>

Mozzarelle Blu: quelle della Granarolo non lo erano! Ma porca vacca! (Non la Lola)

E’ sta­ta una sor­pre­sa tro­va­re sul pre­ce­den­te post su que­sto even­to il com­men­to di Vit­to­rio Zam­bri­ni, diret­to­re Qua­li­tà, Inno­va­zio­ne, Sicu­rez­za, Ambien­te di Gra­na­ro­lo Spa.

Un com­men­to paca­to ma anche ama­reg­gia­to, che vi ripor­to di seguito.

Egre­gi signori,

in meri­to alle noti­zie ripor­ta­te da alcu­ni orga­ni di infor­ma­zio­ne, rela­ti­ve alle “moz­za­rel­le blu” ai rap­por­ti tra la nostra azien­da e la dit­ta tede­sca Jae­ger, vi assi­cu­ria­mo che:
– Gra­na­ro­lo non ha mai acqui­sta­to lat­te, moz­za­rel­la, semi­la­vo­ra­ti o ingre­dien­ti dal­la socie­tà tede­sca Jae­ger, che inve­ce è sta­ta for­ni­tri­ce esclu­si­va­men­te di pro­vo­le dol­ci (un pro­dot­to già con­fe­zio­na­to, deno­mi­na­to “Sfi­zio­si­no”);
– la moz­za­rel­la Gra­na­ro­lo in busta in liqui­do di gor­ver­no vie­ne fat­ta in Ita­lia; se sul­la con­fe­zio­ne è ripor­ta­ta la dici­tu­ra “solo lat­te fre­sco ita­lia­no” signi­fi­ca che la mate­ria pri­ma è esclu­si­va­men­te italiana;
‑gli esi­ti degli accer­ta­men­ti dei Nas nel nostro sta­bi­li­men­to e sul lot­to di pro­du­zio­ne del­le due pre­sun­te “moz­za­rel­le blu” segna­la­te in Pie­mon­te non han­no evi­den­zia­to alcu­na ano­ma­lia, con­fer­man­do l’assoluta rego­la­ri­tà dei pro­ces­si pro­dut­ti­vi e dei pro­dot­ti del­la nostra azienda;

Pur­trop­po chi ha ali­men­ta­to al riguar­do tan­te sug­ge­stio­ni pri­ve di fon­da­men­to, che han­no fini­to col pro­dur­re un dan­no rile­van­tis­si­mo alla nostra azien­da, non ci por­ge­rà spon­ta­nea­men­te le sue scuse.
Ma chi lo farà, avrà tut­to il nostro apprezzamento

Cor­dial­men­te

Vit­to­rio Zambrini
Diret­to­re Qua­li­tà, Inno­va­zio­ne, Sicu­rez­za, Ambiente

Dopo aver­lo let­to, ho deci­so di guar­da­re un po’ meglio in que­sta vicen­da e sono riu­sci­to a con­tat­ta­re, sep­pu­re indi­ret­ta­men­te, lo stes­so Vit­to­rio Zam­bri­ni, da cui ho real­men­te otte­nu­to note­vo­li chiarimenti.

La cosa che mi ha più col­pi­to nel­le rispo­ste del Dott. Zam­bri­ni, rispo­ste con­fer­ma­te dai fat­ti, è sta­to sco­pri­re che la Gra­na­ro­lo non ha nep­pu­re avu­to la pos­si­bi­li­tà di vede­re le uni­che due (si, esat­to, era­no solo due, quan­do la Gra­na­ro­lo ne pro­du­ce 300.000 ogni gior­no) con­fe­zio­ni segna­la­te, del­le qua­li una non ave­va colo­ra­zio­ni stra­ne, men­tre l’al­tra pre­sen­ta­va alcu­ni pun­ti­ni blu.

Pun­ti­ni, non la colo­ra­zio­ne blu uni­for­me di quel­le tede­sche; nien­te a che vede­re quin­di con le imma­gi­ni pub­bli­ca­te sui gior­na­li ma soprat­tut­to nul­la di ciò che il tono dei vari arti­co­li dei media sem­bra­va voler suggerire.

Que­sta vol­ta sono anda­to a rane anch’io, lo ammet­to. E sape­te per­chè? Per­chè non mi sono fat­to veni­re abba­stan­za dubbi!

Anco­ra una vol­ta poi non pos­so che evi­den­zia­re il com­por­ta­men­to a dir poco scor­ret­to di cer­ta stam­pa che, quan­do c’è da fare noti­zia, non si tira indie­tro dal riem­pi­re pri­me pagi­ne e tito­li, men­tre quan­do c’è da resti­tui­re ad un’a­zien­da one­sta la digni­tà che le com­pe­te, se ne guar­da bene dal­l’u­sa­re la stes­sa forza.

Per quan­to mi riguar­da, mi atten­go ad un com­por­ta­men­to esat­ta­men­te opposto.

Maga­ri non ser­ve a nul­la, ma voglio spe­ra­re che chi leg­ge­rà que­sto post potrà trar­re le dovu­te con­clu­sio­ni su quan­to, sem­pre più spes­so, le noti­zie del­la stam­pa uffi­cia­le sia­no da pren­de­re dav­ve­ro con le pinze.

Pin­ze mol­to, ma mol­to lunghe!

Con­di­vi­di

12 Comments

  1. vito ha detto:

    il soli­to schi­fo… i gior­na­li di oggi han­no la stes­sa valen­za dell’ ”Intre­pi­do” che leg­ge­va mio padre..

  2. Luna ha detto:

    Azz! Mio padre dice spes­so “accu­sa­re con leg­ge­rez­za impic­ca un inno­cen­te” …e così è stato.

    Mi dispia­ce mol­to per la Gra­na­ro­lo, e per qual­sia­si azien­da o per­so­na accu­sa­ta ingiu­sta­men­te e usa­ta per fare scan­da­lo a buon mer­ca­to. Tan­to le con­se­guen­ze se le bec­ca lei, mica chi ha scrit­to gli articoli.

  3. Roby ha detto:

    Sen­z’al­tro apprez­za­bi­le e ono­ra­bi­le l’in­ter­ven­to del dott. Zam­bri­ni e il post dedi­ca­to. Pre­so atto del fat­to che la stam­pa in gene­ra­le (ma sop­prat­tut­to nel par­ti­co­la­re, visto che l’ar­ti­co­lo e’ com­par­so pro­prio su La stam­pa) spes­so but­ta giu’ arti­co­li sen­sa­zio­ni­sti­ci fan­ta­sti­ca­men­te con­di­ti per crea­re “la noti­zia”, io mi pon­go anco­ra diver­si pic­co­li dubbi..
    Il dott. Zam­bri­ni ha spie­ga­to cosa ci face­va­no due moz­za­rel­le del­la nota mar­ca sul tavo­lo dei Nas?
    Se una del­le due non ave­va nes­sun tipo di colo­ra­zio­ne ano­ma­la, per­che’ era nel labo­ra­to­rio analisi?
    Di che ori­gi­ne era­no i pun­ti­ni blu tro­va­ti nel­la secon­da mozzarella?
    Se la gra­na­ro­lo ha del­le rispo­ste sareb­be una cosa cari­na con­di­vi­der­le con i con­su­ma­to­ri anche non neces­sa­ria­men­te attra­ver­so la car­ta stam­pa­ta. Se le ana­li­si di labo­ra­to­rio non han­no riscon­tra­to nul­la di rile­van­te potreb­be­ro pub­bli­ca­re gli esi­ti sul loro sito in modo da ren­der­li pubblici?
    Essen­do l’a­zien­da par­te lesa di tut­ta que­sta fac­cen­da pen­so che i moti­vi per cui sono sta­ti fat­ti que­sti con­trol­li e i par­ti­co­la­ri di que­sti due ritro­va­men­ti li cono­sca­no bene.
    Voglia­no per­tan­to con­di­vi­der­li con i con­su­ma­to­ri nel rispet­to reci­pro­co. A me per­so­nal­men­te non basta sape­re che le due moz­za­rel­le non era­no come quel­la blu del­la nota mar­ca tede­sca. Vor­rei capir­ci qual­co­sa di piu’ sul­le ano­ma­lie riscon­tra­te in que­ste due, qua­lo­ra ce ne siano.

    Roby
    Con­su­ma­to­re abi­tua­le di lat­te fre­sco Gra­na­ro­lo e yogurt Granarolo

    • franz ha detto:

      A quan­to ne so io, dal­le rispo­ste rice­vu­te, tut­te le ana­li­si ese­gui­te dai NAS sul­le con­fe­zio­ni segna­la­te han­no dato esi­to com­ple­ta­men­te negativo.
      Sul per­chè del­le con­fe­zio­ni fini­sca­no sul tavo­lo dei NAS pos­so solo ipo­tiz­za­re che, in un perio­do dal cli­ma di allar­me come que­sto, basti la denun­cia di un con­su­ma­to­re per fare scat­ta­re gli accertamenti.
      Per tut­to il resto, vedia­mo se il Dott. Zam­bri­ni vor­rà even­tual­men­te rispon­de­re alle sue doman­de in modo diretto.
      Anche per­chè quel­le cha ha for­ni­to a me risal­go­no vener­di scor­so, e nel frat­tem­po potreb­be­ro anche esse­re spun­ta­te ulte­rio­ri notizie.

  4. Il Veronesi ha detto:

    Mah… Intan­to apprez­zo la dispo­ni­bi­li­tà a met­ter­si in gio­co del dott. Zam­bri­ni, non è da tut­ti. Però, uscen­do da que­sto sin­go­lo caso e guar­dan­do la cosa da più in alto, mi pare vi sia­no ele­men­ti per dire che qual­co­sa sta real­men­te suc­ce­den­do, in rela­zio­ne all’ar­go­men­to “moz­za­rel­la”. Intan­to ci sia­mo dimen­ti­ca­ti tut­ti di quan­do non più tar­di di sei mesi fa, se ben ricor­do, ci fu uno scan­da­lo rela­ti­vo alle moz­za­rel­le alla dios­si­na, con tan­to di chiu­su­ra dei mer­ca­ti giap­po­ne­se e islan­de­se. Feno­me­no già acca­du­to ad inter­val­li rego­la­ri: nel 2009 ci furo­no pro­ble­mi sul­la per­cen­tua­le di lat­te mas­si­ma nel­la moz­za­rel­la, che coz­za­va con la mini­ma, tra rego­la­men­ti nazio­na­li e ue, nel 2008 ci fu una san­zio­ne del­l’ue per la dios­si­na nel­le moz­za­rel­le e via dicen­do. Ora, non imma­gi­no qua­li giri pos­sa­no esser­ci, ma che la cosa sia stru­men­ta­le a me sem­bra pla­si­bi­le. Per esem­pio non mi stu­pi­reb­be se die­tro ci fos­se la guer­ra del­le quo­te lat­te, per dir­ne una.

  5. Mauro ha detto:

    Non so se sto vio­lan­do le rego­le del blog ed in tal caso me ne scuso.
    Sono un bio­lo­go libe­ro pro­fes­sio­ni­sta che si occu­pa di sicu­rez­za alimentare.

    Per quan­to riguar­da il caso del­le moz­za­rel­le blu ne ho trat­ta­to ampia­men­te nel mio blog http://www.mauropoggi.it

    Se non pote­te pub­bli­ca­re un link ne fac­cio un rapi­dis­si­mo sunto.
    I for­mag­gi fre­schi non sono ste­ri­li, ose­rei dire per fortuna.
    Duran­te la loro pro­du­zio­ne una serie di bat­te­ri fini­sce sul­la super­fi­cie, por­ta­ti da attrez­za­tu­re, acqua ed ambien­te; tre cose che, anche se puli­te, non sono sterili.
    Tra que­sti micro­bi ci potreb­be esse­re la pseu­do­mo­nas fluo­re­scens (pro­ve­nien­te soprat­tut­to dal­l’ac­qua). Il risul­ta­to fina­le è che qual­che pez­zo di ogni (e sot­to­li­neo ogni) pro­du­zio­ne è “con­ta­mi­na­to” dal­la pseu­do­mo­nas o da altri bat­te­ri che ven­go­no chia­ma­ti degradativi.
    Que­sto vale per qua­lun­que pro­dut­to­re, i miglio­ri rie­sco­no a con­te­ne­re il nume­ro di pro­dot­ti con­ta­mi­na­ti a qual­che pez­zo su miglia­ia (è il caso del­la Gra­na­ro­lo), altri, meno effi­cien­ti nel­la loro poli­ti­ca di qua­li­tà, potreb­be­ro addi­rit­tu­ra ave­re tut­ti i pez­zi di un lot­to con il pro­ble­ma (potreb­be esse­re il caso del­la dit­ta Tedesca).
    Ma la sem­pli­ce pre­sen­za del bat­te­rio non cau­sa il problema.
    Se que­sti riman­go­no in bas­sa quan­ti­tà il for­mag­gio non ha alcu­na alte­ra­zio­ne, se aumen­ta­no e supe­ra­no deter­mi­na­te con­cen­tra­zio­ni il for­mag­gio “va a male” anche pri­ma del­la scadenza.
    Cosa li fa aumen­ta­re oltre il limite ?
    Prin­ci­pal­men­te il cal­do o una cari­ca già alta in produzione.
    Che pro­ble­mi dan­no ai formaggi ?
    Alcu­ni di que­sti bat­te­ri colo­ra­no il for­mag­gio con colo­ri non pro­pri, altri gli dan­no sapo­ri od odo­ri ano­ma­li, altri anco­ra un visci­du­me di rive­sti­men­to ecc…
    Non sono comun­que pato­ge­ni, ma la loro pre­sen­za è indi­ce che c’è sta­to un pro­ble­ma pro­dut­ti­vo o distri­bu­ti­vo su quel pez­zo e, quin­di, è meglio non mangiarlo.
    Per que­sto moti­vo io li riten­go addi­rit­tu­ra uti­li (so di anda­re con­tro­cor­ren­te con que­sta affer­ma­zio­ne), per­chè ci avvi­sa­no che in quel­lo che stia­mo man­gian­do ci potreb­be esse­re qual­co­sa che non va.

    Infi­ne tre miti da sfatare.
    Per for­za, chis­sà che lat­te usano!
    Il lat­te e la sua pro­ve­nien­za non c’en­tra­no asso­lu­ta­men­te nulla.

    Cosa si deve vede­re al gior­no d’oggi!
    Non è una cosa nuo­va, è dal­la not­te dei tem­pi che il for­mag­gio si colo­ra: i più fre­quen­ti sono il ros­so ed il gial­lo, seguo­no ver­de (lo cau­sa la muf­fa pen­ni­cil­lum che usia­mo nel gor­gon­zo­la), blu, vio­let­to, por­po­ra, fosfo­re­scen­te (d’al­tron­de il nome di pseu­do­mo­nas fluo­re­scens sarà usci­to da qual­che parte…)

    La col­pa è tut­ta del­le aziende!
    Mol­to spes­so la col­pa è nostra, se ci capi­ta tra le mani il famo­so pez­zo su miglia­ia con il bat­te­rio degra­da­ti­vo e dopo aver­lo com­pra­to non uso le bor­se ter­mi­che, lo ten­go nel baga­glia­io per ore sot­to il sole, a casa mi dimen­ti­co di met­ter­lo in fri­go ecce­te­ra sono sta­to io il pro­ble­ma! Maga­ri le pseu­do­mo­nas era­no 10 e 10 rima­ne­va­no, sen­za cau­sa­re dan­ni di nes­sun tipo.

    Vi rin­gra­zio e mi scu­so se ho vio­la­to qual­che rego­la, ma scri­ve­re pro­prio tut­to sen­za un riman­do è pra­ti­ca­men­te impossibile.

    • franz ha detto:

      Nes­su­na vio­la­zio­ne, scher­zi? QUe­sto è un blog “no-fol­low free”. Quin­di ben­ve­nu­to a bordo.
      Pur­trop­po i link nei com­men­ti a vol­te incap­pa­no nel­l’an­ti­spam ma, media­men­te, rie­sco qua­si sem­pre a ripe­scar­li anche se maga­ri non immediatamente.
      Per quan­to riguar­da il tuo com­men­to, non pos­so che rin­gra­ziar­ti per il chiarimento.
      Non ne veni­vo più a capo!
      Buo­na sera­ta! :bye:

  6. Il Veronesi ha detto:

    For­se han­no solo mun­to que­sta: http://www.flickr.com/photos/loungerie/248201473/

  7. Daniele ha detto:

    Ok per i Nas che inter­ven­go­no ecc, ma i nor­ma­li con­trol­li perio­di­ci non li fa nessuno??
    Lavo­ra­vo nel­la dit­ta di mio cugino(produce ver­du­re cot­te che poi van­no sot­to­vuo­to in vaschet­te) e tot mesi veni­va­no pre­si cam­pio­ni dal­l’ULSS com­pe­ten­te del­la zona(in cit­tà diver­se eh!) nei pun­ti vendita(di soli­to il super­mer­ca­to era comun­que sem­pre lo stes­so per zona) e ci arri­va­va la let­te­ri­na con scrit­to cosa era sta­to pre­le­va­to ecc. E se c’e­ra qual­co­sa che non anda­va in segui­to alle ana­li­si scat­ta­va la segnalazione.
    Ora vor­rei ben spe­ra­re che que­sti con­trol­li ci sia­no per tut­ti. O_o
    Comun­que vole­vo segna­la­re un ser­vi­zio che han­no fat­to alle Iene, dove le moz­za­rel­le di bufa­la fat­te dal­lo stes­so con­sor­zio che dovreb­be con­trol­lar­ne la qualità(non ricor­do i dettagli/luogo) le face­va solo in par­te con vero lat­te di bufa­la, quan­do in teo­ria dovreb­be­ro esse­re al 100% con lat­te di bufa­la… sì insom­ma… pro­prio una bufa­la xD

    • Il Veronesi ha detto:

      Danie­le scu­sa­mi, ma io sape­vo che il disci­pli­na­re mini­ste­ria­le sul­la moz­za­rel­la di bufa­la pre­ve­des­se 15% lat­te di peco­ra, 20% vac­ci­no ed il restan­te di bufa­la, anche per­chè la per­cen­tua­le di gras­si non deve supe­ra­re il 5% sul tota­le e se fos­se 100% bufa­la andrem­mo attor­no all’8%. Non è così?

    • Mauro ha detto:

      Per Danie­le:
      I con­trol­li ci sono, ma pre­ve­do­no la ricer­ca dei micror­ga­ni­smi pato­ge­ni (cioè quel­li che cau­sa­no malat­tie), la pseu­do­mo­nas e gli altri dege­ne­ra­ti­vi non sono pato­ge­ni e quin­di non ven­go­no cercati.
      Non avreb­be nean­che sen­so cer­car­li, visto che non fan­no male e che la loro pre­sen­za in quan­ti­tà bas­se non dege­ne­ra il pro­dot­to. Sareb­be­ro ulte­rio­ri sol­di spe­si inu­til­men­te da aggiun­ger­si a quel­li che si spre­ca­no quo­ti­dia­na­men­te in tut­ti i settori.
      Per Il Veronesi:
      Nel­la moz­za­rel­la di bufa­la cam­pa­na il disci­pli­na­re pre­ve­de il 100 % di lat­te di bufa­la alle­va­ta all’in­ter­no del ter­ri­to­rio. Natu­ral­men­te non sem­pre quel­lo che pre­ve­de un disci­pli­na­re vie­ne segui­to… ma non fate­mi dire di più.