>

Influenza suina: i governi fanno scorta di Tamiflu e Relenza… Che non servono a un cazzo!

Tro­vo assur­do, anzi depre­ca­bi­le, che dei gover­ni si stia­no pre­pa­ran­do a inon­da­re i loro pae­si, oltre che di vac­ci­ni total­men­te inaf­fi­da­bi­li, anche di que­sti far­ma­ci inu­ti­li, dan­no­si e tossici. 

Lo leg­go su La Stam­pa, e mi chie­do vera­men­te fino a dove arri­ve­rà que­sta far­sa del­l’in­fluen­za sui­na.

L’ave­vo già scrit­to in que­sto post: Tami­flu e Relen­za, pro­dot­ti rispet­ti­va­men­te da Roche e Gla­xo, non ser­vo­no a un caz­zo con­tro l’in­fluen­za sui­na. Al mas­si­mo ne abbre­via­no il decor­so di uno-due gior­ni, in una limi­ta­tis­si­ma per­cen­tua­le di casi. 

Que­sti due far­ma­ci han­no azio­ne qua­si nul­la ed effet­ti col­la­te­ra­li pesan­ti tan­to che in que­sto stu­dio di Cochra­ne sul Lan­cet (tra­dot­to su Wiki­pe­dia) se ne scon­si­glia l’u­so, come anche in que­sto stu­dio del­l’u­ni­ver­si­tà di Bir­min­gham.

La fama del pri­mo dei due far­ma­ci è dovu­ta ad un’a­zio­ne del­l’al­lo­ra vice­pre­si­den­te ame­ri­ca­no Donal Rum­sfeld che ne acqui­stò a vago­na­te con i sol­di dei con­tri­buen­ti, per­chè ave­va in tasca azio­ni del­la Roche. In que­sto modo le azio­ni sali­ro­no ver­ti­gi­no­sa­men­te di valo­re e il nostro eroe ci rica­vò una cifra vici­na al milio­ne di dol­la­ri.

In que­sto arti­co­lo di Enri­co Mori­co­ni è pos­si­bi­le leg­ge­re la sto­ria di que­ste due bufa­le far­ma­ceu­ti­che.

Mi chie­do quan­do la gen­te ini­zie­rà ad usa­re il cer­vel­lo per qual­co­sa di diver­so che pre­me­re i tasti del tele­co­man­do per man­da­re affan­cu­lo que­sta schiat­ta di poli­ti­can­ti e com­mer­cian­ti che ogni gior­no man­gia­no sem­pre di più dal­lo stes­so piat­to: la nostra salute.

Con­di­vi­di