­fe­sta­zio­ne in atto (se non auto­riz­za­ta pos­so anco­ra capi­re), un altro è bloc­ca­re del­le per­so­ne che la mani­fe­sta­zio­ne non l’han­no man­co anco­ra mes­sa in piedi.

Se quan­to affer­ma­to dal­la stam­pa risul­tas­se vero, il fat­to sareb­be estre­ma­men­te gra­ve, anche se può non sem­bra­re; la liber­tà di pen­sie­ro, di paro­la e di espres­sio­ne sono prin­ci­pi san­ci­ti dal­la Costi­tu­zio­ne, al cui rispet­to sono tenu­ti tut­ti i cit­ta­di­ni ita­lia­ni, soprat­tut­to colo­ro che rive­sto­no inca­ri­chi diri­gen­zia­li al ser­vi­zio del­lo Stato.

I poli­ziot­ti non si sono di cer­to mos­si di loro ini­zia­ti­va. Qual­cu­no avrà dato l’or­di­ne. E qual­cu­no l’a­vrà dato a lui: occor­re risa­li­re la cate­na gerar­chi­ca fino a chi ha emes­so un simi­le ordinativo.

Dopo di che que­sta per­so­na, a parer mio, dovreb­be esse­re imme­dia­ta­men­te sospe­sa dal­l’in­ca­ri­co, ed a suo cari­co avvia­ta un’in­da­gi­ne mol­to seria e velo­ce. Anzi: fulminea.

Dopo di che, se i fat­ti cita­ti dal­la stam­pa fos­se­ro veri, dovreb­be esse­re imme­dia­ta­men­te allon­ta­na­ta dal suo posto e le dovreb­be esse­re inter­det­ta a vita la pos­si­bi­li­tà di qua­lun­que impie­go nel­la pub­bli­ca amministrazione.

Io one­sta­men­te spe­ro dav­ve­ro che si trat­ti del­la soli­ta distor­sio­ne e stru­men­ta­liz­za­zio­ne media­ti­ca di fat­ti ben diversi.

Per­chè se dav­ve­ro le cose sono anda­te così… allo­ra que­sto è un segna­le incre­di­bil­men­te allar­man­te ed altret­tan­to pre­ci­so del­la brut­tis­si­ma pie­ga che sta pren­den­do que­sto Paese.

Con­di­vi­di

5 Comments

  1. Ailinen ha detto:

    Dire che sareb­be gra­ve è dire poco. Ma l’Eu­ro­pa per­chè con­sen­te que­sti schifi?

    • franz ha detto:

      Non saprei, ma non mi mera­vi­glia, dopo che non ha alza­to un dito sul­la que­stio­ne del­la stam­pa in Ungheria.
      L’U­nio­ne Euro­pea non esi­ste, se non come siste­ma per difen­de­re gli inte­res­si eco­no­mi­ci di pochi grup­pi di potere.

  2. lucia ha detto:

    … chi scom­met­te un cope­co (di quel­li del vec­chio conio) che fini­rà tut­to nel dere­ta­no di un micro-fun­zio­na­rio che ver­rà defi­ni­to “trop­po zelan­te”, il qua­le sacri­fi­che­rà se stes­so e la pro­pria sco­mo­da seg­gio­la in nome di non sapre­mo mai dav­ve­ro chi o cosa? Pen­sio­ne anti­ci­pa­ta e una liqui­da­zio­ne da “nabab­bo”?… :wow:

  3. jackll ha detto:

    Pur­trop­po in ita­lia la demo­gra­zia esi­ste solo per quel­li che stan­no al governo,fànno fede le affer­ma­zio­ni di gaspar­ri sugli arre­sti preventivi,in que­sto caso han­no bloc­ca­to una futura,probabile, mani­fe­sta­zio­ne preventivamente,occhio per­chè non oso pen­sa­re cosa potran­no fare pre­ven­ti­va­men­te. :shit: :shit: :shit: :shit: :shit: :shit: