>

Flash del giorno: i titoli faziosi non servono a molto

Sta­mat­ti­na apro la mia ras­se­gna stam­pa e leg­go un tito­lo che mi fa fare un sal­to sul­la sedia.

Sul­l’e­di­zio­ne onli­ne di Repub­bli­ca cam­peg­gia infat­ti lo stril­lo:

“Ber­lu­sco­ni attac­ca i gior­na­li di sini­stra: la liber­tà di stam­pa non è un dirit­to assoluto”

Mi fion­do a leg­ge­re l’ar­ti­co­lo e tro­vo le seguen­ti paro­le, una cita­zio­ne di quan­to det­to da Sil­vio Berlusconi:

“…una stam­pa che disin­for­ma, che non solo distor­ce la real­tà, ma cal­pe­sta in modo siste­ma­ti­co il sacro­san­to dirit­to dei cit­ta­di­ni alla pri­va­cy, invo­can­do per sè la ‘liber­ta’ di stam­pa’ come se si trat­tas­se di un dirit­to assoluto.

Ma in demo­cra­zia non esi­sto­no dirit­ti asso­lu­ti, per­chè cia­scun dirit­to incon­tra sem­pre un limi­te negli altri dirit­ti prio­ri­ta­ria­men­te ed egual­men­te meri­te­vo­li di tutela”

E que­sta vol­ta, ben­che pos­sa tran­quil­la­men­te dire che Sil­vio Ber­lu­sco­ni non avrà mai più il mio voto, non pos­so che rico­no­sce­re che tali paro­le sono per­fet­ta­men­te demo­cra­ti­che e altret­tan­to per­fet­ta­men­te in linea con la nostra costituzione.

Il tito­lo, così come è sta­to arti­co­la­to, ha poco a che vede­re con quan­to poi cita­to nel cor­po del­l’ar­ti­co­lo, soprat­tut­to per­chè negli estrat­ti si leg­ge solo la fra­se “La liber­tà di stam­pa non è un dirit­to assoluto”. 

E dato che l’i­ta­lia­no medio leg­ge pri­ma i tito­li e poi, per quan­to riguar­da i con­te­nu­ti, se va bene leg­ge quel­li di cal­cio e la pagi­na dei necrologi…

Insom­ma… per­so­nal­men­te riten­go che cer­ti vizi i gior­na­li­sti (di sini­stra o di destra poco impor­ta) se li dovreb­be­ro toglie­re, se dav­ve­ro voglio­no che uno scio­pe­ro con­tro la leg­ge bava­glio pos­sa esse­re credibile.

Altri­men­ti si fini­sce per dar ragio­ne pro­prio a colo­ro con­tro cui si sciopera.

Con­di­vi­di

1 Comment

  1. mar ha detto:

    con­cor­do in pie­no con te! for­se che ddi­re repub­bli­ca a sin­te­tiz­za­to più l’in­ten­zio­ne che non l’a­zio­ne.. ma comun­que non è sta­to un tito­lo di buon giornalismo.