>

Riscaldamento Globale o balle globali? By Giano

Net­tu­no è un pia­ne­ta con una mas­sa paria a 17 vol­te la ter­ra. Orbi­ta un po’ per i fat­ti suoi a 30 vol­te la distan­za a cui orbi­ta la ter­ra ed ha un’at­mo­sfe­ra com­po­sta prin­ci­pal­men­te da Idro­ge­no ed Elio, con trac­ce di Meta­no che gli dan­no la carat­te­ri­sti­ca colo­ra­zio­ne bluastra.

Vie­ne osser­va­to alla luce visi­bi­le fin dal 1950.

Que­sto pia­ne­ta non ha avu­to nes­sun tipo di indu­stria­liz­za­zio­ne (non negli ulti­mi seco­li quan­to­me­no), non ha vei­co­li cir­co­lan­ti che pro­du­ca­no inqui­nan­ti, non ha una popo­la­zio­ne che pro­du­ce CFC, insom­ma… su Net­tu­no non c’è pro­prio nessuno.

Eppu­re dal 1980 il pia­ne­ta va riscal­dan­do­si costan­te­men­te, allo stes­so rit­mo e con le stes­se varia­zio­ni rela­ti­ve del­la Ter­ra e con lo stes­so anda­men­to del­l’at­ti­vi­tà solare.

Ham­mer e Loc­k­wood sono due dei più emi­nen­ti scien­zia­ti che da anni stu­dia­no il feno­me­no cli­ma­ti­co glo­ba­le e nel 2007 se ne sono venu­ti fuo­ri con i dati che tro­va­te qui a sini­stra. Per appro­fon­di­men­ti: World Cli­ma­te Report

E que­sto è mol­to inte­res­san­te. Intan­to per­ché, come imma­gi­na­vo, non è facen­do­mi paga­re 2 euro per anda­re in cen­tro che sal­vi l’e­co­si­ste­ma Ter­ra visto che le cau­se sem­bra­no non ave­re un caz­zo a che fare con il com­por­ta­men­to umano.

Ma fac­cia­mo fin­ta che ser­va di più all’uo­mo cre­de­re di ave­re del­le respon­sa­bi­li­tà mag­gio­ri del­le rea­li. Il pun­to pare esse­re un altro; il nostro siste­ma sola­re sta­reb­be attra­ver­san­do una nube (N. Nata­le di Natu­re, arti­co­lo di scien­zia­ti del team del Voya­ger, che ha sco­per­to la nube).

Ampia cir­ca 30 anni luce e com­po­sta da una misce­la sot­ti­le di ato­mi di idro­ge­no e di elio a cir­ca sei­mi­la gra­di C, è tenu­ta insie­me da un magne­ti­smo dif­fi­cil­men­te osser­va­bi­le altro­ve: cir­ca 10 vol­te quel­lo pre­sen­te sul­la Terra.

Qua­li effet­ti può ave­re sul nostro siste­ma sola­re que­sta nube? Beh, intan­to abbia­mo Net­tu­no, il pia­ne­ta più pros­si­mo alla nube, tra­sfor­ma­to in lampione.

Il secon­do pia­ne­ta piú ester­no del siste­ma sola­re é Satur­no, su cui si é sco­per­ta una tem­pe­sta gigan­te­sca (4 vol­te la ter­ra) a for­ma di Esagono!!!

Poi abbia­mo Gio­ve, dove da 3 anni a que­sta par­te si é for­ma­ta una nuo­va tem­pe­sta, chia­ma­ta mac­chia Junior.

E sul­la Ter­ra? Tut­to que­sto magne­ti­mo cosa potreb­be fare? Intan­to ripe­sco una vec­chia dichia­ra­zio­ne del­la Nasa del­l’an­no scor­so in cui annun­cia­va di aver sco­per­to un gros­so buco nel­lo scu­do magne­ti­co del­la Ter­ra. Inol­tre sap­pia­mo che esi­ste una cor­re­la­zio­ne tra il cam­po magne­ti­co ed il rit­mo circadiano.

Non sap­pia­mo come que­sto pos­sa influi­re, ma alcu­ne ricer­che (Braud, Wil­liam G. and Den­nis Ste­phen P.; “Geo­phy­si­cal Varia­bles and Beha­vior; LVIII. Auto­no­mic Acti­vi­ty, Hemo­ly­sis, and Bio­lo­gi­cal Psy­cho­ki­ne­sis: Pos­si­ble Rela­tion­ships with Geo­ma­gne­tic Field Acti­vi­ty,” Per­cep­tual and Motor Skill, 68:1243, 1989.) sug­ge­ri­sco­no che l’e­spo­si­zio­ne a fon­ti magne­ti­che “for­ti” sia alla base di nume­ro­si feno­me­ni para­nor­ma­li, attra­ver­so lo sti­mo­lo del­la ghian­do­la pinea­le e la suc­ces­si­va alte­ra­zio­ne del­la secre­zio­ne di mela­to­ni­na (che oltre tut­to rego­la il sonno-veglia).

E dul­cis in fun­do la noti­za di que­sti gior­ni del­l’a­ste­roi­de che ci dovreb­be col­pi­re la dome­ni­ca di pasqua del 2036!!!!!

Dim­mi te come si fa ad ini­zia­re così un anno? Pas­sa la voglia, no?

Con­di­vi­di

12 Comments

  1. Sciuscia ha detto:

    Ipo­te­si affascinante.

  2. sasuke ha detto:

    sen­za con­ta­re lo scio­gli­men­to dei poli di mar­te dovu­to a un effet­to ser­ra pro­dot­to dal sole avve­nu­to negli ulti­mi 15 anni

    http://www.nonsoloaerei.net/2008/04/leffetto-serra-c-anche-su-marte.html

  3. vito ha detto:

    il nostro siste­ma sola­re sta attra­ver­san­do una nube?
    mi sa che non pos­sia­mo far­ci pro­prio niente…
    un aste­roi­de ci col­pi­rà nel 2036, la dome­ni­ca di Pasqua? e come farò il lune­di di pasquet­ta con la gita fuo­ri por­ta? pen­sa­te che la mia futu­ra moglie ci cre­de­rà? spe­ria­mo di si!!

  4. Guillermo ha detto:

    Sin­ce­ra­men­te non so se fare del­l’i­ro­nia o inco­min­cia­re a pre­o­cu­par­mi… Comun­que sia se è vero quel­lo che dici cre­do che non ci sia mol­to da fare… Qui sul­la Ter­ra intan­to si pen­sa sol­tan­to a del­le idio­zie, come fare uno scu­do spa­zia­le, mahh!! Chi vivrà vedrà, giu­sto?? :kil­ly­ou: :drunk:

  5. Valeria ha detto:

    A me pia­ce­reb­be tan­to capi­re a chi è con­ve­nu­to tut­to que­sto allar­mi­smo sull’effetto serra.
    Che ades­so è anche “con­di­to al pepe­ron­ci­no” con la fac­cen­da del cli­ma­te­ga­te che sem­bre­reb­be smon­ta­re tut­to il pal­co del riscal­da­men­to globale!
    Tut­ta que­sta vicen­da mi sem­bra piut­to­sto una “fol­lia glo­ba­le” che avrà evi­den­te­men­te i suoi sco­pi, uti­li e tor­na­con­ti… E intan­to la Ter­ra gira e non mi sem­bra far­si trop­po influen­za­re dall’umana pre­sun­zio­ne… Mah!

  6. max ha detto:

    Che andas­se­ro tut­ti a caga­re, scien­zia­ti e allarmisti.Prima il baco del 2000 poi i maya per il 2012 poi l’a­ste­roi­de del 2036.Non sapre­mo mai quel­lo che sarà o non sarà vero.Vivi e lascia vive­re e quan­do sarà l’o­ra c’è ne andre­mo tut­ti insie­me :drunk: :fin­ger:

  7. dilmun ha detto:

    99 a 100 la sto­ria del riscal­da­men­to glo­ba­le dovu­to a cau­se uma­ne è tut­ta una caz­za­ta. Vale lo stes­so ragio­na­men­to che ho fat­to 10 minu­ti fa per il tabac­co: più una cosa è pub­bli­ciz­za­ta (dal­l’al­to), più è fal­sa. Quan­do poi ci si met­te uno come Al Gore sia­mo a posto. Ovvia­men­te ci sarà un vali­do moti­vo per por­ta­re avan­ti tut­ta que­sta mes­sin­sce­na, che per noi umi­li sud­di­ti igno­ran­ti sarà mol­to sfuggente…
    Che­mi­trails anyone? :mrgreen:

  8. msm68c ha detto:

    ave­te mai pro­va­to ad anda­re in una gran­de cit­tà e sen­ti­re che aria si respira?

    riscal­da­men­to glo­ba­le o no que­sto pia­ne­ta lo trat­tia­mo come una pattumiera,
    quin­di ben ven­ga Al Gore e chic­ches­sia che ope­ri atti­va­men­te nel sen­so di una dimi­nu­zio­ne dell’inquinamento.

    • Valeria ha detto:

      @ msm68: io pen­so che con­fu­ta­re le teo­rie del riscal­da­men­to glo­ba­le per cau­se antro­pi­che non signi­fi­chi legit­ti­ma­re l’essere uma­no ad inqui­na­re indiscriminatamente.
      Il fat­to è che men­tre si discu­te ani­ma­ta­men­te di ridur­re le emis­sio­ni di bios­si­do di car­bo­nio (vedi CO2, quel­la cosa così “ter­ri­bil­men­te tos­si­ca” che ce la inge­ria­mo con l’acqua mine­ra­le col solo incon­ve­nien­te di qual­che rut­ti­no) que­sto pia­ne­ta vie­ne siste­ma­ti­ca­men­te impe­sta­to, per esem­pio, di sco­rie radioat­ti­ve che non si capi­sce bene che fine fan­no, di rifiu­ti tos­si­ci noci­vi di varia natu­ra, di pol­ve­ri di ura­nio impo­ve­ri­to, di agen­ti can­ce­ro­ge­ni come per esem­pio il ben­ze­ne immes­so nell’aria dal tubo di scap­pa­men­to del­le nostre auto­mo­bi­li (…e chi più ne ha più ne metta).
      Allo­ra il pun­to è che por­tan­do la discus­sio­ne su un fin­to pro­ble­ma nel frat­tem­po quel­li veri riman­go­no irri­sol­ti con tut­te le con­se­guen­ze che ciò comporta!

  9. dilmun ha detto:

    @Valeria: rispo­sta per­fet­ta, la con­di­vi­do pienamente.
    Io avrei rispo­sto sem­pli­ce­men­te: non fini­rò mai di stu­pir­mi di come la mag­gio­ran­za del­le per­so­ne pen­si solo agli effet­ti (in que­sto caso per di più sol­tan­to imma­gi­na­ti), sen­za curar­si mini­ma­men­te del­le cau­se (in que­sto caso mol­to con­cre­te, anche se occulte).
    Ma il tuo inter­ven­to è sen­z’al­tro mol­to più costruttivo… 😉

  10. Il Veronesi ha detto:

    Beh, a me ha col­pi­to mol­to que­sto video di disco­ve­ry chan­nel (http://www.youtube.com/watch?v=fX5ky-bw4bo), che rias­su­mo: pare che cir­ca 5.200 anni fa, in un luo­go in cui vive­va­no pian­te tro­pi­ca­li, si abbia avu­to una gla­cia­zio­ne tale da intrap­po­la­re in ghiac­ciai che sino ad oggi non si sono mai sciol­ti, le foglie anco­ra inte­gre di que­ste pian­te. Ergo una rapi­di­tà di gela­ta note­vo­le. Per capir­ci: pian­te tro­pi­ca­li = cir­ca 20° medi. Sot­to i 6/7 grad ini­zia­no a per­de­re foglie mol­to rapi­da­men­te. Per ghiac­ciar­si e man­te­ne­re le foglie attac­ca­te, dev’es­ser­si abbas­sa­ta la tem­pe­ra­tu­ra di cir­ca 30° in poche ore, mas­si­mo un paio di gior­ni. E di cer­to in quel perio­do l’uo­mo non pote­va ave­re gros­se respon­sa­bi­li­tà. Quin­di, dato per scon­ta­to che se la smet­tes­si­mo di pulir­ci il cul col pia­ne­ta in cui vivia­mo farem­mo una gran bel­la cosa, temo che le nostre azio­ni non abbia­no poi la por­ta­ta che pensiamo.

  11. Giulia Fico ha detto:

    Ciao ho let­to l’articolo.. sono d’accordo con te dicen­do che il pia­ne­ta net­tu­no si sta sur­ri­scal­dand­do a dismi­su­ra e che l’atmosfera net­tu­nia­na con­tie­ne meta­no ed è anche vero che nel pia­ne­ta indi­ca­to non vi abi­ta nessuno..:)

    l’articolo che hai scrit­to è vera­men­te inte­res­san­te, in quan­to fa pen­sa­re a tut­to quel­lo che ci dico­no sul sur­ri­scal­da­men­to globale.

    Il pro­ble­ma è che scien­zia­ti, astro­lo­gi, geo­lo­gi, bio­lo­gi ed adi­rit­tu­ra inge­gne­ri ambien­ta­li han­no siste­ma­ti­ca­men­to pro­va­to che il riscal­da­men­to del NOSTRO PIANETA è dovu­to a noi e alla pro­du­zio­ne di Ozo­no (non l’ozono dell’atmosfera ma quel­lo pre­sen­te nel­lo smog), all’Effetto Ser­ra (dovu­to alla Co2) e alle Piog­ge Aci­de (dovu­ta alla pre­sen­za di Zolfo!

    Tut­to que­sto per dire che è sta­to ormai dimo­stra­to che la col­pa è nostra. Se ne voles­si sape­re di più, sia te franz che i tuoi let­to­ri entra in http://io-noi-voi-tutti.blogspot.com/ potre­sti tro­va­re info interessanti!!

    ciao a presto..e com­pli­men­ti anco­ra per l’articolo.
    Giu­lia Fico