>

Perchè Steve Jobs mi sta cordialmente sulle palle

Apple e Ste­ve Jobs. Sen­za di lui la Apple sareb­be mor­ta tan­ti anni fa, ma que­st’uo­mo ha sapu­to risol­le­va­re l’a­zien­da di Cuper­ti­no dal bara­tro in cui era fini­ta e rilan­ciar­la sul mer­ca­to con esi­ti incre­di­bil­men­te efficaci.

E’ sta­to tra i pri­mi finan­zia­to­ri di Pixar. Quan­do anco­ra la più gran­de pro­dut­tri­ce di film d’a­ni­ma­zio­ne era solo un’i­dea sul­la car­ta ha stac­ca­to sen­za esi­ta­re un asse­gno da cin­que milio­ni di dol­la­ri per far­la partire.

E’ riu­sci­to a ven­de­re a milio­ni di per­so­ne un player mp3 con il più bas­so ran­ge di rispo­sta in fre­quen­za e il più alto prez­zo sul mer­ca­to (secon­do for­se solo ai pro­dot­ti Sony).

Ha fat­to in modo che Apple arri­vas­se a gene­ra­re il mer­ca­to per i pro­pri pro­dot­ti quan­do il mer­ca­to anco­ra non c’e­ra (vedi iPho­ne e iPad).

E’ sostan­zial­men­te uno degli impren­di­to­ri più genia­li di que­sto secolo.

Per que­sto ha il mio incon­di­zio­na­to rispet­to; ma mi sta sul­le cro­ste come pochi altri.

Per­chè? Per­chè lo riten­go un indi­vi­duo estre­ma­men­te sgra­de­vo­le. Per­chè da que­sta inter­vi­sta si capi­sce quan­to il suo mon­do sia pie­no di… Ste­ve Jobs, arri­van­do al pun­to di impe­di­re (teo­ri­ca­men­te) ai suoi uten­ti di uti­liz­za­re i con­te­nu­ti flash solo per­chè a lui que­sta tec­no­lo­gia sta sul­le pal­le (e ha ragio­ne, è uno stan­dard obso­le­to, non sicu­ro, pesan­te per qual­sia­si CPUe asso­lu­ta­men­te iniquo)

Cio­no­no­stan­te, c’è qual­che miliar­do di con­te­nu­ti che secon­do que­sta mon­ta­gna d’e­go la gen­te non dovreb­be vedere.

Bene… Flash è una tec­no­lo­gia assur­da, ma non deve mori­re, deve sem­pli­ce­men­te evol­ver­si, cambiare.

Jobs dice una put­ta­na­ta sapen­do di dir­la, quan­do dice che lo stan­dard H.264 sosti­tui­sce effi­ca­ce­men­te lo strea­ming flash, ; sen­za uno strea­ming ser­ver è impos­si­bi­le for­ni­re con­te­nu­ti in strea­ming appun­to, a meno di non incap­su­la­re il fil­ma­to in un con­te­ni­to­re flash che fa le veci del costo­sis­si­mo soft­ware adobe.

L’hea­der di que­sto blog è pro­prio un fil­ma­to in H.264, “ser­vi­to” all’in­ter­no di un fil­ma­to flash.

L’HTML5 è anco­ra di là da veni­re per quan­to riguar­da lo strea­ming nati­vo di fil­ma­ti e, in ogni caso, sen­za Flash, l’a­ni­ma­zio­ne di con­te­nu­ti inte­rat­ti­vi voglio vede­re come la implementa.

Pro­prio lui par­la di tec­no­lo­gia pro­prie­ta­ria, quan­do la cen­su­ra di Apple Sto­re è noto­ria quan­to asfis­sian­te e assurda.

E tan­to per chiu­de­re: iPad sarà anche blin­da­to, ma con Jail­brea­ker i fil­ma­ti flash si vedono.

E in culo la garanzia.

Con­di­vi­di

1 Comment

  1. sasuke ha detto:

    Ciao,
    oltre­tut­to il caro ste­ve ha intro­dot­to una bel­lis­si­ma clau­so­la nel­lo sto­re del­le appli­ca­zio­ni iphone/ipad che obbli­ga gli svi­lup­pa­to­ri a scri­ve­re appli­ca­zio­ni solo in c++ e objective‑C taglian­do fuo­ri tut­ta una serie di lin­guag­gi di nuo­va generazione.

    Oltre­tut­to in objective‑c su ipho­ne non è imple­men­ta­ta la gar­ba­ge col­lec­tion, quin­di vuol dire che lo svi­lup­pa­to­re deve ogni vol­ta rila­scia­re le risor­se quan­do le usa.

    Recen­te­men­te è sta­to tol­to dal­l’ap­ple sto­re del­le appli­ca­zio­ni scratch (http://en.wikipedia.org/wiki/Scratch_(programming_language) un lin­guag­gio scrit­to soprat­tut­to per bam­bi­ni per esplo­ra­re e impa­ra­re i con­cet­ti base dei com­pu­ter e del­la programmazione.

    http://computinged.wordpress.com/2010/04/15/apple-removes-scratch-from-ipadiphoneitouch/