>

Mettere in ordine i propri pensieri

L’esercizio del­la scrit­tu­ra non è sola­men­te espres­sio­ne o rac­con­to. E’ anche un modo per met­te­re ordi­ne trai pro­pri pensieri. 
Non è infat­ti sem­pli­cis­si­mo disci­pli­na­re la par­te del­la men­te depu­ta­ta appun­to al pensiero.

I con­cet­ti si arro­to­la­no, si infram­mez­za­no a con­si­de­ra­zio­ni e ver­ba­liz­za­zio­ni tra­sver­sa­li si inter­rom­po­no e ripren­do­no, a vol­te per­den­do a vol­te alte­ran­do il pro­prio cor­so e il pro­prio sen­so. Ma soprat­tut­to il pen­sie­ro è vola­ti­le, e si disperde.

Scrivere è un otti­mo eser­ci­zio. Permette di vede­re il pro­prio pen­sie­ro nero su bian­co, lì davan­ti. Allora non può più men­ti­re, tra­sfor­mar­si, far­si dimen­ti­ca­re. E’ costret­to a for­ni­re trac­cia di se’, alli­nea­men­to logi­co e con­se­cu­tio.

E a quel pun­to, rima­ne. E’ una cosa che hai pen­sa­to e che hai scrit­to, un argo­men­to affron­ta­to, una sequen­za logi­ca per­cor­sa. Una trac­cia che ti ver­rà uti­le in una discus­sio­ne, o in un momen­to di confronto.

Allora quel­le paro­le scrit­te saran­no già sta­te poste nero su bian­co e il ragio­na­men­to già ese­gui­to. Nell’istante di cri­si o dif­fi­col­tà, più dif­fi­cil­men­te si dimen­ti­che­rà ciò che si vole­va dire, o il pas­sag­gio chia­ve del ragionamento.

Saper met­te­re ordi­ne nei pro­pri pen­sie­ri è impor­tan­te. Anche quan­do sono desti­na­ti a rima­ne­re esclu­si­va­men­te nostri.

Condividi

4 Comments

  1. Luna ha detto:

    Hai let­to la mia fra­se su face­book oppu­re devo comin­cia­re a pagar­ti da bere? 😯 :muah: :muah: :muah:

  2. Giada ha detto:

    Davvero mol­to inte­res­san­te que­sto inter­ven­to… come anche gli altri del resto!
    Poi vole­vo chie­der­vi se qual­cu­no di voi ha visi­ta­to il sito “link the game” e se sape­te dir­mi di cosa si trat­ta! Son curio­saaaa! Grazie e com­pli­men­ti per il blog! :bye: