>

I commercianti d’auto chiedono aiuto al governo. La vostra era è finita, signori!

Il mer­ca­to del­l’au­to a Luglio ha chiu­so con un bel 30% in meno e i ven­di­to­ri d’au­to chie­do­no aiu­to al gover­no, come se i sol­di che fino­ra han­no gua­da­gna­to alla fac­cia degli ita­lia­ni inde­bi­ta­ti fos­se­ro loro dovuti!

Per­chè non pren­do­no inve­ce atto del fat­to che il perio­do di vac­che gras­se è finito?

Oggi, se com­pri un’au­to, nel­l’i­stan­te stes­so in cui fir­mi l’as­se­gno, hai già per­so il 20% di IVA, per veder­ne poi il valo­re crol­la­re pra­ti­ca­men­te alla metà l’an­no suces­si­vo e ridur­si in modo incre­di­bi­le gli anni successivi.

Col­pa del mer­ca­to? Cer­to! Col­pa di quel­la cosa chia­ma­ta obso­le­scen­za pia­ni­fi­ca­ta, un gio­chet­to che fino­ra ha fat­to riem­pi­re le tasche di con­ces­sio­na­ri e fab­bri­can­ti d’au­to, ma che final­men­te gli si rivol­ta con­tro (e, pur­trop­po, anche con­tro miglia­ia di per­so­ne che per loro lavorano).

Ave­te volu­to fare rica­ri­chi da pau­ra negli anni scor­si? Ave­te spin­to la gen­te a cam­bia­re auto il più spes­so pos­si­bi­le? Ave­te fat­to sali­re così i prez­zi di un’au­to a livel­li inac­ces­si­bi­li (ma tan­to ci sono le rate)?

Che caz­zo vi lamen­ta­te ades­so? Ave­te fat­to il bel­lo ed il cat­ti­vo tem­po per anni, vi sie­te diver­ti­ti a costrui­re sedi che asso­mi­glia­no più a reg­ge che a con­ces­sio­na­rie, no?

Bene, ades­so è venu­to il vostro tur­no di paga­re! E’ giu­sto che non ven­dia­te più un caz­zo: ave­te pian­ta­to voi i chio­di nel­la vostra stes­sa bara, ora sta­te­ci un poc0 dentro!

Il prez­zo del­le auto deve scen­de­re. Pun­to. Altri­men­ti non ne ven­de­re­te più! Il che, con­si­de­ra­ti i mar­gi­ni stra­to­sfe­ri­ci appo­sti da costrut­to­ri e ven­di­to­ri, non mi sem­bra così dif­fi­ci­le da met­te­re in atto: basta cala­re le arie e deci­de­re di gua­da­gna­re un po’ meno e dare ser­vi­zi miglio­ri; sal­ve­re­te la vostra azien­da e, nel caso dei costrut­to­ri, miglia­ia di posti di lavoro.

In Ita­lia ci sono con­ces­sio­na­ri che se la tira­no come se fos­se­ro ven­di­to­ri d’o­ro, che fan­no paga­re un taglian­do cifre esor­bi­tan­ti sul­la base di non si sa cosa, facen­do dei lavo­ri di mer­da e rifiu­tan­do­si di rico­no­sce­re la pro­pria respon­sa­bi­li­tà quan­do, mol­to spes­so, com­bi­na­no qual­che guaio.

Gen­te che, quan­do si trat­ta di riti­ra­re un’au­to usa­ta, fa di tut­to per dar­ti il meno pos­si­bi­le (e rica­ri­ca­re inve­ce il più pos­si­bi­le sugli accessori).

Per­so­nag­gi che alla fine lavo­ra­no mol­to peg­gio di tan­ti mec­ca­ni­ci ed elet­trau­to con una sola vetri­na ma tan­ta one­stà, pas­sio­ne e voglia di lavorare.

Pren­de­te esem­pio da loro: pian­ta­te­la di tirar­ve­la e rico­min­cia­te a lavo­ra­re come una vol­ta, quan­do il pro­dot­to non si ven­de­va da solo ma occor­re­va offri­re qual­co­sa di più degli altri per por­ta­re a casa la pagnotta.

Rico­min­cia­te a sudar­vi il gua­da­gno, inve­ce di con­si­de­rar­lo dovu­to! Noi ne godre­mo i van­tag­gi e, se vi com­por­te­re­te bene, for­se, anche voi.

Oppu­re cam­bia­te lavo­ro, non vi rim­pian­ge­re­mo di sicuro!

Con­di­vi­di

7 Comments

  1. Sciuscia ha detto:

    E’ trop­po tar­di per que­ste pre­di­che, io voglio met­te­re in pie­di il Pro­get­to Caos di Tyler Dur­den, punto!

  2. Ailinen ha detto:

    Guar­da ho fat­to una pro­va su stra­da di una mac­chi­na un paio di mesi fa.… Mi han­no pro­po­sto la bel­lez­za di 1.800 euro di scon­to, di più non pote­va­no fare «”

    Il giro su stra­da è dura­to 5 minu­ti di oro­lo­gio, il tem­po di fare il giro del­l’i­so­la­to, e poi a par­la­re di quan­to e quan­do pote­vo spen­de­re per la mac­chi­na (di cui in real­tà sono inna­mo­ra­ta e la pren­de­rò di cer­to, ma non da loro) e dei “mega” sconti.

    Mi sono sen­ti­ta un nume­ro, un pol­lo da spen­na­re, una qua­lun­que dove non c’e­ra un mini­mo di amo­re in quel­lo che si face­va, a par­te il por­ta­re a casa i sol­di e la ven­di­ta a tut­ti i costi.

    Da com­mer­cian­te il “por­ta­re la ven­di­ta a tut­ti i costi a casa” dico che è una boia­ta paz­ze­sca: vero in quel momen­to ven­de­rò qual­co­sa, ma la vol­ta dopo il clien­te non tor­na. Che ci ho gua­da­gna­to io? Nulla.

    Una ven­di­ta va fat­ta con tut­to il tem­po che ser­ve (anche se la mag­gior par­te del­la gen­te ha fert­ta di anda­re chis­sà dove), con la gen­ti­lez­za, con il capi­re quel­lo che il clien­te real­men­te vuo­le e non con il pen­sie­ro “devo ven­de­re a tut­ti i costi”. Se il clien­te vuo­le fare due chiac­chie­re lo si fa, volen­tie­ri visto che così si cono­sco­no per­so­ne diver­se, non si man­da­no via come infa­sti­di­ti per­chè ti dico­no “no ora non pos­so, non ho i sol­di o non sono sicu­ra o ripas­so”. A quei clien­ti lì ho sor­ri­so ed ho rispo­sto con gen­ti­lez­za e mol­ti (non tut­ti XD) sono tor­na­ti ricor­dan­do­si di quel­la gen­ti­lez­za o quel sor­ri­so che ho fat­to loro e che maga­ri non tro­va­no da altre parti.

    E vuoi sape­re? Sen­to i com­mer­cian­ti del­la mia via che si lamen­ta­no, ma noi (nono­stan­te sia­mo par­ti­ti a Dicem­bre) così male non va. Abbia­mo fat­to incas­si di tut­to rispetto.

    Sia­mo maghi? No.… Non con­si­de­ria­mo i clien­ti gen­te maci­na sol­di, ma come persone.…

    Pec­ca­to non lo capi­sca­no tutti.

  3. Roby ha detto:

    Con­di­vi­do tut­to sul­le cau­se effet­to che hai evidenziato.
    Non pen­so pero’ che abbas­sa­re il prez­zo del­le auto sia una solu­zio­ne. Mi spie­go meglio.. Per abbas­sa­re i prez­zi del­le auto (ma direi di tut­ti i pro­dot­ti ormai) le fab­bri­che devo­no dare il lavo­ro all’e­ste­ro dove la mano­do­pe­ra costa meno (quin­di meno lavo­ro per tut­ti gli ita­lia­ni, cosa che sta gia’ suc­ce­den­do da parec­chi anni), e sop­prat­tut­to devo­no taglia­re sui costi abbas­san­do la qua­li­ta’ del pro­dot­to (che diven­ta sem­pre piu’ “usa e get­ta”) con­tri­buen­do cosi’ ad ali­men­ta­re il con­su­mi­smo (che riten­go la pia­ga del­la nostra societa’).
    Un’au­to­mo­bi­le andreb­be paga­ta il giu­sto e dovreb­be dura­re il giu­sto (la qua­li­ta’ si paga) e la gen­te dovreb­be smet­ter­la di pen­sa­re di cam­bia­re auto ogni due anni (cosi’ come tan­te altre cose che fun­zio­na­no benis­si­mo ma non sono all’ul­ti­ma moda) e pre­ten­de­re di pagar­la poco.

    • franz ha detto:

      Non cre­do sareb­be neces­sa­rio pas­sa­re la pro­du­zio­ne all’e­ste­ro, cre­do baste­reb­be abbas­sa­re il mar­gi­ne da par­te dei produttori.
      Non ho idea di quan­to sia il mar­gi­ne che si tie­ne il costrut­to­re, ma se una casa auto­mo­bi­li­sti­ca, inve­ce di mar­gi­na­re, per ipo­te­si, il 50% si accon­ten­tas­se del 30, ecco che un’au­to da 10.000 euro potreb­be costar­ne di col­po 8.000, così, solo per magia!

  4. jackill ha detto:

    Caro Roby,forse non hai capi­to bene per­che i pro­dut­to­ri si stan­no spo­stan­do all’estero,semplicemente per paga­re meno la mano­do­pe­ra e ave­re mar­gi­ni di gua­da­gno anco­ra più alti.
    Franz ha per­fet­ta­men­te ragione,anzi hai pro­dut­to­ri che por­ta­no il lavo­ro all’e­ste­ro li cac­ce­rei dall’italia.
    :shit:

  5. Micx ha detto:

    Come mai con la lira ( cara vec­chia moneta)un’utilitaria costa­va cira 12 milio­ni, ed ora con l’€, ci chie­do­no il dop­pio? un’­po come le casa ieri si spen­de­va­no 100 ‚milio­ni oggi di media 100 mila euro!! e gli stipendi???Ben ven­ga la cri­si.… :kil­ly­ou:

  6. Fabio ha detto:

    PAROLE SANTE Franz … e sareb­be anche ora che tiras­se­ro fuo­ri le auto a ener­gia pulita…o alme­no ridotta…che esi­sto­no già e funzionano