>

Tracce di Profumo. E’ come volare nella nebbia – By Valeria

È sol­tan­to acqua, in una del­le sue tan­te for­me… È costi­tui­ta da minu­sco­le goc­cio­li­ne sospe­se nell’aria.

Gli ogget­ti sono avvol­ti in un alo­ne bian­ca­stro e la visi­bi­li­tà risul­ta ridot­ta, le for­me appa­io­no qua­si ammor­bi­di­te, il tem­po sem­bra subi­re una bre­ve sospensione.

Una sen­sa­zio­ne di silen­zio si dif­fon­de attor­no a noi e ci rag­giun­ge anche all’interno.

Quan­do la neb­bia è mol­to fit­ta pro­du­ce un misto di diso­rien­ta­men­to, pia­ce­re, sen­so del mistero.

Osser­vo attra­ver­so un ricor­do ma non rie­sco a vede­re niti­da­men­te, i par­ti­co­la­ri sfu­ma­no nel­le pie­ghe del tem­po; vor­rei sape­re, ma non so. Vor­rei capi­re, ma non capisco.

Qual­co­sa che non ave­va­mo pre­vi­sto arri­va tal­vol­ta come una sem­pli­ce brez­za mari­na e può dis­sol­ve­re la foschia, mostra­re veri­tà dimen­ti­ca­te, far vibra­re cor­de assopite.

Può pos­se­de­re un pote­re sor­pren­den­te. Le imma­gi­ni si fan­no più niti­de, le linee nette.

Alzar­si in volo allo­ra con­sen­te di coglie­re con lo sguar­do ogni cosa, i det­ta­gli rim­pic­cio­li­sco­no ma il mon­do si mani­fe­sta in tut­ta la sua ampiez­za, e bellezza.

Un ampio respi­ro ci riem­pie i pol­mo­ni, ampio come tut­to ciò che gli occhi rie­sco­no a abbrac­cia­re, ampio come tut­to ciò che il cuo­re rie­sce a percepire.

Pas­sa­to, futu­ro e ogni distan­za sem­bra­no, per un istan­te, rac­co­glier­si in un uni­co pun­to, e una gio­ia incon­te­ni­bi­le ci pervade.

L’aria rare­fat­ta e fred­da ha un sapo­re marziale.

Noi sia­mo, e sol­tan­to sia­mo, sospe­si nell’aria sen­za un dub­bio, con la sola for­za dell’intensità.

Ma poi la brez­za cala, la neb­bia si spar­ge ovun­que, e di nuo­vo un timo­re ci assa­le. Quan­do si per­de l’o­riz­zon­te, tut­te le comu­ni­ca­zio­ni devo­no esse­re in chiaro.

Fa che il mio cuo­re non per­da la trac­cia affin­ché il ritor­no mi con­du­ca all’antica dimora.

Con­di­vi­di

2 Comments

  1. Fede ha detto:

    Ciao Vale,
    que­sta pre­ghie­ra i cui con­te­nu­ti crip­ta­ti ci sfio­ra­no ele­gan­te­men­te, tro­va nel mio leg­ge­re una soa­ve riso­nan­za di momen­ti per­du­ti nel tem­po ma ben con­ser­va­ti nel mio cuore…
    Gra­zie tessoro

  2. Giuseppe ha detto:

    Com­men­to sen­za paro­le: :embra­ce: