>

Cominciano i processi contro Big Pharma: gli USA si svegliano dopo sette anni…

Big Phar­ma deve aver pesta­to i cal­li a qual­cu­no di potente.

Negli Sta­ti Uni­ti la FDA ha infat­ti deci­so di usa­re l’im­pu­ta­zio­ne pena­le con­tro le case far­ma­ceu­ti­che e rela­ti­vi mana­ger respon­sa­bi­li di illeciti.

Han­no ini­zia­to da Gla­xo, impu­tan­do Lau­ren Ste­vens di pecu­la­to e fal­so oltre che di occul­ta­men­to di pro­ve e mate­ria­li vari.

Gla­xo infat­ti ha ven­du­to per anni un far­ma­co anti­de­pres­si­vo come dima­gran­te, cosa per cui non solo non era sta­to appro­va­to ma nep­pu­re mostra­va par­ti­co­la­ri effetti.

Non solo, la Ste­vens avreb­be pure occul­ta­to le pro­ve dimo­stran­ti la cor­ru­zio­ne nei con­fron­ti di medi­ci com­pia­cen­ti che ven­de­va­no ai pro­pri pazien­ti il far­ma­co come dimagrante.

La FDA ave­va a dispo­si­zio­ne l’ar­ma lega­le da set­te anni ma non l’ha mai usa­ta prima.

Pre­su­mo che que­sto sia solo il prin­ci­pio di un’a­zio­ne che, mol­to pro­ba­bil­men­te, è la rispo­sta di un gover­no ad una atti­vi­tà pri­va­ta che ha acqui­si­to trop­po, dav­ve­ro trop­po, pote­re nel cor­so degli anni.

Inu­ti­le sot­to­li­nea­re il fat­to, ampia­men­te dimo­stra­to da vicen­de come quel­le del vac­ci­no con­tro la sui­na del­lo scor­so anno, che Big Phar­ma ha di fat­to acqui­si­to il suo pote­re pro­prio gra­zie alla con­ni­ven­za dei vari governi.

Con­di­vi­di