>

George Holtz, il ragazzino che sblocca gli iPhone.

20 anni, talen­to e cer­vel­lo. Geor­ge Hol­tz è un ragaz­zo che, come tan­te per­so­ne di diver­sa età, com­pre­so il sot­to­scrit­to, ritie­ne che la scel­ta di Apple e di Ste­ve Jobs di blin­da­re l’i­Pho­ne al solo uti­liz­zo con At&t (ovvia­men­te par­lia­mo di mer­ca­to USA) e di voler con­trol­la­re qua­li appli­ca­zio­ni pos­so­no o non pos­so­no gira­re su un iPho­ne, sia fal­li­men­ta­re e un sopru­so insopportabile.

Così que­sto gio­va­ne hac­ker, dal 2007, ogni vol­ta che qual­co­sa cam­bia sul mer­da­fo­ni­no di Apple, met­te in rete gra­tui­ta­men­te una chia­ve di sbloc­co gra­zie alla qua­le il mar­chin­ge­gno può ese­gui­re anche quel­le appli­ca­zio­ni che non stan­no sim­pa­ti­che a Jobs.

Apple vuol far­gli guer­ra ma lui non mol­la. Spe­ro che, alme­no que­sta vol­ta, la fal­li­men­ta­re giu­sti­zia ame­ri­ca­na, spes­so al sol­do di mul­ti­na­zio­na­li e busi­ness vari, si fac­cia veni­re anche lei un dubbio.


Con­di­vi­di

2 Comments

  1. Sciuscia ha detto:

    For­za, pischello!

  2. ad1 ha detto:

    che gnoc­ca incredibile 😆