>

Flash del giorno: su Facebook per boicottare BP

Ci sono già 312.000 iscritti.

Lo sco­po è quel­lo di boi­cot­ta­re la BP, ces­san­do di acqui­sta­re qua­lun­que pro­dot­to ven­du­to da que­sta com­pa­gnia respon­sa­bi­le del disa­stro ambien­ta­le nel gol­fo del Mes­si­co, sem­pre più gra­ve di ora in ora (facen­do una media tra le varie sti­me sia­mo a 100.000.000 di gal­lo­ni di petro­lio, cir­ca 380.000.000 di litri).

Io mi sono uni­to a que­sta for­ma di pro­te­sta. Se vole­te far­lo anche voi, tro­va­te la pagi­na a que­sto link. E’ ovvio che 300.000 per­so­ne non fan­no un baf­fo al colos­so del petro­lio, ma lascia­te che la cifra supe­ri il milio­ne e che la noti­zia di que­sta pro­te­sta si spar­ga sui media (come sta facendo).

L’im­ma­gi­ne è tut­to, e il dena­ro anche. Col­pi­re una com­pa­gnia petro­li­fe­ra in entram­bi i pun­ti, pri­ma o poi fini­rà per pro­dur­re effetti.

Tra l’al­tro, insie­me all’o­pi­nio­ne pub­bli­ca ci si è mes­sa pure l’a­gen­zia di rating Fitch, che ha declas­sa­to BP da AA+ ad A (e non è poco!).

L’ho det­to, la BP deve chiu­de­re, esse­re sman­tel­la­ta, ven­du­ta alle con­cor­ren­ti, tut­ti i capi­ta­li devo­no esse­re espro­pria­ti. Col rica­va­to si potrà fare dav­ve­ro qual­co­sa per ovvia­re ai dan­ni pro­dot­ti da que­sti personaggi.


Con­di­vi­di

1 Comment

  1. gianni vignali ha detto:

    vi segna­lo il grup­po face­book ita­lia­no “Boi­cot­tia­mo i distri­bu­to­ri e pro­dot­ti BP”
    http://www.facebook.com/home.php?#!/pages/Boicottiamo-i-distributori-e-i-prodotti-BP/123456797687140

    salu­ti:
    gianni