>

Al bando gli additivi delle sigarette? Voglio proprio vedere…

Era un film con Rus­sel Cro­we, The Insi­der. La sto­ria di un chi­mi­co che com­pa­re in un Talk Show ame­ri­ca­no per denun­cia­re la poli­ti­ca del­le mul­ti­na­zio­na­li del tabac­co, che con­ti­nua­no ad infar­ci­re le siga­ret­te di addi­ti­vi di ogni gene­re per ren­de­re le pro­prie siga­ret­te più pia­ce­vo­li o, come denun­cia­to nel film, per aumen­ta­re la dipen­den­za in chi le fuma.

Sen­za que­gli addi­ti­vi non si spie­ghe­reb­be la dif­fe­ren­za colos­sa­le di sapo­re tra siga­ret­te di diver­se mar­che, così come non ci si spie­ghe­reb­be per­chè con alcu­ne mar­che vie­ne voglia di fumar­ne una die­tro l’altra.

Ieri l’OMS ha rati­fi­ca­to una deci­sio­ne sto­ri­ca: Big Tobac­co (l’e­qui­va­len­te di Big Phar­ma per le siga­ret­te, ovve­ro l’in­sie­me del­le muil­ti­na­zio­na­li del fumo) dovrà rinun­cia­re agli addi­ti­vi che attual­men­te fic­ca in dosi mas­sic­ce nei pro­pri prodotti.

Nel film il per­so­nag­gio di Rus­sel Cro­we vie­ne minac­cia­to e sot­to­po­sto ad ogni gene­re di vio­len­za psi­co­lo­gi­ca e atten­ta­to da par­te di Big Tobacco.

Nel­la real­tà, dopo que­sta deci­sio­ne del­l’OMS biso­gna vede­re se le varie mul­ti­na­zio­na­li accet­te­ran­no di met­ter­la in atto o con­ti­nue­ran­no soa­ve­men­te a sbat­ter­se­ne ampia­men­te, come han­no fat­to finora.

Per­so­nal­men­te riten­go mol­to più proa­bi­le la secon­da, tan­to più che quel­li del­l’OMS non sono esat­ta­men­te famo­si per la for­za autoritaria.

Quel­lo che riten­go è che que­sti pro­cla­mi non sia­no altro che paro­le, vol­te ad un pub­bli­co sem­pre più igna­ro e ignavo.

- E chi se ne fre­ga di quel­lo che dice l’OMS? Tan­to tra due gior­ni nes­su­no si ricor­de­rà più di quel­lo che hann­no detto. -

Secon­do me que­sto è il pen­sie­ro di Big Tobac­co che, a quan­to pare al con­tra­rio di enti come l’OMS, è per­fet­ta­men­te con­sa­pe­vo­le del pote­re che detie­ne gra­zie all’im­pres­sio­nan­te fat­tu­ra­to su cui può far conto.

Così come ne sono con­sa­pe­vo­li i gover­ni che con­ti­nua­no ad aumen­ta­re i prez­zi del­le siga­ret­te con la scu­sa di voler­ne dimi­nui­re il con­su­mo, men­tre inve­ce si riem­pio­no le tasche con le rela­ti­ve accise.

Con­di­vi­di

3 Comments

  1. Sciuscia ha detto:

    La pen­so come te… zero speranze.

  2. Ailinen ha detto:

    Aha­hah.… Cer­to faran­no i buo­ni e toglie­ran­no tut­te le cose che ren­do­no buo­ne le siga­ret­te.… Ahahahahahahahahahahahah

  3. Sting ha detto:

    Ma, la “ter­za via”?
    Smet­ter­la di sof­fo­ca­re cor­po e ani­ma con puz­zo­len­ti mia­smi, no eh?
    Trop­pa fati­ca? Trop­pa indo­len­za? Scar­se motivazioni?
    Com’è la fac­cen­da, signo­ri fumatori?
    Osser­va­re la dina­mi­che che por­ta­no la siga­ret­ta alle lab­bra, com­pren­der­ne il signi­fi­ca­to e agi­re per anda­re “oltre”, è una super­ba sfi­da con­tro la mec­ca­ni­ci­tà, ver­so l’os­ser­va­zio­ne si sé e del­l’a­gi­re consapevole.
    Pro­va­re per credere.
    E poi che Big Tobac­co met­ta le “bion­de” tut­te in fila e se le fic­chi su per il.…… :kiss­myass: