>

Sposterei la moschea ma quelli poi si incazzano…

preghieraislamSpo­sta­re la Moschea fareb­be incaz­za­re il mon­do isla­mi­co, meglio non farlo…

Ecco a cosa sia­mo arri­va­ti in occi­den­te: a cagar­ci in mano e lasciar fare agli isla­mi­ci quel­lo che voglio­no per pau­ra del­la loro reazione.

Al di là di caz­za­te come quel­la del reve­ren­do Jones (l’i­dio­ta che vole­va bru­cia­re il Cora­no, caz­za­ta in cui, peral­tro, c’à da met­ter­ci anche tut­ti quei media che han­no dato risal­to alla noti­zia), il mon­do isla­mi­co sta arri­van­do pian pia­no a det­ta­re leg­ge in occi­den­te con l’ar­ma di cui dispo­ne: la paura.

Un’ar­ma poten­tis­si­ma, spe­cial­men­te quan­do vie­ne usa­ta per minac­cia­re un mon­do deca­den­te, i cui gover­ni non han­no più la for­za di difen­de­re la demo­cra­zia, ne’ tan­to­me­no la con­ve­nien­za, ragion per cui pre­fe­ri­sco­no chi­na­re la testa.

L’ho det­to già altre vol­te: il rispet­to per ciò in cui cre­do­no gli altri non impli­ca pie­gar­si a 90° per la pau­ra del­la loro reazione.

Costrui­re una moschea su Ground Zero? Io se fos­si un Ame­ri­ca­no mi incaz­ze­rei come una vipe­ra. Ma come: qual­cu­no mi ammaz­za 3.000 per­so­ne e io lo rin­gra­zio pure? Ma col caz­zo! La moschea si fa da un’al­tra par­te e que­sto è quanto.

E per quan­to riguar­da l’I­mam che dice che “il popo­lo isla­mi­co potreb­be sen­tir­si sot­to attac­co”… beh, gli rispon­de­rei che qual­che ame­ri­ca­no potreb­be sen­tir­si sot­to attac­co anche sem­pli­ce­men­te per le sue paro­le ma, cio­no­no­stan­te, nes­su­no si sogna per que­sto di toc­car­lo con un dito.

Sia­mo entra­ti in una nuo­va fase: ormai non ser­ve nep­pu­re la cer­tez­za; basta il dub­bio che gli isla­mi­ci potreb­be­ro offen­der­si et voi­la… nes­su­no osa nep­pu­re più scorreggiare.

Un atteg­gia­men­to vile e ini­quo, gra­zie al qua­le il mon­do isla­mi­co, esat­ta­men­te come un bam­bi­no vizia­to, ha appe­na sco­per­to che facen­do i capric­ci ottie­ne ciò che vuo­le. Di qua­lun­que cosa si tratti.

Ecco dove ci sta por­tan­do l’i­net­ti­tu­di­ne dei nostri gover­ni e il buo­ni­smo del caz­zo che in tut­ti que­sti anni han­no con­ti­nua­to a dar­la sem­pre vin­ta in nome di non si sa qua­le dirit­to a chi, con la scu­sa del­la reli­gio­ne, ten­ta di sot­to­met­te­re gli altri ai pro­pri principi.

Ma atten­zio­ne: come ho già det­to, un gover­no inet­to si tro­va al pote­re gra­zie al fat­to di esse­re sta­to elet­to dal­la mag­gio­ran­za, cosa che signi­fi­ca a sua vol­ta che la mag­gio­ran­za degli elet­to­ri ha scel­to un inet­to per rappresentarla.

E a me non risul­ta che una per­so­na con­sa­pe­vo­le, matu­ra e che sa sta­re drit­ta nel­la vita sce­glie­reb­be un inet­to per rappresentarla.

A nes­sun costo.

Per nes­sun motivo.

Con­di­vi­di

64 Comments

  1. Fabio ha detto:

    …vab­bé che l’ar­ti­co­lo par­la di altro, ma…

    “qual­cu­no mi ammaz­za 3.000 per­so­ne e io lo rin­gra­zio pure?” 😯

    …non mi cre­de­rai mica alla sto­riel­la uffi­cia­le, vero????? :deny:

  2. Luna ha detto:

    Cre­do che Franz abbia cen­tra­to il pun­to, e non è sta­to il solo, anche i com­men­ti dei let­to­ri sul sito web in cui si tro­va l’ar­ti­co­lo sono sta­ti acu­ti; l’ar­ti­co­lo con­tie­ne que­sta frase:
    «La mia mag­gio­re pre­oc­cu­pa­zio­ne riguar­do un sito diver­so è che il mes­sag­gio che arri­ve­reb­be al mon­do musul­ma­no sareb­be che l’Islam è sot­to attac­co in Ame­ri­ca», ha det­to l’imam Fei­sal Abdul Rauf, inter­vi­sta­to dall’Abc News. «Il che raf­for­ze­reb­be gli estre­mi­sti nel mon­do musul­ma­no, aiu­te­reb­be il loro reclutamento»

    Tro­vo che die­tro a que­sta fra­se vi sia­no un mare di sot­tin­te­si, e che il più lam­pan­te sia pro­prio “Se non fai come dico­no loro sono cavo­lac­ci tuoi… poi non dir­mi che non ti ave­vo avvertito”
    Se que­sto non è spar­ge­re tra la gen­te la pau­ra del­le con­se­guen­ze, non so che cosa sia. Con­se­guen­ze non da poco, visto che riguar­da­no la vita, l’e­si­sten­za stes­sa: l’e­stre­mi­smo non mi pare si sia mai tra­dot­to in atti “costrut­ti­vi”.

    Por­ca mise­ria, pro­prio ora che c’è biso­gno che le per­so­ne si libe­ri­no dal­la pau­ra di fare un pas­so sba­glia­to per esse­re uomi­ni e don­ne miglio­ri, arri­va­no que­sti che “se non costrui­te dove voglio­no loro raf­for­ze­ran­no l’estremismo”
    Wow 😕

  3. Sciuscia ha detto:

    Sono d’ac­cor­do sul­l’i­gno­bi­le novan­ta­gra­di­smo dei gover­ni del­l’oc­ci­den­te, ma non sul­la con­si­de­ra­zio­ne cir­ca la que­stio­ne di Ground Zero.

    Ragio­na­re come hai fat­to tu è un modo per dire al mon­do isla­mi­co “Sì, ce l’ab­bia­mo con voi, non sia­mo in guer­ra coi ter­ro­ri­sti, sie­te pro­prio voi che ci sta­te sul caz­zo e non pos­sia­mo vede­re.”, ossia il con­tra­rio di quan­to van­no da anni cer­can­do di spar­ge­re come mes­sag­gio pri­ma Bush, ed ora Obama.

    • Franz ha detto:

      For­se non mi sono spie­ga­to bene; qui non si trat­ta di “aver­ce­la su”. Si trat­ta del fat­to che (par­lo sem­pre dal pun­to di vista ame­ri­ca­no) Ground Zero è diven­ta­to una sor­ta di san­tua­rio, un luo­go “sacro”. In quel luo­go non si costrui­sco­no moschee. Pun­to. La cit­tà è ame­ri­ca­na, il suo­lo pure, i musul­ma­ni non rom­pa­no i coglio­ni con minac­ce vela­te come quel­le dell’Imam.
      For­se ades­so è più chiaro?

      • Sciuscia ha detto:

        No, non è più chiaro.

        Un pae­se come l’A­me­ri­ca deve esse­re capa­ce di dimo­stra­re che trat­ta una moschea come trat­te­reb­be un super­mer­ca­to, una chie­sa cat­to­li­ca, un bowling.

        Se dicia­mo che a Ground Zero non si edi­fi­ca nul­la, ok. Se il pro­ble­ma è la moschea, no ok.

        • Il Veronesi ha detto:

          In par­te sono mol­to d’ac­cor­do con te, Sciu­scia. In par­te no. Sono d’ac­cor­do quan­do dici che un gover­no demo­cra­ti­co ed occi­den­ta­le deve trat­ta­re una moschea alla stre­gua di un super­mer­ca­to. Però… Però secon­do te, se aves­se­ro volu­to costrui­re in quel pun­to del­la cit­tà una sede di un par­ti­to nazio­nal socia­li­sta, ad esem­pio, sareb­be anda­to bene? Secon­do me no. Eppu­re è come un super­mer­ca­to. Eh, sì e no. Qua­lun­que luo­go pub­bli­co è solo un luo­go pub­bli­co, sino a che non è dichia­ra­ta­men­te in con­tra­sto coi prin­ci­pi vigen­ti nel Pae­se. Prin­ci­pi poli­ti­ci, giu­ri­di­ci, cul­tu­ra­li e socia­li. Ecco per­ché una sede reli­gio­sa o poli­ti­ca va benis­si­mo, fino a che que­sta non è sim­bo­lo e costi­tu­zio­ne di un’i­deo­lo­gia vol­ta a sov­ver­ti­re l’or­di­na­men­to di un Pae­se. Ecco anco­ra per­chè a parer mio, non dovreb­be­ro per­met­te­re di costrui­re una sede di un par­ti­to anti demo­cra­ti­co o la sede di un movi­men­to teo­cra­ti­co in una cit­tà come new york e mai e poi mai in un luo­go for­te­men­te sim­bo­li­co come quel­lo. A pre­scin­de­re che io cre­da alla ver­sio­ne uffi­cia­le dell’11 set­tem­bre come potrei cre­de­re alla ripro­du­zio­ne uma­na via cicogna.

          • Artos ha detto:

            Tu la pen­si così, ma gli ame­ri­ca­ni se l’au­to­riz­za­no vuol dire la la pen­sa­no diver­sa­men­te. Ciao

            • Il Veronesi ha detto:

              Scu­sa, ma che rispo­sta è? Non ti pare di aver but­ta­to nel ces­so il tem­po impie­ga­to per rispon­de­re? A par­te che non c’è anco­ra nul­la di cer­to, ma poi io ho par­la­to di altro. Ho spie­ga­to per­chè c’è dif­fe­ren­za tra un super­mer­ca­to ed una moschea. Che rispo­sta è, ripe­to? Mah… Buo­na serata.

              • Artos ha detto:

                Se gli ame­ri­ca­ni auto­riz­za­no la costru­zio­ne del­la moschea in quel posto signi­fi­ca che fra due pau­re scen­go­no secon­do loro quel­la mino­re. E’ vero che quel posto è un sim­bo­lo per gli Sta­ti Uni­ti ades­so ma fra due­cen­to anni chis­sa. Ma è anche vero che il dol­la­ro è un sim­bo­lo per gli Sta­ti Uni­ti, Il debi­to pub­bli­co ame­ri­ca­no il 50% è in mano a cine­si, giap­po­ne­si, ara­bi etc. etc. per­ciò dipen­do­no al 50% da non ame­ri­ca­ni. Qual­che gior­no fà è sta­to sigla­to un accor­do tra gli USA e l’A­ra­bia Sau­di­ta e in que­sto momen­to non sò quan­ti altri accor­di ci sono in bal­lo tra gli Usa e ara­bi. Natu­ral­men­te negli Usa c’è una disoc­cu­pa­zio­ne che si aggi­ra intor­no al 10% ai cen­tri socia­li c’è gen­te che fà la fila per ave­re i pasti socia­li etc. etc. Per­tan­to se auto­riz­za­no la costru­zio­ne del­la moschea gli ame­ri­ca­ni scel­go­no secon­do loro la pau­ra mino­re. Sareb­be la pos­si­bi­li­tà di una ripre­sa eco­no­mi­ca, la ridu­zio­ne dei buo­ni pasto, del­la disoc­cu­pa­zio­ne etc. etc. per­tan­to scel­go­no il sim­bo­lo del dol­la­ro. For­se si pie­ga­no al ven­to ma non si spezzano.

          • Sciuscia ha detto:

            Il pun­to di dif­fe­ren­za tra “noi” ed il ter­ro­ri­smo dev’es­se­re pro­prio que­sto: noi dob­bia­mo dimo­strar­ci capa­ci di scin­de­re Leg­ge (Sta­to) e Fede.
            Se iden­ti­fi­chia­mo il sim­bo­lo fisi­co di una reli­gio­ne (moschea) con la teo­cra­zia, par­tia­mo già col pie­de sbagliato.
            Cre­di che non vi sia­no cat­to­li­ci, ebrei, pro­te­stan­ti che invi­dia­no le teo­cra­zie mus­sul­ma­ne, che vor­reb­be­ro vive­re in pae­si dove la reli­gio­ne è leg­ge ed il pec­ca­to è rea­to? Ci sono, ma non per que­sto impe­dia­mo la costru­zio­ne di chie­se e sinagoghe.

            Secon­do me far costrui­re o meno quel­la moschea segne­rà la linea di con­fi­ne del­la veri­tà, l’am­mis­sio­ne del­l’es­se­re in guer­ra con­tro una civil­tà o solo con­tro un grup­po di terroristi.

            • Artos ha detto:

              Ti dò ragio­ne, sono due cose com­ple­ta­men­te diver­se la fede e lo sta­to. Gli Usa quan­do deci­de­re­ran­no di fare la guer­ra all’I­ran e Siria devo­no divi­de­re il mon­do isla­mi­co. Dan­do­ci l’au­to­riz­za­zio­ne alla costru­zio­ne del­la moschea accon­ten­te­ran­no quel­la par­te ara­ba a loro allea­ta. Natu­ral­men­te gli Usa in que­sto momen­to come tut­ti gli sta­ti occi­den­ta­li han­no biso­gno di capi­ta­li per poter far ripar­ti­re l’e­co­no­mia. La Cina da qual­che tem­po sta dimi­nuen­do l’a­qui­sto di tito­li del debi­to pub­bli­co Usa com­pran­do oro per­tan­to chi com­pra i tito­li del debi­to Usa? Se non gli arabi?

              • Sciuscia ha detto:

                Non ne fac­cio una que­stio­ne di stra­te­gia poli­ti­co-eco­no­mi­ca, anche se la que­stio­ne esiste.

                Pen­so sem­pli­ce­men­te che sia giu­sto per­met­te­re la costru­zio­ne di que­sta moschea (oppu­re, vie­ta­re le costru­zio­ni a Gze­ro, è la stes­sa cosa).

                • Artos ha detto:

                  Pre­met­to io non sono ame­ri­ca­no la deci­sio­ne spet­ta solo agli ame­ri­ca­ni. Ma se fos­si sta­to ame­ri­ca­no auto­riz­ze­rei alla costruzione.

        • Roberto Rini ha detto:

          scher­zi?

          ground zero rap­pre­sen­ta una feri­ta immensa..una feri­ta che è stret­ta­men­te e sim­bo­li­ca­men­te col­le­ga­ta con lo scon­tro di civil­tà (indi­pen­den­te­men­te dal fat­to che la cia, i ret­ti­lia­ni, bush , i ban­chie­ri ebrei ame­ri­ca­ni ecc.. sia­no sta­ti coin­vol­ti o meno in que­sta tragedia…indipendentemente anche dal­la pro­pa­gan­da e dal­le que­stio­ni eco­no­mi­che…) … c’è un grup­po che uffi­cial­men­te riven­di­ca l’at­ten­ta­to in base a ““valo­ri”” musul­ma­ni (anche se il nucleo più pro­fon­do del­l’i­slam rea­le poi non ha nien­te a che vede­re con il fanatismo…ma par­lia­mo di mino­ran­ze e grup­pi di stu­dio eso­te­ri­ci) e l’A­me­ri­ca è iden­ti­fi­ca­ta con ben altro..
          Ground Zero è un sim­bo­lo ame­ri­ca­no.. e d’al­tra par­te mon­dia­le, in quan­to tra­ge­dia universale…cosa c’en­tra “rin­chiu­der­lo ” nel con­te­sto musulmano??..sarebbe un “atto di aper­tu­ra tra civil­tà”?? no..sarebbe un inna­tu­ra­le atto di sottomissione!
          un con­te­sto cul­tu­ra­le, quel­lo musul­ma­no, che sareb­be come gli altri all’in­ter­no del mel­ting pot ame­ri­ca­no, se non fos­se che NON rap­pre­sen­ta affat­to l’i­deo­lo­gia o la spi­ri­tua­li­tà del­la mag­gior par­te degli ame­ri­ca­ni in rela­zio­ne a que­sta tra­ge­dia ‑quin­di NON c’è un sen­ti­re col­let­ti­vo musulmano..il che è un fat­to, e va rispet­ta­to! -..nè mani­fe­sta aper­tu­re alla varie­tà cul­tu­ra­le che l’a­me­ri­ca rappresenta.
          inol­tre non si può fin­ge­re che quel­lo musul­ma­no sia un ambien­te per nul­la aper­to a valo­ri demo­cra­ti­ci di cui l’A­me­ri­ca (con reto­ri­ca o meno) si è fat­ta “sim­bo­lo”..

          met­te­re una moschea sareb­be solo un affron­to, det­ta­to da pau­ra e insen­si­bi­li­tà (se anche fos­se tut­ta una pro­pa­gan­da anti­i­sla­mi­ca, il sen­ti­re col­let­ti­vo va cmq in quel­la dire­zio­ne di rifiu­to del­l’i­sla­mi­smo) … meglio allo­ra un mc donal­d’s , per­lo­me­no è sim­bo­lo rea­le del­l’a­me­ri­ca e del busi­ness che rap­pre­sen­te­va­no le twin towers!! (sì…lo so..sto estre­miz­zan­do..) ‚ma dav­ve­ro sareb­be come met­te­re una sta­tua di hitler davan­ti al muro del pian­to a gerusalemme..per dimo­stra­re di esse­re “aper­ti”!!!
          insom­ma la moschea a ground zero è na caz­za­ta immane!

          ps: il musul­ma­no Ghed­da­fi l’al­tro gior­no ha fat­to in Ita­lia il suo pac­chia­nis­si­mo comi­zio cora­ni­co… con tan­to di gnoc­che ita­li­che , paga­te per far fin­ta di esser­si con­ver­ti­te dinan­zi alla “Luce” che da lui proe­ma­na­va… è sta­to accol­to come un impe­ra­to­re … con Sil­vio che gon­go­la­va, e ci man­ca­va poco che si vesti­va da Omar Sha­rif, per i mega-affa­ri che sta­va facen­do (a tito­lo più per­so­na­le che nazio­na­le eh)…e l’al­tro ieri una moto­ve­det­ta di ghed­da­fi – rega­la­ta­gli dagli Iata­lia­ni!! – ha spa­ra­to ai pesche­rec­ci di maza­ra del val­lo con­tro tut­ti gli accor­di internazionali!…ecco a cosa por­ta met­ter­si a pecora!

          • Sciuscia ha detto:

            Ma il pun­to è che l’er­ro­re, secon­do me, sareb­be pro­prio il ragio­na­men­to “sic­co­me Ground Zero è ope­ra di ter­ro­ri­sti del­la vostra stes­sa fede, col caz­zo che fate una moschea qui”.

            • Roberto Rini ha detto:

              beh.…non toc­ca agli Usa scin­de­re tra ter­ro­ri­smo e cul­tu­ra islamica…anche per­chè è già sta­to fat­to… oba­ma ha espres­sa­men­te det­to que­sto nel discor­so uffi­cia­le di com­me­mo­ra­zio­ne l’al­tro giorno..
              sem­mai al con­tra­rio, toc­ca alle comu­ni­tà isla­mi­che di tut­to il mon­do pren­de­re le distan­ze dal ter­ro­ri­smo com­me­mo­ran­do i mor­ti di ground zero!!!! con monu­men­ti o gior­na­te dedi­ca­te alla pace..
              ma qua­le sen­so avreb­be met­te­re la moschea lì??
              sareb­be in ogni caso una man­can­za di sen­si­bi­li­tà e intel­li­gen­za, visto che N.Y. NON è una cit­tà a mag­gio­ran­za isla­mi­ca… e la comu­ni­tà isla­mi­ca NON è cer­to famo­sa per ade­guar­si alla com­ples­si­tà dei luo­ghi dove si instal­la (è una comu­ni­tà chiu­sa)… det­to in altri ter­mi­ni, è irri­le­van­te che Ground Zero sia sta­to real­men­te il risul­ta­to di uno scon­tro di civil­tà o di com­plot­ti eco­no­mi­ci, quan­do “uffi­cial­men­te” c’è un grup­po isla­mi­co che lo riven­di­ca per que­stio­ni ideo­lo­gi­che e la mag­gior par­te degli ame­ri­ca­ni cre­de alla ver­sio­ne uffi­cia­le. Que­sto sen­ti­re comu­ne va rispettato…fino a quan­do non ci sono rispo­ste cer­te e non ambi­gue. inol­tre, la moti­va­zio­ne di fon­do sul­la moschea a ground zero sem­bra det­ta­ta pro­prio dal­la minac­cia e dal­la paura..non dal­la aper­tu­ra e dala voglia di conciliazione…
              insom­ma , riba­di­sco, una moschea lì è solo una sgra­de­vo­le pro­vo­ca­zio­ne nel miglio­re dei casi…una sot­to­mis­sio­ne rea­le nel peggiore!

              • Sciuscia ha detto:

                Dici che è una pro­vo­ca­zio­ne ed una man­can­za di rispet­to per­ché, anche invo­lon­ta­ria­men­te, fai coin­ci­de­re ter­ro­ri­smo ed 11 set­tem­bre con cul­tu­ra islamica.

                • Roberto Rini ha detto:

                  dico che c’è più cor­re­la­zio­ne tra cul­tu­ra isla­mi­ca e ter­ro­ri­smo che tra un cen­tro com­mer­cia­le e ter­ro­ri­smo (per­lo­me­no ter­ro­ri­smo armato)…dico che la cul­tu­ra isla­mi­ca NON è sim­bo­lo di quel­la aper­tu­ra che una tra­ge­dia pla­ne­ta­ria come Ground Zero richiederebbe…(tutto il rispet­to per le sin­go­le cul­tu­re, ma la cul­tu­ra isla­mi­ca è una cul­tu­ra che rap­pre­sen­ta se stes­sa e non sem­bra mani­fe­sta­re , nel­le sua vul­ga­ta più dif­fu­sa e popo­la­re, una voglia di pun­ti di con­tat­to con altre cul­tu­re, alla ricer­ca di valo­ri comuni)..dico che l’am­bien­te del­le comu­ni­tà isla­mi­che è chiu­so, è sta­to ed è viva­io di fran­ge estre­mi­ste e fon­da­men­ta­li­ste ..cer­ta­men­te più del­l’am­bien­te di mc donald’s…dico che sono sta­ti dif­fu­si per anni tra la gen­te ame­ri­ca­na il sospet­to e il cli­ma di pau­ra in rela­zio­ne al mon­do isla­mi­co, e quin­di di pun­to in bian­co dirot­ta­re ver­so una repen­ti­na aper­tu­ra, pro­prio in rela­zio­ne al luo­go sim­bo­lo di que­sta pau­ra, sareb­be sol­tan­to spiaz­zan­te per la gente.…
                  dico che c’è una ver­sio­ne uffi­cia­le e un grup­po estre­mi­sti­co che fa rife­ri­men­to al mon­do isla­mi­co e non a mc donald’s…e que­sto fat­to non può esse­re sca­val­ca­to sem­pli­ce­men­te con le teo­rie com­plot­ti­ste che voglio­no il gover­no ame­ri­ca­no par­te­ci­pe sen­za prove..(anche se tut­ti, cre­do, dif­fi­dia­mo del­la ver­sio­ne ufficiale)
                  dico che fino a quan­do non ci sarà una mag­gio­re rifles­sio­ne gene­ra­le sul­la com­ples­si­tà mul­ti­raz­zia­le, mul­tiet­ni­ca, mul­ti­cul­tu­ra­le, multireligiosa…sarebbe meglio non mesco­la­re nul­la mec­ca­ni­ca­men­te: l’A­me­ri­ca NON è a mag­gio­ran­za isla­mi­ca , non vedo per­chè il sim­bo­lo di una tra­ge­dia ame­ri­ca­na deb­ba esse­re rac­chiu­so nei con­fi­ni di una cul­tu­ra spe­ci­fi­ca, non uni­ver­sa­le (ripe­to: nel­la con­ce­zio­ne più popolare…non cer­to per i grup­pi più pro­fon­di), e con gra­ve sospet­ti di col­lu­sio­ne con la tra­ge­dia stes­sa (per­lo­me­no per cer­ti suoi grup­pi fondamentalisti..ma è dif­fi­ci­le per la gen­te comu­ne capi­re qua­le sia il con­fi­ne tra un grup­po e un altro)..
                  l’i­slam NON è solo una fede per i suoi segua­ci, quin­di qual­co­sa che riguar­da la dimen­sio­ne dell’intimo..ma è anche un’in­sie­me “inte­gra­le” di rego­le com­por­ta­men­ta­li ben precise..il che diven­ta politica..e dif­fi­cil­men­te tut­to que­sto è armo­ni­co con uno sta­to libe­ra­le e demo­cra­ti­co.. (e dico que­sto sen­za toglie­re nul­la alla bel­lez­za del­la misti­ca, del­l’ar­te e del­la poe­sia islamica)
                  det­to ciò…
                  mi spie­ghi per­chè dovreb­be esser­ci una moschea lì??…
                  pre­mes­so… in cer­te moschee io NON musul­ma­no non pos­so entrare…

  4. Pirata ha detto:

    Mi kie­do come potreb­be­ro sen­tir­si i paren­ti e gli ami­ci del­le vit­ti­me del­le tor­ri gemel­le se alze­ran­no una moschea a ground zero.

    • Fabio ha detto:

      …dipen­de se sono paren­ti che cre­do­no alla ver­sio­ne uffi­cia­le oppu­re no.…nel secon­do caso, inter­na­men­te sono già devastati…visto che il nemi­co ce l’han­no in casa da ormai 10 anni…

      • Sciuscia ha detto:

        Non c’en­tra la ver­sio­ne uffi­cia­le. E’ che biso­gna fare lo sfor­zo di civil­tà di non asso­cia­re il ter­ro­ri­smo all’i­slam in genere

        Anche i paren­ti dei pasto­ri afgha­ni che si sono bec­ca­ti le bom­be in que­sti die­ci anni sono deva­sta­ti den­tro, e cre­di­mi che non glie­ne fre­ga­va un caz­zo, ne’ di noi, ne’ di Bin Laden, ne’ di niente.

  5. Walter ha detto:

    Tut­to vero quel­lo che hai scrit­to sul post.
    Solo che l’ atten­ta­to e’ sta­to mes­so in atto dagli stes­si americani.

  6. lucia ha detto:

    Ma per­ché a trat­ta­re argo­men­ti come que­sto si sca­te­na una gra­gnuo­la di die­tro­lo­gia e si per­de di vista il “cuo­re” del­l’ar­go­men­to stesso? ❓

    • Fabio ha detto:

      .…beh Lucia, se ti rife­ri­sci ai miei commenti,l’avevo già pre­mes­so nel primo…
      Per me e’ chia­ro di cosa par­la l’articolo.…ma:

      1°) mi sareb­be pia­ciu­to sape­re da Franz (data la sua fra­se che ho cita­to) se valu­ta­va la ver­sio­ne uffi­cia­le dell11/9 … “plau­si­bi­le”

      2°) die­tro­lo­gia??? sia­mo pro­prio sicu­ri che non c’en­tri nul­la la per­ce­zio­ne che gli ame­ri­ca­ni abbia­no degli isla­mi­ci con la STORIA dell’11/9 e del­le ico­ne che ad essa sono segui­te (come Ground Zero) ?

      OVVIAMENTE que­sto discor­so vale anche per il resto del mon­do, ita­lia com­pre­sa (il minu­sco­lo è voluto)

      La per­ce­zio­ni che l’es­se­re uma­no medio ha del­la “real­tà”, è for­te­men­te intri­sa di un ele­men­to sto­ri­ca­men­te e social­men­te tra­sver­sa­le: la PROPAGANDA

      …se poi, però, l’ar­ti­co­lo vole­va par­la­re solo del­la “pau­ra che gli isla­mi­ci si offen­da­no” …mi scu­so e inter­rom­po qui.
      Anche se non cre­do che pro­prio tut­ti gli ita­lia­ni se ne stia­no zit­ti cagan­do­si in mano.
      C’è sem­pre qual­che faro di civil­tà e acu­me come bor­ghe­zio e cal­de­ro­li (http://it.wikinews.org/wiki/Padova:_esponenti_della_Lega_Nord_con_un_maiale_contro_la_moschea_di_Via_Anelli)
      che sta lì, a indi­ca­re la via.

      • Fabio ha detto:

        …“la per­ce­zio­ne che gli ame­ri­ca­ni HANNO”
        …mi scu­so per il refu­so :out:

      • Artos ha detto:

        L’al­tro gior­no Ghed­da­fi ha fat­to una bel­la spe­sa in Ita­lia, con la bene­di­zio­ne di Ber­lu­sco­ni, Bos­si, Bor­ghen­zio e Cal­de­ro­li. Pur­trop­po ci fan­no pau­ra e natu­ral­men­te hab­bia­mo biso­gno di loro per­chè han­no i sol­di. Ciao

  7. Artos ha detto:

    Io pren­de­rei in con­si­de­ra­zio­ne il fat­to che chi ha scrit­to quel mes­sag­gio al pre­se­den­te Oba­ma maga­ri è lo stes­so che ha det­to al pasto­re di bru­cia­re il cora­no. Maga­ri è lo stes­so che ha dato ordi­ne di far ammaz­za­re 15 cri­stia­ni in India. Que­sto per far­ci cre­de­re che noi sia­mo i buo­ni e tol­le­ran­ti e gli altri sono cat­ti­vi. Que­sta è la tec­ni­ca del­la guer­ra es. ammaz­za­no 3 per­so­ne in Iscrea­le, fan­no cade­re la col­pa ai pale­sti­ne­si e maga­ri chi ha ammaz­za­to i 3 ebrei sono gli stes­si Iscrae­lia­ni. Natu­ral­men­te que­sto suc­ce­ce lo stes­so con i pale­sti­ne­si in ter­ra di Pale­sti­na. Que­ste cose le fan­no i ser­vi­zi segre­ti e le for­ze spe­cia­li. Io sono con­vin­to che i nostri gover­nan­ti san­no fare bene il loro lavo­ro e san­no bene quel­lo che van­no cer­can­do loro e chi li coman­da­no. Facen­do così si ven­do­no armi, ci ten­go­no sot­to schiaf­fo etc. etc. In real­tà stan­no alzan­do il tono per via dell’Iran,Siria e qual­che altra nazio­ne che sco­pri­re­mo in segui­to. In paro­le pove­re ci stan­no pre­pa­ran­do il ter­re­no allo scon­tro. Natu­ral­men­te noi abboc­chia­mo. Ciao

  8. lucia ha detto:

    Fabio, il pun­to è pro­prio que­sto, per quel che inten­do io.
    Il mio non vole­va esse­re un “com­men­to-appun­to” rivol­to a qual­cu­no in par­ti­co­la­re. Quel­lo che mi fa spe­cie (cer­co di spie­gar­mi meglio) è che, inve­ce di foca­liz­za­re la que­stio­ne e ‑even­tual­men­te- cer­ca­re di affron­ta­re quel­lo che per l’u­ma­ni­tà inte­ra sta diven­tan­do un pro­ble­ma (la pau­ra NON la reli­gio­ne isla­mi­ca!), ci si sca­te­na in dibat­ti­ti “supe­ra­ti”. A me pare del tut­to evi­den­te che sia tu che Artos ecce­te­ra abbia­te la par­te di ragio­ne che è uma­na­men­te pos­si­bi­le ave­re su situa­zio­ni del­le qua­li si può solo pro­va­re a imma­gi­na­re una mini­ma per­cen­tua­le ma la doman­da è: “cui pro­de­st?”. Voglio dire, se con­ti­nuia­mo a rac­con­tar­ci la mena­ta del “die­tro le quin­te” e non cer­chia­mo di capi­re se e come è pos­si­bi­le fare qual­co­sa per non cade­re nel­la stes­sa trap­po­la dell apau­ra e aiu­ta­re chi ci sta vici­no a fare lo stes­so, restia­mo per­so­ne che se la can­ta­no e se la suo­na­no… Tut­to qui. Ma non so se sono sta­ta più chiara… 🙄

    • Artos ha detto:

      Secon­do me è già qual­co­sa capi­re il più pos­si­bi­le come stan­no i fat­ti. Natu­ral­men­te fare quel­lo che stia­mo facen­do par­lar­ci. Coin­vol­ge­re sem­pre più gen­te al sape­re. Oggi, doma­ni, dopo­do­ma­ni etc. sem­pre più coscien­ze si sve­glie­ran­no. Natu­ral­men­te per quan­to riguar­da la pau­ra essen­do un’e­mo­zio­ne nega­ti­va non ci deve coin­vol­ge­re o per­lo­me­no distac­car­si da essa non lasciar­si pit­ta­re. Ciao

    • Fabio ha detto:

      Lucia…concordiamo asso­lu­ta­men­te su que­sto punto.…la doman­da “cui pro­de­st” è quan­to­mai fon­da­men­ta­le… così come l’ar­go­men­to del­la pau­ra usa­ta come mez­zo per sog­gio­ga­re e diri­ge­re le men­ti.… PROPRIO PER QUESTO mi sem­bra­va per lo meno sin­go­la­re foca­liz­za­re l’at­ten­zio­ne sul­la pau­ra degli isla­mi­ci (o dei cine­si, o degli gno­sti­ci, o dei puf­fi man­na­ri), e non su chi CREA que­sta pau­ra e ci sof­fia su… maga­ri per sfrut­ta­re il seco­la­re “divi­di et impe­ra” …insom­ma, cer­ca­re die­tro le quin­te, lun­gi dal­l’es­se­re per me una “mena­ta”, vuo­le esse­re un modo per sve­la­re i burat­ti­nai… anche que­sta è ricer­ca del­la verità

  9. Superion ha detto:

    “VUOTO DI SENSO CROLLA L’OCCIDENTE.…. E DALL’ORIENTE ORDE DI FANATICI.…”
    Tut­to chia­ro no!? :war­rior:

  10. Superion ha detto:

    PS: appar­te la que­stio­ne con­tin­gen­te trat­ta­ta nel post, ci ten­go a dire che per quan­to mi riguar­da ne ho pro­prio le “Pal­le pie­ne” di tut­te que­ste “Oli­gar­chie FALLOCRATI” di vario gene­re.. (vedi: cat­to­li­ce­si­mo, ebrai­so, islam, ecc…) e dei loro rela­ti­vi accoliti/e.
    Per­ché una sola è l’au­ten­ti­ca, asso­lu­ta espres­sio­ne dini­na.… La “FIGA” (con tut­to quel­lo che le sta attor­no, ovvia­men­te non me ne voglia­no le fan­ciul­le); tan­to è vero che i pri­mi pro­to cul­ti vene­ra­va­no la Dea madre ed affi­ni dun­que l’e­spres­sio­ne del Fem­mi­ni­no Divi­no e tut­to anda­va bene… appe­na si è affer­ma­to il cul­to di sto caz­zo tut­ti han­no ini­zia­to a fare caz­za­te ed ora sia­mo arri­va­ti a que­sto pun­to dun­que fate un po voi.….
    W LA FIGA SEMPRE D?OVUNQUE E COMUNQUE!!!
    Ciao!!! :war­rior:

    • Franz ha detto:

      Se ti can­di­di alle ele­zio­ni, giu­ro che ti voto! :muah: :muah: :muah: :muah: :muah:

      • Superion ha detto:

        Per ora ho altri obbiet­ti­vi, ma non si sa mai cosa riser­va il futuro.….
        Ad ogni modo si vedrà.…
        di cer­to non costi­tui­rò il “Par­ti­to del­l’A­mo­re” perché
        1) lo han­no già fatto.
        2) dal mio pun­to di vista fon­da­re un par­ti­to deter­mi­na gene­ra­re una par­ti­zio­ne, dun­que come si può gene­ra­re Uni­tà in qual­co­sa se la si disgre­ga? Dico non cre­de­rai a quel­la macro stron­za­ta che recita:“L’Amore non è bel­lo se non è litigarello”?
        3) Per come inten­do io la poli­ti­ca dovrei ren­de­re atti­vi tut­ti quan­ti i Pote­ri det­ti Sid­d­hi, così se cer­ca­no di spa­rar­mi bloc­co le pal­lot­to­le a mez­z’a­ria come Neo di Matrix e poi gli do fuo­co con la Piro cine­si come face­va il Gosha­la in India, cosi voglio vede­re come fa l’a­mi­co Tar­ta­glia a tirar­mi qual­co­sa in fac­cia… :fin­ger:
        ed inol­tre farei rispar­mia­re sui goril­la ed auto blu se poi pos­so anche vola­re nun me fer­ma man­co la nube vul­ca­ni­ca!!! :muah:
        Azz mi sa che me toc­ca da diven­tà no Jedi pri­ma di poter entra­re in politica.…
        però.… ora che ci pen­so se è vero che ci sono sul pia­ne­ta 7 don­ne per ogni uomo e rie­sco ad acca­par­rar­mi le sim­pa­tie del­le casa­lin­ghe e del­le fem­mi­ni­ste, for­se il tuo voto potreb­be esse­re “deter­mi­nan­te”!!! :mrgreen:
        Vedre­mo.…. :war­rior:

  11. Mr Korn Flakes ha detto:

    Non sono affat­to d’ac­cor­do con il post.
    Se un ita­lia­no com­met­tes­se una stra­ge in una via ame­ri­ca­na sareb­be vie­ta­to costruir­ci una chie­sa? Ragaz­zi, qui con­fon­dia­mo anco­ra uno Sta­to, un’or­ga­niz­za­zio­ne ter­ro­ri­sti­ca ed una reli­gio­ne! Non sono sta­ti “i musu­lu­ma­ni” ad attac­ca­re le Tor­ri Gemel­le, sono sta­ti mem­bri di Al Qae­da, il che è ben diver­so. Il musul­ma­no qua­lun­que, maga­ri anche nato e cre­sciu­to negli USA, cosa c’en­tra con dei ter­ro­ri­sti ara­bi? C’en­tra nel­la stes­sa misu­ra in cui io c’en­tro con Al Capo­ne: uno stu­pi­do ste­reo­ti­po. Non com­met­tia­mo lo stes­so erro­re di chi vole­va pic­chia­re qual­sia­si rume­no solo per­ché loro con­na­zio­na­li ave­va­no com­mes­so degli stupri.
    Ground Zero è un luo­go “sacro”? Benis­si­mo, se le cose stan­no così non è il caso di piaz­zar­ci un fast food e altri nego­zi vari, atti­vi­tà deci­sa­men­te meno “sacre” di una moschea.

    • Il Veronesi ha detto:

      vedi com­men­to in rispo­sta a Sciu­scia, dovrei riscriverlo…

      • Mr Korn Flakes ha detto:

        L’er­ro­re è dire “Ecco per­ché una sede reli­gio­sa o poli­ti­ca va benis­si­mo, fino a che que­sta non è sim­bo­lo e costi­tu­zio­ne di un’ideologia vol­ta a sov­ver­ti­re l’ordinamento di un Pae­se”. La reli­gio­ne isla­mi­ca non è affat­to vol­ta a sov­ver­ti­re l’or­di­na­men­to degli USA, una moschea è un sem­pli­ce luo­go di pre­ghie­ra. L’I­slam non è Al Qae­da! Se le cose stes­se­ro come sostie­ni tu la moschee non si potreb­be­ro costrui­re in nes­sun luo­go di un pae­se non isla­mi­co, non sol­tan­to nei pres­si di Ground Zero.

        • Il Veronesi ha detto:

          Infat­ti, per come la vedo io le moschee sareb­be­ro da vie­ta­re in uno sta­to che per for­ma­zio­ne giu­ri­di­ca e cul­tu­ra­le rifiu­ta la teo­cra­zia. Anche per­chè in ogni pae­se nel­le moschee si pre­di­ca la distru­zio­ne più o meno vio­len­ta del siste­ma demo­cra­ti­co. Det­to que­sto io non ho par­la­to e non par­lo di al qae­da, in quan­to que­sta è tut­ta un’al­tra sto­ria rispet­to all’islam.

  12. franz ha detto:

    Appe­rò… vi sie­te attiz­za­ti, eh? :muah: :muah: :muah:

    • Superion ha detto:

      Dico solo una cosa sem­pli­cis­si­ma ovve­ro: LA GIUSTIZIA E’ EQUILIBRIO = don­na isla­mi­ca con viso coper­to in pae­se occidentale/donna occi­den­ta­le coi capel­li al ven­to in pae­se islamico!!!
      NO!?
      No Giu­sti­zia no Par­ty e.….
      come dis­se Kae­de Ruka­va nel­l’A­ni­me Slam Dunk:” ANDATE TUTTI A CAGARE!!!”.
      :war­rior:

    • Walter ha detto:

      Ah Franz, ATTENZIONE, te’ stan­no atten­ta’ ar blog!!! :muah: :muah: :muah: :muah:

  13. Roby ha detto:

    Anch’io non sono d’ac­cor­do sul­la costru­zio­ne di una moschea a groun zero per un sem­pli­ce moti­vo: han­no agi­to per moti­vi ideologico/politico ma IN NOME del loro dio e del­la loro reli­gio­ne. Con que­sto espe­dien­te rie­sco­no anche a pom­pa­re ben bene lo spi­ri­to dei ter­ro­ri­sti reclu­ta­ti (facen­do­ne pra­ti­ca­men­te dei fana­ti­ci reli­gio­si in una cro­cia­ta). Sono loro che mischia­no le ideo­lo­gie con il loro dio. Tut­to cio’ che fan­no lo fan­no in nome di H a l l a h e pen­sa­no che ammaz­zan­do­si per ucci­de­re piu’ occi­den­ta­li pos­si­bi­le si vada nel loro para­di­so. La reli­gio­ne ce l’han­no mes­sa in mez­zo loro per que­sto non si dovreb­be fare del­la loro reli­gio­ne un monu­men­to pro­prio in quel posto. Lo faces­se­ro in qual­che zona limi­tro­fa, ma non pro­prio li’ por­ca vac­ca! Qui in ita­lia c’e’ sta­to il ter­ro­ri­smo, e c’e’ tut­to­ra la mafia, ma non e’ che han­no mai agi­to in nome di dio o del­la reli­gio­ne cri­stia­na. Pur­trop­po la reli­gio­ne e’ l’op­pio dei popo­li e con que­sto lavag­gio del cer­vel­lo si rie­sco­no a far com­pie­re le cose piu’ dispa­ra­te in bene e in male. La loro reli­gio­ne non pro­fes­sa que­ste stra­gi. La loro reli­gio­ne e’ tut­t’al­tro. Pero’ ogni vol­ta che suc­ce­de qual­che cosa non si sen­te mai una chia­ra e ampli­fi­ca­ta pre­sa di posi­zio­ne con­tro que­sti fat­ti da par­te loro. C’e’ solo silen­zio. Alme­no nel­la reli­gio­ne cri­stia­na ogni tan­to (for­se trop­po spes­so) c’e’ qual­cu­no che dice “que­sto si fa, que­sto non si fa”. Da par­te loro inve­ce c’e’ qual­cu­no che dice “se sei un ter­ro­ri­sta vai all’in­fer­no”? For­se sareb­be bene inco­min­cia­re. Ma puo’ dar­si che non con­ven­ga a nessuno…

    Ateo

  14. Roby ha detto:

    Vor­rei far nota­re anche un’al­tra cosa: il pasto­re jones minac­cia di bru­cia­re una copia del cora­no (stia­mo par­lan­do di un libro di car­ta che e’ un sim­bo­lo reli­gio­so ma sem­pre un libro di car­ta) e una rea­zio­ne nor­ma­le sareb­be sta­ta “ah si? allo­ra io ti bru­cio la bib­bia!” e inve­ce ci sono sta­te 19 vit­ti­me in una scuo­la cri­stia­na attac­ca­ta da fana­ti­ci reli­gio­si sen­za con­ta­re quel­le di cui non si par­la o del­le vit­ti­me di sop­pru­si per­che’ cri­stia­ni. A que­sto pun­to i cri­stia­ni dovreb­be­ro ammaz­zar­ne altret­tan­ti se non di piu’ per riven­di­ca­re que­sti fat­ti cosi’ gra­vi (natu­ral­men­te si fa per dire, non cre­do che sia la cosa giu­sta). La minac­cia del pasto­re jones ha pro­dot­to il suo effet­to e la comu­ni­ta’ isla­mi­ca non ha pre­so le distan­ze. E’ sta­to un esem­pio di inci­vil­ta’ uni­ca. Non si puo’ ucci­de­re del­la gen­te per­che’ uno dice che vuo­le bru­cia­re un ogget­to sep­pu­re un sim­bo­lo reli­gio­so. Que­sto e’ ter­ro­ri­smo e il pasto­re gli ha mes­so sopra una len­te di ingran­di­men­to, ma nes­su­no ci vuo­le guar­da­re den­tro. Tut­ti a dire “ma quel­lo stu­pi­do non si pote­va sta­re zit­to e far­si i cavo­li suoi?”. Se han­no del­le ragio­ni impa­ras­se­ro a espri­mer­le civilmente.

    • Superion ha detto:

      e come fan­no ad espri­mer­si civil­men­te se sul pia­no del­la civil­tà sono indie­tro di alme­no 600 anni rispet­to agli occidentali!?
      ecco per­ché l’in­te­gra­zio­ne non fun­ge per­ché non pos­so­no inte­grar­si tra loro etnie che han­no un gran­de diva­rio a livel­lo di evo­lu­zio­ne socia­le e civile!!!
      Sareb­be come voler inte­gra­re una civil­tà del­l’e­tà del­la pie­tra con una del­l’e­tà del bron­zo e una post indu­stria­le e per fini­re un’al­tra che ha la tec­no­lo­gia per viag­gia­re tra le stelle.….
      mi pare palese!!! :mrgreen:

      • Fabio ha detto:

        …600 anni ??? …sei otti­mi­sta, ragazzo!
        E…bada bene che mi rife­ri­sco alla pre­sun­ta supe­rio­ri­tà occidentale.…
        Ce li ricor­dia­mo il delit­to d’o­no­re, quel­li di adul­te­rio e con­cu­bi­na­to, il dirit­to di voto alle don­ne (in Ita­lia solo dal 1946) ???

        • Superion ha detto:

          Non inten­do che la civil­tà occi­den­ta­le sia miglio­re per­fet­ta o altro.… basta osser­va­re le dif­fe­ren­ze tra Nord e Sud Ita­lia oppu­re tra Scoz­ze­si ed Ingle­si ad esem­pio; inten­do solo che in occi­den­te alme­no di “fac­cia­ta” abbia­mo rico­no­sciu­to alcu­ne del­le caz­za­te fat­te da noi… e ci sia­mo un po più aper­ti alme­no men­tal­men­te, ma ci sono altre cul­tu­re che al con­tra­rio cer­te doman­de non se le sono anco­ra poste… che poi anche tra i Mus­sul­ma­ni o i Cine­si ci pos­sa­no esse­re indi­vi­dui più sen­si­bi­li mode­ra­ti ed intel­li­gen­ti è pre­su­mi­bi­le il fat­to è che sono anco­ra una mino­ran­za purtroppo.
          da noi ce ne sono un “pochi­no” di più, ma mica tan­ti però.…
          Ad ogni modo la que­stio­ne è mol­to più sem­pli­ce “SE RICEVI DEVI DARE E VICEVERSA” ergo o il rispet­to è qual­co­sa di reci­pro­co oppu­re non vedo per­ché in vir­tù del­la nostra pre­sun­ta aper­tu­ra men­ta­le si deb­ba esse­re sem­pre dispo­sti a chi­nar­si a 90° solo da una par­te, men­tre dal­l’al­tra “TUTTO è DOVUTO”!!!
          Pro­ba­bil­men­te se le cose van­no così è per­ché qual­cu­no ha inte­so APERTURA si ma di CHIAPPE che però è un’al­tra cosa!!!
          E poi basta cono sto “buo­ni­smo Las­si­sta a 360°” solo per­ché noi dob­bia­mo dare il buon esem­pio in quan­to civil­tà libe­ra e demo­cra­ti­ca, ma la veri­tà è che dimo­stria­mo solo man­can­za di “AUTOREVOLEZZA” e quan­do un popo­lo il gover­no di una nazio­ne o una civil­tà non san­no più ESSERE AUTOREVOLI (e bada non AUTORITARI che è un’al­tra cosa) il mini­mo che pos­sa capi­ta­re è di soc­com­be­re difron­te ad altre solo per­ché più vio­len­te o integraliste.
          D’al­tron­de è que­sto che inten­de­va dire Franz col post, il rispet­to biso­gna gua­da­gnar­se­lo, ma se lo si ottie­ne con la pau­ra allo­ra è un’al­tra cosa ma di cer­to non è rispetto.
          come cre­di che pos­sa­no esi­ste­re feno­me­ni come l’o­mer­tà o il bul­li­smo nel­le scuo­le senno!?
          Spe­ro di esser­mi chia­ri­to altri­men­ti chie­di agli Ebrei che ne pen­sa­no se costruia­mo una bel­la sta­tua gigan­te di Hitler nel piaz­za­le di Aush­wi­tz poi sen­ti la rispo­sta sem­pre che non ti abbia­no fat­to fuo­ri pri­ma gli agen­ti del Mossad!!! :mrgreen:

  15. Mr Korn Flakes ha detto:

    Mam­ma mia che aria tira su que­sta pagina!
    Tut­ti a dire “loro sono così, così e così”, ma quan­to di voi han­no mai avu­to a che fare con i musul­ma­ni? E poi arri­via­mo al clas­si­co “noi sia­mo più civi­li ed evo­lu­ti”: è come se Milan-Juve la arbi­tras­se un mila­ni­sta! Noi ci rite­nia­mo meglio di loro, loro si riten­go­no meglio di noi; ma con que­sto discor­so non si va da nes­su­na parte.
    Pri­ma di accu­sa­re un’in­te­ra civil­tà di cri­mi­ni che han­no com­piu­to in pochi dovrem­mo fic­car­ci bene in testa con­cet­ti sem­pli­ci: i musul­ma­ni non sono tut­ti ugua­li; i ter­ro­ri­sti sono una loro mini­ma per­cen­tua­le; l’in­te­gra­zio­ne di etnie diver­se è pos­si­bi­le (vedi i neri in Inghil­ter­ra, Fran­cia, Ger­ma­nia, USA) ma ser­ve tem­po e volon­tà che ciò accada.
    La scel­ta di costrui­re pro­prio lì una moschea è un mes­sag­gio fon­da­men­ta­le nel­la dire­zio­ne del­l’in­te­gra­zio­ne: gli USA non devo­no aver­ce­la con i musul­ma­ni, ma con i ter­ro­ri­sti. Pren­de­re misu­re puni­ti­ve nei con­fron­ti del­l’in­te­ra comu­ni­tà (per­ché di que­sto si trat­ta, “qui tu non puoi costrui­re una moschea”) signi­fi­ca far­le un tor­to gra­tui­to, ed è più che legit­ti­mo che chi subi­sce un tor­to pro­vi risen­ti­men­to e la sua voglia d’in­te­grar­si svanisca.
    Ripe­to: una moschea a Ground Zero è un impor­tan­te segna­le per far capi­re che il nemi­co non è una reli­gio­ne, ma un grup­po terroristico.

    • Superion ha detto:

      Anche per te vale come rispo­sta il post di repli­ca di cui sopra… :war­rior:

    • Roberto Rini ha detto:

      è un rap­por­to ribal­ta­to! non è l’A­me­ri­ca che deve dimo­stra­re qual­co­sa a qualcuno!…a Ground Zero gli ame­ri­ca­ni dovreb­be­ro fare quel­lo che sen­to­no in base alla loro sen­si­bi­li­tà , alla voglia di ricor­da­re, di ono­ra­re i mor­ti ecc… que­sto è il cen­tro del­la que­stio­ne! quel­lo che vor­reb­be­ro i musul­ma­ni è asso­lu­ta­men­te secon­da­rio e rela­ti­vo in que­sto caso… i mor­ti di ground zero non era­no per la mag­gior par­te musulmani..come non lo sono la mag­gior par­te dei paren­ti del­le vittime!
      che sen­so ha una moschea lì??…se lì doves­se­ro sor­ge­re diver­si luo­ghi di cul­to, in nome di una pace uni­ver­sa­le (ground zero è anco­ra una pro­prie­tà pri­va­ta in mano a per­so­ne e socie­tà diver­se) avreb­be sen­so (for­se).. ma la moschea da sola è qual­co­sa che voglio­no (ambi­gua­men­te) i musul­ma­ni, non la mag­gio­ran­za dei new­yor­ke­si.. e l’han­no pro­po­sta con la soli­ta arro­gan­za con cui si rela­zio­na­no al resto del mon­do (si può esse­re inte­gra­li­sti sen­za esse­re ter­ro­ri­sti arma­ti, e que­sto è un atteg­gia­men­to mol­to dif­fu­so nel­la comu­ni­tà isla­mi­ca), cioè con un atteg­gia­men­to per nul­la distensivo…(anche se ora , a quan­to pare, stan­no facen­do die­tro­front , viste le rea­zio­ni pubbliche..)

      que­sto ha sen­so? quel­lo che sen­to­no le per­so­ne col­pi­te non ha valo­re? tro­vo insop­por­ta­bi­le e reto­ri­co par­la­re di “gesto disten­si­vo” in que­sto caso.. dovreb­be­ro inter­pel­la­re i rap­pre­sen­tan­ti dei fami­lia­ri mor­ti per vede­re cosa ne pen­sa­no pri­ma di tutto..questa è democrazia!

      met­te­re un cen­tro giap­po­ne­se a pearl har­bor sareb­be un’e­nor­me offe­sa per i paren­ti del­le vit­ti­me di 60 anni fa (anche lì si par­lò di com­plot­ti e coin­vol­gi­men­to del gover­no ame­ri­ca­no) … come lo sareb­be met­te­re un mc donal­d’s al cen­tro di Hiroshima.…stessa cosa una moschea in loco…diversa cosa sareb­be se la zona dive­nis­se un cen­tro di dia­lo­go mul­tiet­ni­co con diver­si luo­ghi di culto…ma ground zero appar­tie­ne innan­zi­tut­to alle vit­ti­me e ai fami­lia­ri ..e ai new­yor­ke­si (che non mi risul­ta­no esse­re in pre­va­len­za musul­ma­ni), toc­ca a loro decidere!

      è vero che non tut­ti i musul­ma­ni sono ter­ro­ri­sti, ma i ter­ro­ri­sti dell’11 set­tem­bre era­no musul­ma­ni! e in nome di que­sto fat­to agi­ro­no (mani­po­la­ti o meno ..è irrilevante)…
      i tede­schi di oggi non sono cer­ta­men­te nazi­sti, ma nes­sun tede­sco si sogne­reb­be di apri­re den­tro Ausch­whi­tz un cen­tro di cul­tu­ra pan­ger­ma­ni­ca o di tra­di­zio­ni ger­ma­ni­che… quel luo­go appar­tie­ne di “dirit­to” agli ebrei…
      come Ground Zero appar­tie­ne ai new­yor­ke­si, e non mi risul­ta che new york sia iden­ti­fi­ca­ta e carat­te­riz­za­ta dal­la cul­tu­ra islamica!

      la liber­tà di cul­to di cui l’a­me­ri­ca si fa garan­te non ver­reb­be cer­ta­men­te valo­riz­za­ta dal­la deci­sio­ne di rea­liz­za­re una moschea..perchè la cul­tu­ra isla­mi­ca non si pone negli stes­si ter­mi­ni libertari!

  16. Valeria ha detto:

    Io lì vi costrui­rei un luo­go di cul­to per tut­te le religioni…
    Il luo­go sacro di tut­ti dove miglia­ia di fede­li, da qua­lun­que ango­lo del mon­do pro­ven­ga­no, vi pos­sa­no tro­va­re momen­ti di pace e risto­ro. Dove cia­scu­no di loro pos­sa pre­ga­re con la sua pro­pria tra­di­zio­ne religiosa…
    Allo­ra si ci potreb­be sta­re anche la moschea, allo­ra sareb­be leci­to par­la­re di vera liber­tà di culto.
    Allo­ra Ground Zero diven­te­reb­be vera­men­te luo­go sacro sim­bo­lo di vera aper­tu­ra, di unio­ne di tut­ti i popo­li di tut­te le fedi, alla fac­cia degli inte­gra­li­smi di tut­to il mondo

  17. Roberto Rini ha detto:

    bra­va vale­ria! ..leg­go ora il tuo inter­ven­to, dopo aver espres­so un’i­dea simile…ma il para­dos­so è che for­se sareb­be­ro pro­prio i musul­ma­ni a tirar­si indie­tro dinan­zi ad una pro­spet­ti­va simile…
    e in fon­do è anche “giu­sto” così, un pat­ch­work spi­ri­tua­le non cre­do sia auspicabile…ma un luo­go che rac­col­ga diver­se fedi l’u­no accan­to alle altre, in nome di valo­ri che tra­scen­do­no le que­stio­ni sto­ri­che, sì..
    l’A­me­ri­ca dovreb­be rispet­ta­re le dif­fe­ren­ze reli­gio­se, non sot­to­met­ter­si ad UNA volon­tà esterna!

    • Valeria ha detto:

      Mah, Rober­to, non cre­do si tire­reb­be­ro indie­tro i musul­ma­ni ma solo gli inte­gra­li­sti, che ne sono un sot­toin­sie­me. E comun­que sareb­be­ro con­tra­ri gli inte­gra­li­sti di tut­to il mon­do la cui visio­ne, che divi­de inve­ce di uni­re, ha pur­trop­po con­no­ta­zio­ni ben lon­ta­ne dal­la vera religiosità.
      Comun­que sono con­ten­ta di tro­va­re più di qual­cu­no che la pen­sa come me :bye:

  18. Superion ha detto:

    EHM.… Scu­sa­te tut­ti quan­ti, ma non vi è sor­to il dub­bio che la que­stio­ne sol­le­va­ta dai media Moschea SI / Moschea NO non pos­sa esse­re par­te di un gio­co più sot­ti­le per mani­po­la­re l’o­pi­nio­ne pub­bli­ca e “PILOTARLA” ver­so un ulte­rio­re sta­to di inquie­tu­di­ne ed insof­fe­ren­za maga­ri con lo sco­po di por­re le basi nel popo­lo per giu­sti­fi­ca­re una pros­si­ma guer­ra con­tro l’I­ran ad esem­pio giu­sto per acca­par­rar­se­ne le risor­se petro­li­fe­re con lo “spau­rac­chio” del­l’A­to­mi­ca, o per qual­co­sa d’al­tro anco­ra che nem­me­no imma­gi­nia­mo? Bah.…

    PS: mi chie­do e vi chie­do inol­tre que­sta cosa.… come mai al post del­la moschea a Ground zero ci sono qua­si 60 com­men­ti, men­tre a quel­lo sul­la “Ricer­ca del­la Veri­tà” solo un paio!? :war­rior:

    • Fabio ha detto:

      …per quan­to mi riguarda…(anche se oggi il nume­ro dei com­men­ti è deci­sa­men­te aumen­ta­to)… il post sul­la Ricer­ca del­la Veri­tà è tal­men­te bel­lo e inten­so, che ho pre­fe­ri­to ono­rar­lo con un cospi­cuo Silen­zio… non avrei potu­to aggiun­ge­re nul­la che lo avreb­be miglio­ra­to, se non i più sen­ti­ti e sin­ce­ri com­pli­men­ti per il suo autore…

  19. Roberto Rini ha detto:

    cre­do che non la faran­no più sta moschea.….
    i lea­ders musul­ma­ni di new york han­no com­pre­so che tur­be­reb­be­ro trop­po la sen­si­bi­li­tà pub­bli­ca (il 70 % degli ame­ri­ca­ni NON la vuo­le, dico­no i sondaggi..)

    • Artos ha detto:

      Ciao Vero­ne­si non sò quan­ti anni hai tu e non lo voglio sape­re. Io nel 1973 ho lavo­ra­to in Ger­na­nia e sta­vo a con­tat­to con siria­ni, tuni­si­ni, alge­ri­ni etc. etc. la cit­tà di Dus­sen­dolf era pie­na di tur­chi eppu­re ti pos­so testi­mo­nia­re che il com­por­ta­men­to degli Ita­lia­ni era il peg­gio­re di tut­ti. Non ti elen­co tut­to quel­lo che face­va­no in Ger­ma­nia gli Ita­lia­ni. Se in que­sto blog stia­mo par­lan­do di spi­ri­tua­li­tà, ricer­ca inte­rio­re, sogni di un pia­ne­ta in cer­to modo poi per­dia­mo quel­lo che potrem­mo aver gua­da­gna­to nei sogni, nel­la spe­ran­za o qual­co­sal­tro. Vero­ne­si ades­so mi vie­ne un dub­bio e se per caso la col­pa per­chè gli altri si com­por­ta­no in una cer­ta manie­ra è col­pa nostra? Sai per­chè il sogno fat­to di qual­co­sa di bel­lo per il pia­ne­ta lo stroz­zia­mo per­chè l’es­se­re uma­no l’al­tro lo per­ce­pi­sce come nemi­co. Secon­do me l’al­tro può esse­re per­ce­pi­to come una par­te diver­sa di noi. Con la pazian­za, e l’e­sem­pio for­se l’al­tro com­bie­rà nel tem­po. Ciao

      • Il Veronesi ha detto:

        Ciao Artos e gra­zie per il tuo com­men­to. Cre­do che il fat­to­re ana­gra­fi­co non sia per­ti­nen­te, per cui lo tra­la­scio. Nul­la da dire sul fat­to che gli ita­lia­ni in giro per il mon­do abbia­no fat­to cose orren­de: lo so, non mi stu­pi­sce, ed attual­men­te la situa­zio­ne è solo in par­te cam­bia­ta. Però io par­la­vo d’al­tro. Par­la­vo del fat­to che in Tur­chia (per cui non par­lo di immi­gra­zio­ne) dei tur­chi han­no ucci­so a bot­te del­la gen­te solo per­chè beve­va­no degli alco­li­ci e le for­ze del­l’or­di­ne non han­no nem­me­no aper­to un’in­chie­sta. Quin­di io mi doman­do cosa abbia la cul­tu­ra euro­pea, con tut­ti i suoi difet­ti, a spar­ti­re con que­sta cul­tu­ra, mi doman­do come si pos­sa pen­sa­re di esse­re uni­ti sot­to un’u­ni­ca ban­die­ra con que­sta cul­tu­ra. E qui, per­do­na­mi, ma sul fat­to che cito, che cosa caz­zo ha a che vede­re le nostre respon­sa­bi­li­tà, le nostre col­pe e quant’altro?
        Caso mai io vedo, nel­la lot­ta all’al­col che l’Eu­ro­pa sta con­du­cen­do, un fat­to­re di equi­va­len­za: la news che ripor­to e ciò che com­por­ta sta alla lot­ta del­l’Eu­ro­pa all’al­col, come la pre­sen­za isla­mi­ca in Euro­pa sta alla pau­ra di vie­ta­re la costru­zio­ne di una moschea in un luo­go spi­ri­tual­men­te sen­si­bi­le. Tut­to qui. Poi voglia­mo apri­re il capi­to­lo “cose brut­te fat­te da noi”? Mah… Mi va anche bene. Pur­ché si dica in manie­ra chia­ra che quan­do noi abbia­mo ini­zia­to il com­mer­cio di schia­vi li sia­mo anda­ti a pren­de­re in un con­ti­nen­te che usa­va quel­la pra­ti­ca nor­mal­men­te da oltre due mil­len­ni e non accen­na­va a dimi­nui­re, che quan­do par­lia­mo di cac­cia alle stre­ghe non dimen­ti­chia­mo che la stes­sa cosa è sem­pre avve­nu­ta in qua­si tut­te le altre cul­tu­re. Insom­ma, i luo­ghi comu­ni sono como­di da per­cor­re­re, ma allon­ta­na­no dal­la veri­tà, a mio avvi­so. Buo­na serata.

        • Artos ha detto:

          Ciao Vero­ne­si, que­sto è un blog aper­to alla veri­tà pen­so di aver capi­to. Per­tan­to del­la veri­tà dob­bia­mo par­la­re. Il mio pun­to di vista è sem­pli­ce­men­te que­sto: se voglia­mo che i sogni bel­li si rea­liz­za­no non pos­sia­mo disper­de­re le ener­gie. Le ener­gie devo­no esse­re indi­riz­za­te alla visio­ne del sogno che voglia­mo. Se il sogno che voglia­mo è splen­den­te come l’ar­ti­co­lo di Franz di oggi le ener­gie devo­no esse­re splen­den­ti per­ciò sen­za divi­sio­ni e l’al­tro deve esse­re per­ce­pi­to non come nemi­co ma diver­so da noi. Se inve­ce l’al­tro vie­ne per­ce­pi­to come diver­so da noi e maga­ri pure da dichia­rar­gli guer­ra le ener­gie diven­ta­no diver­se dal­la luce e van­no a incre­men­ta­re i sogni diver­si da quel­lo del­l’ar­ti­co­lo di cui sopra. Per­tan­to non ci lamen­tia­mo più dei pote­ri for­ti e occul­ti o come com­bat­ter­li se al pri­mo osta­co­lo come que­sto ci rega­lia­mo ener­gia per i loro sogni e vedrai se avran­no ragio­ne ci sarà la guer­ra con­tro la Siria o qual­che altro sta­to ara­bo. Il mon­do fun­zio­na in que­sta manie­ra. Aumen­to nel dir­ti che ho l’im­pres­sio­ne che sul pia­ne­ta ci sono cer­ti siti e ripe­ti­to­ri che anpli­fi­ca­no le nostre ener­gie sot­ti­li come que­ste e poi alla fine fan­no acca­de­re le cose. Per­tan­to se le cose acca­do­no è anche col­pa nostra. Que­sto deve esse­re solo uno scam­bio di pun­ti di vista è non altro. Ciao un abbraccio.