>

Un piccolo programma per distruggere gli sms compromettenti. O per raccoglierli?

E’ raro che mi met­ta a par­la­re di soft­ware, ma ‘sta­vol­ta mi aggra­da. E’ usci­ta una app per iPho­ne, a bre­ve dispo­ni­bi­le anche per altri siste­mi, che per­met­te, die­tro paga­men­to di una pic­co­la cifra men­si­le (cir­ca 3 dol­la­ri), di scri­ve­re mes­sag­gi che si auto can­cel­la­no dopo un tot di tem­po, oppu­re di far­lo a coman­do sugli SMS ricevuti.

E tut­to que­sto su ENTRAMBI i tele­fo­ni, sia quel­lo del mit­ten­te che quel­lo del rice­ven­te, oltre che dal server.

Ora, non cre­do che tut­ti sap­pia­no come fun­zio­na un SMS.

Sostan­zial­men­te si trat­ta di un pic­co­lo file di testo, che vie­ne cari­ca­to dal tele­fo­no ad un ser­ver appo­si­to pres­so il gesto­re tele­fo­ni­co e da que­sto “gira­to” al tele­fo­no destinatario.

Per stes­sa ammis­sio­ne del­l’a­zien­da autri­ce del soft­ware, la tem­po­riz­za­zio­ne dei mes­sag­gi avvie­ne gra­zie al fat­to che gli SMS tra­smes­si e rice­vu­ti tran­si­ta­no per il ser­ver PRIVATO di que­sta compagnia.

Maga­ri sarò para­noi­co, ma fac­cia­mo due conti.

Chiun­que usi que­sto ser­vi­zio signi­fi­ca che ha qual­co­sa da nascon­de­re. Chiun­que paghi per aver­lo ha qual­co­sa da nascon­de­re abba­stan­za pesan­te da giu­sti­fi­ca­re una spe­sa, per quan­to irrisoria.

Ergo, qua­le miglior siste­ma di car­pi­re i caz­zi pri­va­ti del­le per­so­ne se non quel­lo di far tran­si­ta­re i loro mes­sag­gi “sen­si­bi­li” su un ser­ver di cui si ha il com­ple­to con­trol­lo? Tra l’al­tro non c’è nem­me­no biso­gno di cer­ca­re even­tua­li con­te­nu­ti com­pro­met­ten­ti: il fat­to stes­so che qual­cu­no li voglia can­cel­la­re impli­ca che lo sono.

E’ il vec­chio siste­ma det­to “del ter­zo uomo”: io man­do una mail a tizio. Un ser­ver si infrap­po­ne tra me e tizio, “pesca” il mio mes­sag­gio e poi lo rein­via a tizio. Ne io ne il desti­na­ta­rio abbia­mo (in teo­ria) modo di accor­ger­ci del­l’av­ve­nu­to, se il gio­chet­to è sta­to mes­so in pie­di cor­ret­ta­men­te, e intan­to la mail se n’è par­ti­ta per chis­sà qua­li lidi.

Genia­le, no? Qui il ter­zo uomo è alla luce del sole e si fa pure pagare!

Sarò anche para­noi­co, ma cre­do che il modo miglio­re per ren­de­re pri­va­to un mes­sag­gio sia sem­pre quel­lo di non man­dar­lo per telefono.

Se anco­ra vole­te instal­la­re l’ap­pli­ca­zio­ne la tro­va­te qui. Si chia­ma Tiger Text.

Con­di­vi­di

1 Comment

  1. Guillermo ha detto:

    Non sei affat­to para­noi­co, sen­nò sono anch’io para­noi­co e con noi mol­to altri. E’ mol­to vero­si­mi­le una ipo­te­si simi­le. Io sono con­vin­to che ci sono mol­te orga­ni­za­zio­ni gover­na­ti­ve e pri­va­ti che “com­pra­no” infor­ma­zio­ni sul­le per­so­ne, cer­to non sò fino a che pun­to sia­mo arri­va­ti su que­sta stra­da ma basta segui­re il blog di un caro ami­co comu­ne (Fabio Ghio­ni) per ren­der­si con­to del gene­re di con­trol­lo che stia­mo suben­do e per­so­nal­men­te o dei seri dub­bi se si va avan­ti su que­sta stra­da… :smo­ke­red: 😕