>

Proibizionismo prossimo venturo

Evidentemente la lezio­ne degli USA non è basta­ta. La sto­ria si ripe­te, quan­do gli uomi­ni sono trop­po idio­ti per impa­ra­re dai pro­pri errori. 

Al Capone fio­rì pro­prio nel busi­ness del­l’al­cool, quan­do una ban­da di legi­sla­to­ri bigot­ti e mora­li­sti per­mi­se alle pro­prie idee del caz­zo di ave­re la meglio su tut­te le altre.

Nacque il proi­bi­zio­ni­smo e con esso fio­rì il busi­ness del­l’al­cool di nascosto. 

Persino in Star Wars, un’al­lo­ra poco più che sedi­cen­ne Leia Organa spie­ga al gover­na­to­re Tarkin che quan­to più si strin­ge il pugno, quan­to più le cose sfug­go­no di mano. Ma nien­te da fare. Adesso abbia­mo la destra in Italia che sta facen­do di tut­to per fic­ca­re la pro­pria mora­le bigot­ta, bac­chet­to­na e filo­cat­to­li­ca in ogni suo atto.

Ribadisce la lai­ci­tà del­lo sta­to ma nel far­lo fic­ca la sua mora­le ipo­cri­ta ovunque.

Ultimo due col­pi, com­pli­ce la soli­ta indif­fe­ren­za ita­lia­na esti­va e non, sul­l’al­col tra i gio­va­ni. Divieto di ven­di­ta agli under 16 e tol­le­ran­za zero sui neo paten­ta­ti.

Soliti prov­ve­di­men­ti per far vede­re quan­to sono bra­vi, per con­vin­ce­re il pub­bli­chi­no rin­co­glio­ni­to dal cal­do che si occu­pa­no di lui.

Invece di occu­par­si del per­chè l’al­cool stia diven­tan­to per i gio­va­ni quel­lo che era la mari­jua­na negli anni ’70, fan­no quel­li duri, quel­li dal pugno di fer­ro.

Certo, le cas­se del­lo sta­to godran­no tan­tis­si­mo dei sol­di inca­me­ra­ti gra­zie alle nuo­ve san­zio­ni, e con­tem­po­ra­nea­men­te pian­ge­ran­no per l’e­le­va­to nume­ro di pro­ce­di­men­ti pena­li che sca­tu­ri­ran­no.

Ma intan­to i ragaz­zi con­ti­nue­ran­no a spac­car­si il fega­to a col­pi di cock­tail.

O cre­do­no vera­men­te, que­sti lumi­na­ri del­la legi­sla­zio­ne, que­sti geni incom­pre­si del­l’ar­te di gover­na­re, che proi­bi­re il con­su­mo d’al­cool e ina­spri­re le pene, cor­ri­spon­da a qual­co­sa di efficace?

Perchè qui i casi sono due: o vera­men­te lo cre­do­no e allo­ra biso­gna cac­ciar­li per­chè non san­no cosa fan­no, oppu­re non lo cre­do­no, e allo­ra biso­gna cac­ciar­li per­chè non si sa bene a cosa voglio­no arrivare.

Condividi

1 Comment

  1. Giuseppe ha detto:

    Approvo e sot­to­scri­vo quel­lo che hai det­to Franz.