>

Tasse sul tabacco: leggete qui e ditemi se non vi viene in mente Nottingham…

Non è un segre­to: far­si una siga­ret­ta con tabac­co e car­ti­na costa mol­to meno che com­pra­re quel­le confezionate.

Ma que­sto gover­no pote­va esi­mer­si da met­te­re mano anche a que­sto pic­co­lo rispar­mio del­lo sfi­ga­tis­si­mo e mas­sa­cra­to con­su­ma­to­re italiano?

No di cer­to! Bec­ca­te­vi que­sto arti­co­lo sul Mes­sag­ge­ro.

La cosa più incre­di­bi­le è la giu­sti­fi­ca­zio­ne con cui aumen­te­ran­no il costo del tabac­co sciol­to. Leg­ge­te­la qui sot­to e poi dite­mi se non vi fa veni­re in men­te un edit­to del­lo Sce­rif­fo di Nottingham.

Per le siga­ret­te «even­tual­men­te ven­du­te ad un prez­zo infe­rio­re alla clas­se di prez­zo più richie­sta», si leg­ge nel­la rela­zio­ne illu­stra­ti­va, vie­ne pre­vi­sto un incre­men­to del­l’ac­ci­sa mini­ma, che pas­sa dal 110% al 115% e «rap­pre­sen­ta un ido­neo con­tem­pe­ra­men­to tra gli inte­res­si pub­bli­ci del­l’E­ra­rio e le esi­gen­ze com­mer­cia­li dei pro­dut­to­ri»

E anco­ra, stes­so decreto:

Il decre­to inten­de argi­na­re il mec­ca­ni­smo mes­so in moto dal­l’au­men­to espo­nen­zia­le del con­su­mo di siga­ret­te fai da te (133%) e dal­la dimi­nu­zio­ne del 7% in cin­que anni del con­su­mo del­le siga­ret­te tra­di­zio­na­li, che «potreb­be arre­ca­re un gra­ve pre­giu­di­zio ai pre­mi­nen­ti inte­res­si del­lo Sta­to: la sani­tà pub­bli­ca del­l’in­te­ra col­let­ti­vi­tà e il get­ti­to erariale»

E come se non bastasse:

«per argi­na­re il pro­li­fe­ra­re sul mer­ca­to di con­fe­zio­ni con­te­nen­ti mode­sti quan­ti­ta­ti­vi di tabac­co trin­cia­to a taglio fino per arro­to­la­re le siga­ret­te che, a cau­sa dei con­te­nu­ti prez­zi pra­ti­ca­ti sono acces­si­bi­li soprat­tut­to alle fasce più debo­li di con­su­ma­to­ri (mino­ri) e spes­so uti­liz­za­ti anche per sco­pi pro­mo­zio­na­li, si rav­vi­sa la neces­si­tà di indi­vi­dua­re un’u­ni­tà mini­ma di con­di­zio­na­men­to per la ven­di­ta al pub­bli­co». Per que­sto «si dispo­ne che, a decor­re­re dal 180esimo gior­no dal­l’en­tra­ta in vigo­re del decre­to la ven­di­ta di tale pro­dot­to avven­ga solo in con­fe­zio­ni non infe­rio­ri a 10 grammi»

Caso­mai qual­cu­no aves­se anco­ra in men­te che l’au­men­to dei prez­zi fos­se inte­so a dis­sua­de­re la gen­te dal fuma­re, ades­so dovreb­be esse­re tut­to chia­ro, immagino…

Con­di­vi­di

1 Comment

  1. giovanni ha detto:

    NON VI PREOCCUPATE, FRA POCO RIMETTERANNO LA TASSA SUL MACINATO