>

Morale e paura

Il ter­mi­ne “mora­le” vie­ne dal lati­no mos e indi­ca il costu­me (non quel­lo da bagno, ovvio!)

La mora­le è uno dei più gran­di osta­co­li allo svi­lup­po del­l’es­se­re uma­no. Non per­chè dan­no­sa in se’, ma per­chè ogget­to del­le più gran­di iden­ti­fi­ca­zio­ni in cui le per­so­ne ten­do­no a cadere.

Fac­cia­mo un esem­pio: ai tem­pi dei roma­ni, la mora­le impo­ne­va un codi­ce di abbi­glia­men­to che oggi gene­re­reb­be scandalo.

Alla stes­sa stre­gua, l’o­mo­ses­sua­li­tà nel­l’an­ti­ca Gre­cia era cosa vista come nor­ma­le costu­me sessuale.

Negli Sta­ti Uni­ti è nor­ma­le esse­re arma­ti, men­tre in Euro­pa è con­si­de­ra­ta cosa, oltre che ille­ga­le, “da delinquenti”.

In real­tà la mora­le cam­bia in con­ti­nua­zio­ne come gli usi e i costu­mi di un popo­lo, influen­za­ta con­ti­nua­men­te dai media, dai discor­si di chi gover­na, dal­le religioni…

Se le per­so­ne si ren­des­se­ro con­to che la loro con­ce­zio­ne di giu­sto e ingiu­sto è basa­ta per il 99% sul­la mora­le domi­nan­te del perio­do e del luo­go in cui vivo­no e che quin­di non ha nul­la di ogget­ti­vo, for­se le cose comin­ce­reb­be­ro a cambiare.

La mora­le inol­tre è sem­pre for­te­men­te influen­za­ta dal pen­sie­ro reli­gio­so, cosa che pro­vo­ca spes­so, come ad esem­pio in Ita­lia, un’as­so­lu­ta­men­te inde­bi­ta inge­ren­za del­la fede reli­gio­sa nel­la legi­sla­zio­ne di un paese.

Alla fine però il pro­ble­ma vero è rap­pre­sen­ta­to dal fat­to che la mora­le non è mai cosa posi­ti­va, in quan­to espres­sio­ne di una del­le più gros­se pau­re del­l’uo­mo: quel­la del giudizio.

Dato che gli esse­ri uma­ni non sono in gra­do di esse­re per se’ stes­si, ma abbi­so­gna­no con­ti­nua­men­te del­l’ap­pro­va­zio­ne di qual­cu­no per poter­si “sen­ti­re”, diven­ta­no imme­dia­ta­men­te atto­ri che si muo­vo­no in segui­to alla pau­ra di esse­re mal giu­di­ca­ti dal prossimo.

La man­can­za di un’in­di­vi­dua­li­tà ha quin­di, tra le altre cose, l’im­me­dia­ta con­se­guen­za di ren­de­re schia­vi del giu­di­zio e quin­di, in ulti­ma ana­li­si, del­la mora­le, con­tro la qua­le non si rie­sce ad anda­re per la pau­ra di per­de­re la con­si­de­ra­zio­ne altrui.

Da qui quel­le tre­men­de pasto­ie per la liber­tà di espres­sio­ne che sono “il comu­ne sen­so del pudo­re”, “il deco­ro”, “il timor di dio” e tan­te altre sim­pa­ti­che put­ta­na­te che stan­no sem­pre più castran­do l’e­spres­sio­ne degli esse­ri umani.

Con­di­vi­di

5 Comments

  1. Sciuscia ha detto:

    Buf­fo poi che un film come quel­lo di cui ripor­ti la locan­di­na, dedi­ca­to alla sati­ra sui mora­liz­za­to­ri, fos­se all’e­po­ca vie­ta­to ai mino­ri di 16…

  2. massimo ha detto:

    Resta dif­fi­ci­le non ave­re un giu­di­zio “mora­le” su cer­ti per­so­nag­gi come Hitler e Sta­lin … ma giu­sto per fare un esem­pio di gen­te con­si­de­ra­ta mol­to “cat­ti­va”.

    E pen­sa­re che non li cono­sce­re­mo mai !

  3. Luna ha detto:

    Non cre­do che Franz stes­se par­lan­do di qual­cu­no in par­ti­co­la­re ^_^ quan­to piut­to­sto di tut­te quel­le pic­co­le pau­re che non han­no un fon­da­men­to rea­le ma inca­te­na­no l’es­se­re uma­no in una serie di giu­di­zi e auto-giu­di­zi che a lun­go anda­re lo castra­no e lo fru­stra­no (e lo ren­do­no pro­fon­da­men­te anti­pa­ti­co alle altre per­so­ne, anche se non glie­lo andran­no mai a dire per­chè “non sta bene” farlo)

    A cau­sa di que­ste pau­re, per esem­pio, una don­na non indos­se­rà una gon­na cor­ta per­chè la gen­te direb­be che “non ha un mini­mo di deco­ro” e che “sem­bra una di quel­le” oppu­re quan­do rag­giun­ge­rà i cin­quan­t’an­ni si sen­ti­rà moral­men­te obbli­ga­ta a tagliar­si i capel­li, per­chè “i capel­li lun­ghi sono da ragaz­zi­ne, non da don­ne mature”
    Sono pic­co­le cose, ma som­ma­te tut­te insie­me for­ma­no una melas­sa da cui non rie­sci a distac­car­ti. Orribile…

  4. antonio ha detto:

    Otti­mo Franz !
    Ber­sa­glio del­la sin­te­si, chia­ra e oggettiva,centrato. :mum­ble:

  5. jackill ha detto:

    Si par­la sem­pre più spes­so di risve­glio globale,ma,dato che ciò di cui par­li è pura verità,ti ren­di con­to che ci vuo­le un mira­co­lo per que­sto 99% di rin­co­glio­ni­ti!!!!! :shit: