>

Moralità, morale, opinione pubblica e chiesa cattolica. Bagnasco, il cardinale tutto d’un pezzo…

L’o­me­lia del sem­pi­ter­no ed onni­pre­sen­te Card. Bagna­sco pro­nun­cia­ta a San Loren­zo, tro­va imme­dia­to riscon­tro (e stru­men­ta­liz­za­zio­ne) sul­le prin­ci­pa­li testa­te gior­na­li­sti­che che voglio­no leg­ge­re nel­le paro­le pro­nun­cia­te dal­l’al­to pre­la­to una rispo­sta a Ber­lu­sco­ni.

Ogget­to del­la pre­di­ca il fat­to che la mora­le non deve dipen­de­re dal­l’o­pi­nio­ne pub­bli­ca, che non deve esse­re l’o­pi­nio­ne pub­bli­ca a deci­de­re ciò che è bene e ciò che è male.

Se nel suc­co pos­so esse­re d’ac­cor­do, anzi mol­to d’ac­cor­do con que­sta affer­ma­zio­ne, fac­cio nota­re che la mora­le è esat­ta­men­te que­sto, moti­vo per cui la mora­le cam­bia a secon­da del­l’an­go­lo di mon­do in cui ci si trova. 

E’ pro­prio l’o­pi­nio­ne dei più che for­ma la mora­le. E, come dice­va Pla­to­ne, la fine desti­na­ta del­la demo­cra­zia è pro­prio quel­la di tra­sfor­mar­si in dema­go­gia e quin­di in tiran­ni­de.

Quin­di inu­ti­le che Bagna­sco si sve­gli ades­so con que­sta cri­ti­ca del­la mora­le.

Ma soprat­tut­to è inu­ti­le che, oltre che per tira­re una gomi­ta­ta nel­le costo­le a Ber­lu­sco­ni, col­ga l’oc­ca­sio­ne per dire che la mora­le deve esse­re deci­sa non dal popo­lo ma (guar­da caso indo­vi­na un po da chi?) dal­la Chie­sa.

L’o­pi­nio­ne pub­bli­ca è for­se il più sub­do­lo e stri­scian­te dei pote­ri ingiu­sti che vor­reb­be­ro impri­gio­na­re la liber­tà del­la Chie­sa e dei cattolici.

Que­ste le paro­le del Car­di­na­le.

Da che pul­pi­to!!!

Pro­prio dal­la Chie­sa si accu­sa­no “gli altri” di voler limi­ta­re la pro­pria liber­tà, quan­do la stes­sa Chie­sa vor­reb­be dispor­re su abor­to, euta­na­sia, cosa leg­ge­re e cosa no, chi vota­re e chi no, in qua­le dire­zio­ne anda­re con la ricer­ca scien­ti­fi­ca, cosa fare del­la vita ses­sua­le, di quel­la spi­ri­tua­le, inte­rio­re e chi più ne ha più ne met­ta in fila.

Quel­la stes­sa chie­sa che met­te al ban­do Har­ry Pot­ter per­chè “svie­reb­be i ragaz­zi dal­la ret­ta via”

Quel­la stes­sa chie­sa che odia lo Yoga e la ricer­ca spi­ri­tua­le con­dot­ta al di fuo­ri del Van­ge­lo (o meglio di quel­lo che resta del van­ge­lo dopo oppor­tu­na cen­su­ra e rivisitazione).

Quel­la stes­sa chie­sa che cer­ca in tut­ti i modi l’in­ge­ren­za nel­la vita poli­ti­ca e socia­le di qua­lun­que pae­se (ma soprat­tut­to dell’Italia)

Quel­la stes­sa chie­sa che con­dan­na quat­tro ragaz­zi­ne bra­si­lia­ne a tener­si i feti gene­ra­ti da vio­len­za car­na­le, nono­stan­te abbia­no tut­te meno di 14 anni.

Quel­la stes­sa chie­sa che vor­reb­be avo­ca­re a se’ il dirit­to di far giu­sti­zia sui casi di pedo­fi­lia per­pe­tra­ti dai pro­pri preti.

Bagna­sco… ci hai pro­va­to e maga­ri qual­cu­no ci è casca­to… ma non tutti.

Gra­zie al cie­lo, non tut­ti… non più!

Con­di­vi­di

4 Comments

  1. antonio ha detto:

    Si può bestem­mia­re in que­sto blog? Dopo que­sto arti­co­lo sono vera­men­te tentato…

    • franz ha detto:

      Pur­trop­po in Ita­lia c’è una leg­ge (del caz­zo, ma pur sem­pre una leg­ge) che vie­ta di bestem­mia­re la divi­ni­tà. Si trat­ta del­l’ar­ti­co­lo 724 c.p. suc­ces­si­va­men­te deru­bri­ca­to ad ille­ci­to ammi­ni­stra­ti­vo con decre­to 507, que­sto ex rea­to pre­ve­de un’am­men­da che vor­rei evi­ta­re di paga­re. Tut­ta­via a quan­to pare la stes­sa leg­ge non si adat­ta alla figu­ra del­la madon­na, in quan­to non “divi­ni­tà”.
      In ogni caso, come note­rai, pur essen­do piut­to­sto for­te in mate­ria (ed anche fan­ta­sio­so, a det­ta di altri) mi asten­go in que­sta sede, alme­no per ora, quan­to meno per occa­sio­ni di poco con­to come que­sta. Riten­go la bestem­mia escla­ma­zio­ne da riser­va­re ad eve­nien­ze più significative…

  2. Sting ha detto:

    A par­te il fat­to che non cre­do pù da un pez­zo che la chie­sa par­li in nome di Dio, direi che que­sto insul­to di Bagna­sco all’in­tel­li­gen­za di chi ascol­ta si qua­li­fi­chi da solo.
    Anzi direi che la chie­sa “è for­se il più sub­do­lo e stri­scian­te dei pote­ri ingiu­sti che vor­reb­be­ro impri­gio­na­re la liber­tà mia di far­mi i caz­zi miei”.
    E se Bagna­sco o qual­che bacia­pi­le non è d’ac­cor­do vor­rei che lo motivasse.
    Con argo­men­ti seri e sen­sa­ti. OK?

  3. the_highlander ha detto:

    Ogni tan­to mi imbat­to in vec­chi arti­co­li che ora han­no del­l’in­cre­di­bi­le, ma a cui la gen­te pri­ma cre­de­va. Ho let­to che in un perio­do sto­ri­co la chie­sa vie­ta­va l’u­so dei para­ful­mi­ni e dei vac­ci­ni, per­chè ful­mi­ni e malat­tie era­no puni­zio­ni divi­ne e dove­va­no esse­re subi­te e non evi­ta­te. Ma se si leg­ges­se un po’ pen­so mol­ti comin­ce­reb­be­ro a far­si 2 doman­de e chie­der­si se effet­ti­va­men­te ‘sti por­po­ra­ti sia­no effet­ti­va­men­te depo­si­ta­ri di qual­che sag­gez­za come dico­no oppu­re sia­no sem­pli­ce­men­te ter­ro­riz­za­ti veden­do che pia­no pia­no la loro pre­sa dimi­nui­sce dimi­nuen­do l’i­gno­ran­za (spe­ro alme­no così sia).