>

Beaucoup Fish: musica di questi tempi. E sono giovani!

Tem­po fa in piaz­za a Cre­mo­na si esi­bi­va­no vari grup­pi loca­li. Pas­sa­vo di lì e mi fer­mai, l’at­ten­zio­ne cat­tu­ra­ta da un bat­te­ri­sta che sta­va facen­do il dia­vo­lo a quat­tro in un asso­lo monu­men­ta­le; al ter­mi­ne il rit­mo rien­trò sci­vo­lan­do nel tema del bra­no che sta­va­no ese­guen­do e rima­si stu­pi­to dal­la pre­ci­sio­ne di un beat deci­sa­men­te rego­la­re. Quel ragaz­zo era un oro­lo­gio ato­mi­co tan­to era preciso.

Al ter­mi­ne del bra­no andai a cono­scer­lo. Era Ste­fa­no Ugge­ri, il bat­te­ri­sta dei Beau­coup Fish, un grup­po emer­gen­te che da allo­ra ha tro­va­to la sua stra­da ed è riu­sci­to a pub­bli­ca­re due album: come l’ac­qua (2006) e l’ul­ti­ma fati­ca: “Lascio tut­to”. Li tro­va­te sul loro sito uffi­cia­le qui.

Un sound per­so­na­le, che risen­te di influen­ze armo­ni­che cono­sciu­te ma mai in modo sover­chian­te. Testi intri­gan­ti e armo­nie estre­ma­men­te pia­ce­vo­li per que­sti “ragaz­zi”, mi per­met­to di chia­mar­li così ma non com­met­te­te l’er­ro­re di scam­biar­li per lat­tan­ti del­la musi­ca: non lo sono affat­to; lo dimo­stra il loro sound, amal­ga­ma­to e pene­tran­te, ric­co e definito.

Un loro bra­no che mi pia­ce assai, qui sot­to: La Pla­ge Du Nord, un rit­mo ipno­ti­co che dav­ve­ro segue quel­lo del­le onde su una spiag­gia ocea­ni­ca. Un’ar­mo­nia che ricor­da da vici­no il tem­po di quel­le regio­ni, un misto di melan­co­nia e di dol­cez­za che non è raro spe­ri­men­ta­re da quel­le parti.

http://www.youtube.com/watch?v=QoKFy71ge_k]


Con­di­vi­di

3 Comments

  1. Stefano Uggeri ha detto:

    Gran­de Franz!!!! il tuo blog è fat­to per per­der­ci la testa. t’a­spet­to il nove mag­gio all’o­ra del­l’a­pe­ri­ti­vo a palaz­zo Cit­ta­no­va, all’aperto
    a prest.

    • Franz ha detto:

      Con­ta­ci… ma… ape­ri­ti­vo a mez­zo­gior­no o sera? Vab­bè dai pas­so a tut­ti e due 🙂