>

Quei bambini dagli occhi strani…

Non so se ci ave­te fat­to caso; per qual­che anno, fino a poco tem­po fa, era abba­stan­za faci­le imbat­ter­si in bam­bi­ni dagli occhi mol­to grandi.

Non solo dal pun­to di vista del bul­bo, ma anche del­l’i­ri­de. Ed era­no tut­ti occhi mol­to bel­li, dai colo­ri estre­ma­men­te pre­ci­si: ver­di, azzur­ri, rara­men­te mar­ro­ni ma, anche in quei rari casi, di un mar­ro­ne lumi­no­so, acceso.

A quan­to ho potu­to veri­fi­ca­re, sia per­so­nal­men­te che pescan­do infor­ma­zio­ni qui e là, que­sti bam­bi­ni sono in gene­re estre­ma­men­te par­ti­co­la­ri. Non solo dal pun­to di vista del­la bel­lez­za del vol­to, peral­tro alquan­to accen­tua­ta, ma in gene­re anche in quan­to dota­ti di una sen­si­bi­li­tà mol­to raf­fi­na­ta, pro­fon­da e mol­to spes­so di intel­li­gen­za acuta.

Sono bam­bi­ni che mostra­no segni di pre­co­ce capa­ci­tà di com­pren­sio­ne e appren­di­men­to ma che, in gene­re, han­no in comu­ne una qua­li­tà par­ti­co­lar­men­te armonica.

Cre­scen­do, la loro indo­le mol­to dol­ce ten­de a orien­tar­si ver­so una serie­tà e una capa­ci­tà di assor­bi­men­to all’in­ter­no estre­ma­men­te notevoli.

Da qual­che anno seguo sul­la rete le diver­se testi­mo­nian­za che par­la­no dei famo­si “bam­bi­ni inda­co”. Si trat­ta di bam­bi­ni e ragaz­zi dal­le carat­te­ri­sti­che mol­to simi­li a quel­le che ho descrit­to sopra.

Il nome vie­ne dal fat­to che qual­cu­no, dota­to di spic­ca­te per­ce­zio­ni sine­ste­si­che, li ave­va all’i­ni­zio asso­cia­ti pro­prio al colo­re indaco.

La sto­ria di que­sto ter­mi­ne ini­zia negli anni 80, se non vado erra­to, dan­do ori­gi­ne a tut­ta una serie di descri­zio­ni cui, con l’an­da­re del tem­po, si sono aggiun­ti fat­to­ri sem­pre nuo­vi, a vol­te vero­si­mi­li, a vol­te un po’ meno, fino a sca­te­na­re una sor­ta di movi­men­to di pensiero.

Del­la cosa si occu­pa anche il mon­do scien­ti­fi­co, in modo alquan­to super­fi­cia­le, solo per arri­va­re come al soli­to a defi­ni­re il tut­to come frut­to di fantasia.

Sta di fat­to però che bam­bi­ni del tipo descrit­to sopra sono visi­bi­li ed esi­sten­ti, ed han­no una inso­li­ta somi­glian­za di trat­ti psi­co­lo­gi­ci per così dire particolari.

Per­so­nal­men­te non riten­go vali­de la mag­gior par­te del­le cose det­te su que­sti bam­bi­ni, ma sono pro­fon­da­men­te con­vin­to che esse­ri con que­sti trat­ti fisi­ci e psi­co­lo­gi­ci fac­cia­no par­te di una sor­ta di “onda”, come se ad un cer­to pun­to fos­se­ro venu­ti al mon­do degli esse­ri che rap­pre­sen­ta­no in qual­che modo una nuo­va fase.

Nien­te di spe­cia­le, non pote­ri para­nor­ma­li o incar­na­zio­ni di alie­ni o altre cose simi­li; sem­pli­ce­men­te, l’i­ni­zio di un cam­bia­men­to, del tut­to natu­ra­le, per­fet­ta­men­te nel­l’or­di­ne del­le cose.

Se vi capi­ta di incon­tra­re uno di que­sti bam­bi­ni o ragaz­zi, fate­mi una cor­te­sia; guar­da­te­li bene negli occhi.

Poi, sem­pre se vi va ovvia­men­te, posta­te qui le vostre impres­sio­ni (ho det­to impres­sio­ni, non teorie…)

Mi pia­ce­reb­be conoscerle.

Con­di­vi­di

13 Comments

  1. Layla ha detto:

    Io cono­sco un paio di ragaz­zi inda­co… pos­so con­fer­ma­re che non si trat­ta di fantasia.
    Il più gio­va­ne ha 29 anni ed oltre a tut­te le carat­te­ri­sti­che sopra descrit­te ha un magne­ti­smo per­so­na­le incre­di­bi­le… non si può fis­sar­lo negli occhi per più di qual­che secon­do sen­za sen­tir­si stra­ni, come se fos­se in gra­do di leg­ger­ti dentro.
    Una carat­te­ri­sti­ca mol­to par­ti­co­la­re che ha è quel­la di ave­re una for­te ener­gia pra­na, ha stu­dia­to scien­ze oli­sti­che ed i suoi mas­sag­gi sono incre­di­bil­men­te effi­ca­ci, carat­te­ri­sti­ca comu­ne anche con l’al­tro ragaz­zo che conosco.

    Baci, Lay­la.

  2. Sciuscia ha detto:

    Non vor­rei dire una caz­za­ta, ma cre­do che mia moglie abbia que­sta carat­te­ri­sti­ca… Ha degli occhi ver­di mol­to stra­ni, che all’e­ster­no, a con­fi­ne con la par­te bian­ca, ten­do­no qua­si al grigio/azzurro, men­tre all’in­ter­no, vici­no alla pupil­la, han­no un accen­no di mar­ro­ne chiaro.
    La pri­ma vol­ta che la vidi, ricor­do che pen­sai “ma sono dora­ti?” guar­dan­do i suo occhi, per­ché dava­no l’ef­fet­to di riflet­te­re oro.
    Come per­so­na­li­tà, è per­fet­ta­men­te ade­ren­te a quan­to descrit­to per i bam­bi­ni inda­co, e soste­ne­re il suo sguar­do non è facile.

    E’ però la pri­ma vol­ta che sen­to par­la­re di que­sta cosa, e potrei sba­gliar­mi, non aven­do del resto ter­mi­ni di paragone.

    • Franz ha detto:

      I bam­bi­ni di que­sto tipo, in effet­ti, pri­ma o poi crescono…

  3. Valeria ha detto:

    Occhi che assor­bo­no il mon­do nel­la sua inte­rez­za; occhi che guar­da­no la luce del sole e il colo­re del­la not­te come a doni pre­zio­si; occhi che non si nascon­do­no nul­la, che san­no rico­no­sce­re in altri occhi la gio­ia e il dolo­re. Occhi che si immer­go­no nel­la vita. Occhi che san­no ascol­ta­re, oltre che vedere…
    Cono­sco bene que­gli occhi…

  4. Simona ha detto:

    Ogni mam­ma pen­sa che i suoi bam­bi­ni sia­no speciali…ma sugli occhi non ci sono dub­bi! Tan­to quan­to non ci sono dub­bi che que­sti sog­get­ti sia­no sine­ste­si­ci. E’ che alle vol­te si fa fati­ca a far­li crescere…ti inti­mi­di­sco­no, sono più avan­ti di te!

    Gra­zie. Un bacio grande,

    Simo­na

  5. Superion ha detto:

    Cosa signi­fi­ca “sine­ste­si­ci”? 🙄

    • Franz ha detto:

      E’ la per­ce­zio­ne “incro­cia­ta” o con­ta­mi­na­ta dei sen­si. “Vede­re un odo­re” “Sen­ti­re un colo­re” e via dicendo.
      Per este­so, indi­ca quan­do la per­ce­zio­ne è “allar­ga­ta” rispet­to a quel­la nor­ma­le, pro­prio gra­zie a que­sta con­nes­sio­ne dei sen­si tra loro.

  6. Superion ha detto:

    AAAAhhhhh ho capi­to “roba da Jedi” quindi.…..
    e non pote­va­no dire…che san­no usa­re la Forza!?
    :prrr:

  7. White Knight ha detto:

    Ad ogni modo per quan­to mi riguar­da che sia­no “INDACO” o COBALTO tut­ti i bam­bi­ni van­no egual­men­te ono­ra­ti e rispet­ta­ti e pro­prio per que­sto RESPONSABILMENTE edua­ti ovve­ro “con­dot­ti a Se stessi”!!!
    Il che non è poco… :war­rior:

    • antonella ha detto:

      è mol­to bel­lo bel­lo quel­lo che hai scrit­to e sono pie­na­men­te daccordo.sei un grande!

  8. Walter ha detto:

    Chi pra­ti­ca la ricer­ca inte­rio­re (poco o tan­to) non e’ anche un bam­bi­no indaco???

    • White Knight ha detto:

      Di cer­to è un esse­re “par­ti­co­la­re”, non pro­prio ordinario.…
      Anche se la gen­te comu­ne lo defi­ni­rà “stra­no”…
      e vor­rei vede­re il con­tra­rio!!! :war­rior: