>

La direttiva sulla vivisezione: una vergogna europea

A quan­to pare ai pri­mi di set­tem­bre, nel silen­zio più tota­le, potreb­be esse­re ema­na­ta una nuo­va diret­ti­va A FAVORE DELLA VIVISEZIONE.

Un’o­sce­ni­tà legi­sla­ti­va che per­met­te­reb­be a chi pra­ti­ca que­sta igno­bi­le atti­vi­tà di con­ti­nua­re a tor­tu­ra­re e ucci­de­re inu­til­men­te cen­ti­na­ia di miglia­ia di ani­ma­li nel nome di non si sa qua­le ricer­ca scientifica.

Tale diret­ti­va, infat­ti, non solo non ren­de ille­ga­le la vivi­se­zio­ne e gli espe­ri­men­ti sugli ani­ma­li, ma addi­rit­tu­ra con­sen­ti­reb­be di evi­ta­re l’ob­bli­go ad usa­re meto­di alter­na­ti­vi attual­men­te previsti.

Anda­te sul sito del­la LEAL (lot­ta euro­pea alla vivi­se­zio­ne) e fir­ma­te la petizione!

C’è poco tem­po da qui alla fine di Ago­sto e non so quan­te fir­me servano!

Cer­chia­mo di fer­ma­re que­sta por­ca­ta cosmi­ca, ammes­so che ci si riesca!

Que­sto post appa­ri­rà spes­so da qui al 31 di Ago­sto, per cer­ca­re di con­tat­ta­re più per­so­ne pos­si­bi­li, quin­di scu­sa­te fin d’o­ra la ripetitività.

Con­di­vi­di

1 Comment

  1. Lucia ha detto:

    ecco… ades­so ho fat­to… :bye: