>

Marea Nera: il CEO di BP lapidato in diretta dalle domande della commissione

Si, negli Sta­ti Uni­ti si può fare: demo­li­re pub­bli­ca­men­te l’im­ma­gi­ne di qual­cu­no che, di fat­to, ha pro­dot­to il più gra­ve disa­stro ambien­ta­le del­la storia.

E’ suc­ces­so ieri, duran­te l’au­di­zio­ne del CEO di BP, John Hay­ward, mas­sa­cra­to sen­za pie­tà davan­ti a milio­ni di spet­ta­to­ri dal­le accu­se del­la com­mis­sio­ne d’in­chie­sta, a cui non è sta­to mini­ma­men­te in gra­do di rispondere.

Gli Sta­ti Uni­ti han­no un sac­co di difet­ti, vera­men­te tan­ti. Lì gli squa­li han­no den­ti dav­ve­ro aguz­zi e nes­su­na pie­tà e ti basta fare una caz­za­ta qua­lun­que per fini­re in mez­zo alla stra­da, solo per dir­ne una.

Però c’è anche il rove­scio del­la meda­glia: le com­mis­sio­ni d’in­chie­sta han­no anco­ra un moti­vo d’e­si­ste­re, e nel­la stra­gran­de mag­gio­ran­za dei casi chiun­que può dire la sua, e mol­ti gior­na­li­sti fan­no anco­ra il loro lavo­ro vero rac­con­tan­do, spes­so in modo fin trop­po impie­to­so, le stron­za­te del­le varie amministrazioni.

Si, gli Sta­tes sono dei bam­bi­ni con in mano un mitra, il pote­re lob­bi­sti­co è straor­di­na­ria­men­te for­te e la cor­ru­zio­ne così dif­fu­sa da risul­ta­re endemica.

Per con­tro però chi delin­que deve sta­re mol­to atten­to, per­chè negli USA vige la leg­ge per cui fino a che non ti bec­ca­no nes­su­no può dire nul­la. Ma se qual­cu­no dimo­stra che hai fat­to una caz­za­ta allo­ra non hai più scampo.

Ve lo ricor­da­te Clin­ton che fine ha fat­to per il sospet­to di un pompino?

E’ vero, negli USA il pet­te­go­lez­zo pro­fes­sio­na­le è tre­men­do, i gio­chi di pote­re sono estre­ma­men­te spor­chi e le con­se­guen­ze per il mon­do del lavo­ro asso­lu­ta­men­te deprecabili.

Ma il cove­ra­ge cosid­det­to, la coper­tu­ra ver­so chi delin­que, pro­prio per que­sto arri­va fino ad un cer­to pun­to: dopo che un gior­na­le ti sput­ta­na, tut­te le coper­tu­re cado­no, tut­ti gli aiu­ti si defilano.

Negli Sta­ti Uni­ti la stam­pa dif­fi­cil­men­te può esse­re imba­va­glia­ta. Per­chè toc­ca­re un gior­na­li­sta è qua­si peg­gio che toc­ca­re un poliziotto.

Gli USA avran­no tan­ti difet­ti, ma di cer­to non vige la pusillanimità.

Con­di­vi­di

6 Comments

  1. Ailinen ha detto:

    Sono con­ten­ta che alme­no i gior­na­li­sti abbia­no fat­to il loro lavoro.

    Non mer­tia­va altro… èé

  2. bestie umane ha detto:

    fin­che non vedo e non sen­to, io non cre­do! anche qui i nostri gior­na­li­sti han­no scrit­to che obb­ba­ma nel suo discor­so e’ sta­to duris­si­mo con la bp.…..
    io vor­rei veder­li solo in GALERA quel­li… e a vita!!!! e intan­to il disa­stro va avan­ti men­tre i nostri gior­na­li­sti com­pli­ci non ne par­la­no assolutamente…

  3. msm68c ha detto:

    nel frat­tem­po la gestio­ne (pes­si­ma) del lavo­ro di chiu­su­ra del­la fal­la resta sem­pre in mano a BP !

    oba­ma è sta­to una gran­de pro­mes­sa per gli sta­ti uni­ti e per il mon­do … e tale resta.

    a con­fer­ma che chi ha “pote­re” sta da un’al­tra parte.

  4. Iodice Generoso ha detto:

    E che caspi­ta GESU’ dice di per­do­na­re l’ adul­te­rio e loro se ne approfittano,secondo me han­no fat­to bene.

  5. Il Veronesi ha detto:

    Ma… è una mia impres­sio­ne o nes­su­no dei com­men­ti ha alcun sen­so? Ragaz­zi, cosa sta suc­ce­den­do? O ho per­so l’u­so del­la ragio­ne oppu­re ave­te scrit­to solo fra­si che non han­no signi­fi­ca­to, che non stan­no in pie­di logi­ca­men­te. Fate­mi capire.
    :unbe­lie­ve: