>

Glaxo e Novartis: azioni in impennata grazie al vaccino

Caso mai qual­cu­no aves­se anco­ra dei dub­bi sul­l’ef­fi­ca­cia del vac­ci­no con­tro l’in­fluen­za A nel rim­pin­gua­re le tasche di Big Phar­ma, ecco due gra­fi­ci che mostra­no l’an­da­men­to negli ulti­mi 6 mesi, aggior­na­to ad oggi pome­rig­gio, del­le azio­ni di Gla­xo­Smi­th­Kli­ne e Novar­tis, due dei pro­dut­to­ri di mag­gior rilievo.

Il gra­fi­co prin­ci­pa­le è quel­lo di Gla­xo, per vede­re quel­lo di Novar­tis clic­ca­te sul­la pic­co­la ico­na nel­l’an­go­lo a sini­stra del­l’em­bed principale.

Gli altri pote­te cer­car­li tran­quil­la­men­te da voi a que­sto indirizzo.

Con­di­vi­di

11 Comments

  1. Sciuscia ha detto:

    ‘Azzo, e chi pote­ve pre­ve­de­re un esi­to simile..?

  2. Il Veronesi ha detto:

    In real­tà è mol­to inte­res­san­te osser­va­re anche il perio­do pre­ce­den­te. Dal mar­zo 2008 al mar­zo 2009 si è regi­stra­to un calo note­vo­le, cul­mi­na­to pro­prio con mar­zo 2009. In quel perio­do esce la noti­zia del­la nuo­va for­ma vira­le H1N1. E da lì par­te l’im­pen­na­ta del­le quo­ta­zio­ni. So di esse­re sem­pre ecces­si­vo nei miei dub­bi, ma voglia­mo con­si­de­ra­re il tut­to in un qua­dro più ampio e leg­ge­re insie­me la rivo­lu­zio­na­ria rifor­ma sani­ta­ria otte­nu­ta da Oba­ma? Rifor­ma che dovreb­be inte­res­sa­re cir­ca una qua­ran­ti­na di milio­ni di cit­ta­di­ni (vado a memo­ria, per­do­na­te­mi se non è esat­tis­si­ma la cifra) e che non toc­che­rà le tasche degli ame­ri­ca­ni… Sicu­ra­men­te non avre­mo mai modo di sape­re tut­ta la veri­tà, ma una vaga idea ce la pos­sia­mo fare, cre­do, gra­zie al Franz ed al suo blog.

  3. Criel ha detto:

    Pre­mes­so che non m’im­por­ta pro­prio un fico sec­co né di Gla­xo né di Novar­tis (che non pro­du­co­no solo vac­ci­ni), una cur­va pra­ti­ca­men­te ugua­le ce l’ha pure John­son & John­son (che non pro­du­ce solo Tyle­nol, il para­ce­ta­mo­lo per la feb­bre). Voglia­mo par­la­re, per l’I­ta­lia, del Grup­po Ange­li­ni (Tachi­pi­ri­na, Amuchina)?

    Tan­to per pre­ve­ni­re qual­che mali­gni­tà, il para­ce­ta­mo­lo nel 2005 ha man­da­to in ospe­da­le in Ita­lia 103 per­so­ne e ce le ha tenu­te in media 3 gior­ni. Per non par­la­re dei casi risol­ti in Pron­to Soc­cor­so… C’è chi va in ria­ni­ma­zio­ne o deve subi­re un tra­pian­to epa­ti­co. Allo­ra fa male pure il para­ce­ta­mo­lo e dob­bia­mo boicottarlo?

  4. Il Veronesi ha detto:

    A par­te che in real­tà cre­do che nes­su­no sot­to­va­lu­ti il peso che cer­te epi­de­mie han­no anche su altre azien­de. A tito­lo esem­pli­fi­ca­ti­vo: è ovvio che se le mae­stre del­le scuo­le ele­men­ta­ri man­da­no avvi­si alle fami­glie chie­den­do, per via del­la pan­de­mia, di por­ta­re una con­fe­zio­ne di cre­ma anti­bat­te­ri­ca per le mani (sap­pia­mo che la John­son & John­son la pro­du­ce) è pale­se che anche chi pro­du­ce tali arti­co­li avrà un effet­to posi­ti­vo. Secon­do pun­to: uno può fini­re al pron­to soc­cor­so anche per­ché fa indi­ge­stio­ne di pepe­ro­ni, ma per come la vedo io que­sto non signi­fi­ca nul­la. Ter­zo a tito­lo infor­ma­ti­vo, anche se cen­tra meno: il Build ha pub­bli­ca­to oggi una noti­zia che cio rac­con­ta che set­te per­so­ne sono mor­te in Ger­ma­nia dopo aver fat­to la vac­ci­na­zio­ne. Buo­na gior­na­ta al mondo.

  5. Il Veronesi ha detto:

    Erra­ta cor­ri­ge: ovvia­men­te la testa­ta era Bild non Build…

  6. Criel ha detto:

    Infat­ti è pro­prio così per tut­to quel­lo che hai det­to tu, Il Vero­ne­si: non c’en­tra nulla.
    Se cade una tego­la in testa a un vac­ci­na­to, non dia­mo la col­pa alla tego­la. Esi­sto­no sti­me serie su cose mol­to serie (Gul­lain-Bar­ré, neu­ri­te otti­ca, abor­ti spon­ta­nei): ci sono even­ti che acca­do­no comun­que, vac­ci­no o meno, e sono sta­ti cal­co­la­ti. Que­sto se voglia­mo ave­re la testa sul­le spalle…

  7. Il Veronesi ha detto:

    Cer­to. Pec­ca­to che si sia crea­ta un’in­fluen­za pan­de­mi­ca inno­qua che, sup­por­ta­ta da una impo­nen­te cam­pa­gna media­ti­ca, abbia fat­to una del­le più bril­lan­ti ini­zia­ti­ve di mar­ke­ting del­la sto­ria. Chi paga? Nel dub­bio i con­tri­buen­ti (attra­ver­so i sol­di che i gover­ni dan­no alle far­ma­ceu­ti­che per il vac­ci­no). Quin­di se muo­re anche una sola per­so­na per cau­sa del vac­ci­no a me gira­no i coglio­ni. E pare che non sia­no teo­rie così fol­li, visto che oggi il par­la­men­to polac­co si è espres­so defi­nen­do i vac­ci­ni come una truf­fa. Visto che in Ger­ma­nia sono mor­te set­te per­so­ne a cau­sa di tale vac­ci­no. Quin­di lo so che può cader­mi in testa una tego­la, ma se c’è sopra uno che me la tira e lucra sul tirar­le io mi incaz­zo, se mi è anco­ra concesso.

  8. Valeria ha detto:

    Scu­sa­te se mi inse­ri­sco in que­sto inte­res­san­te dibat­ti­to ma leg­gen­do l’esempio dei pepe­ro­ni (stu­pen­do!) mi sono venu­te in men­te le paro­le di una mia inse­gnan­te di chi­mi­ca che ripe­te­va spes­so che tut­to può esse­re tos­si­co, dipen­de non solo dall’intrinseca peri­co­lo­si­tà di una sostan­za ma anche dal­la quan­ti­tà assunta.
    In altre paro­le anche l’acqua se bevu­ta ad etto­li­tri fa male.
    Voglio dire que­sto: non cre­do ci sia­no dub­bi sul fat­to che i far­ma­ci (tut­ti) han­no una lun­ga serie di effet­ti col­la­te­ra­li e con­tro­in­di­ca­zio­ni; infat­ti se non ne abbia­mo biso­gno non è che li ingur­gi­tia­mo così, tan­to per esse­re sicuri…
    Allo­ra la que­stio­ne non è cre­de­re o non cre­de­re alla poten­zia­le peri­co­lo­si­tà di un vac­ci­no (e non voglio entra­re nel meri­to del­la pos­si­bi­le tos­si­ci­tà del­lo squa­le­ne, ma fra un po’ mi ver­ran­no a spie­ga­re che, sic­co­me è un meta­bo­li­ta del cole­ste­ro­lo, ave­re il cole­ste­ro­lo alle stel­le fa bene alla salu­te!) ma piut­to­sto sta­bi­li­re se l’inoculazione del vac­ci­no in que­stio­ne com­por­ta un rischio mag­gio­re o mino­re che con­trar­re la malat­tia. Sta­ti­sti­ca quin­di e non atti di fede!

    E in effet­ti le sta­ti­sti­che mi sem­bra­no par­la­re chia­ro: que­sta bene­det­ta influen­za A com­por­ta un rischio di mor­ta­li­tà infe­rio­re (e di mol­to!) a quel­lo deter­mi­na­to da una qual­sia­si influen­za stagionale.
    Allo­ra il dub­bio (e anche l’incazzatura) vie­ne anche a me: non sarà che alla fine del­la fie­ra la A è dav­ve­ro bene­det­ta… per le azio­ni del­le case farmaceutiche?

  9. Il Veronesi ha detto:

    Ecco, in effet­ti è quel­lo che dice­vo par­lan­do di ope­ra­zio­ne di marketing…