>

Il mantra AUM eseguito come un’onda continua.

Mi è capi­ta­to di sen­tir­lo qual­che set­ti­ma­na fa. Ci ho mes­so un po’ a capi­re come veni­va ese­gui­to, ‘sta­vol­ta.

In que­sto caso inve­ce di pra­ti­car­lo all’u­ni­so­no, alcu­ne voca­liz­za­zio­ni ini­zia­no men­tre le altre fini­sco­no. Il risul­ta­to è un rit­mo sinu­sa­le che ricor­da quel­lo di un’on­da lun­ga sul­la spiag­gia. Que­sto tipo di ese­cu­zio­ne ha la pecu­lia­ri­tà di pro­dur­re una quan­ti­tà di armo­ni­ci spon­ta­nei dav­ve­ro ragguardevole.

Come per tut­ti gli altri di que­sta serie l’ho inci­so per­so­nal­men­te con parec­chio lavo­ro, per­ciò se lo usa­te in un vostro sito web o blog, vi pre­go di cita­re la fonte.

Se vi inte­res­sa lo pote­te ascol­ta­re o sca­ri­ca­re qui sotto

Lo tro­va­te QUI

Con­di­vi­di